Home Concepimento

La temperatura basale

di Angela Bisceglia - 01.06.2020 - Scrivici

temperatura-basale.180x120
Usata dalle nonne come metodo anticoncezionale, consiste nella misurazione della temperatura corporea per rilevare l’innalzamento termico che si verifica durante l’ovulazione. Si tratta però di un metodo poco affidabile e ormai superato.

Si chiama temperatura basale perché deve essere rilevata in condizioni basali, cioè al mattino, prima di scendere dal letto, mangiare o iniziare qualunque attività.

La misurazione può essere effettuata per via ascellare oppure, per un risultato più preciso, per via vaginale o rettale. È importante farla sempre con lo stesso termometro (ve ne sono anche di specifici per la misurazione della temperatura basale) e annotarla tutti i giorni per rilevare le variazioni nel tempo.

Come funziona

“Il metodo della temperatura basale si basa sul fatto che 24 ore prima dell’ovulazione e durante l’ovulazione la temperatura corporea si innalza di circa mezzo grado (ad esempio passa da 36.2-3° a 36.8°), dopodiché si abbassa lievemente (ad esempio 36.5-6°) fino all’arrivo delle mestruazioni, quando scende ancora” spiega la ginecologa Rossana Sarli.

La temperatura può essere misurata a partire dal termine delle mestruazioni e fino al ciclo successivo. A meno che non arrivi una gravidanza, ovviamente, che fa innalzare i livelli di progesterone e mantiene la temperatura più elevata.

Un metodo poco affidabile

“Quello della temperatura basale non è un metodo scientifico, perché la temperatura può essere influenzata da vari fattori, come un banale raffreddore, uno squilibrio ormonale o l’uso di alcuni farmaci” commenta la ginecologa. “In più, le variazioni sono minime e basta poco per confondersi. Per questo la misurazione della temperatura basale è un metodo considerato ormai superato: per fare un monitoraggio dell’ovulazione più preciso, è meglio affidarsi a stick per l’ovulazione, mentre come sistema contraccettivo è molto più sicuro scegliere altri metodi, come la pillola, la spirale o il preservativo”.

Ti potrebbe interessare anche:

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli