Salute donne

Infertilità, cause femminili

Di Irma Levanti
ipa_almepncff
22 Maggio 2012 | Aggiornato il 23 Aprile 2018
Disturbi ovulatori, fattori di origine tubarica, peritoneale o uterina, alterazioni del collo dell'utero  o del muco cervicale: sono i principali fattori che provocano infertilità della donna. Tutto su diagnosi ed esami
Facebook Twitter Google Plus More

In circa la metà delle coppie che ricorrono allo specialista, l’infertilità dipende da fattori legati alla donna.

Possono esserci varie cause di infertilità femminile, dalle disfunzioni ormonali alle alterazioni dell'apparato riproduttivo, dalle malformazioni congenite alle infezioni. Vediamo in breve quali sono i principali:

 

Fattori ovarici e ormonali

Comportano irregolarità o mancanza di ovulazione (anovulazione). Queste condizioni possono verificarsi per cause differenti, come sindrome dell'ovaio policistico, disturbi ipotalamo-ipofisari, iperprolattinemia, disturbi tiroidei, insufficienza ovarica prematura (menopausa precoce), anoressia, trattamenti con alcuni farmaci come i chemioterapici.

 

Alcuni esperti ritengono che una fase luteale inadeguata possa causare infertilità poiché la blastocisti non avrebbe il tempo di impiantarsi prima che il corpo luteo entri nella sua fase regressiva.

 

Fattori di origine tubarica e peritoneale

 

Comportano anomalie nella morfologia e nella funzione delle tube di Falloppio, le strutture dove avviene la fecondazione. Il risultato è l'impedimento dell'incontro dell'ovulo con lo spermatozoo. Possono dipendere da infezioni pelviche, causate in particolare dal batterio Clamydia, da aderenze pelviche successive per esempio a interventi chirurgici, endometriosi, forme congenite di malformazioni.

 

Fattori uterini

Comportano alterazioni strutturali dell’utero che possono interferire con l'impianto dell'embrione o causare aborti più o meno precoci. Le alterazioni possono essere dovute a malformazioni congenite (utero setto, bicorne), fibromi o miomi, aderenze all’interno della cavità uterina (sinechie), oppure a fattori infiammatori per endometriosi.

 

Fattori cervicali

Comportano alterazioni anatomiche o funzionali del collo dell'utero (cervice uterina) che interferiscono con la migrazione degli spermatozoi. Possono essere dovuti a malformazioni (anche a seguito di interventi chirurgici), aderenze, alterazioni delle caratteristiche del muco cervicale, infezioni, produzione di anticorpi diretti contro gli spermatozoi stessi.

 

Cause sconosciute 

A volte, nonostante le indagini, non si riescono a identificare fattori specifici che potrebbero causare l'infertilità. Si parla allora di infertilità idiopatica.

 

Anche le disfunzioni sessuali (in entrambe i partner, per esempio la disfunzione erettile) possono essere causa di infertilità


Di seguito i link agli approfondimenti sulle cause femminili di infertilità e sugli esami da fare:

Disturbi ovulatori

Sindrome dell'ovaio policistico

Fattori tubarici e peritoneali

Fattori cervicali

Fattori uterini

Endometriosi

Altri approfondimenti per sapere se si sta ovulando

Ulteriori esami nelle donne che ovulano normalmente

Per una guida completa alla fertilità e al concepimento vai alla serie di articoli su Fertilità e concepimento, dalla fecondazione naturale alla procreazione assistita

Fonti per questo articolo: Consulenza del prof Carlo Flamigni, medico chirurgo, libero docente in Clinica ostetrica e ginecologica, membro del Comitato Nazionale di Bioetica; materiale informativo del Centro di PMA dell'Humanitas di Rozzano; materiale informativo del Centro PMA dell'ospedale San Paolo di Milano; materiale informativo del Ministero della salute.