Home Concepimento Rimanere incinta

35 anni e fertilità, l'ossessione di questa soglia è poco utile

di Sara De Giorgi - 28.04.2021 - Scrivici

pancione
Fonte: Shutterstock
35 anni e fertilità. Questa soglia è identificata come l'età limite per la fertilità della donna. Ma è davvero così? Secondo alcuni studi no

35 anni e fertilità

I 35 anni sono identificati come l'età soglia per la fertilità della donna e tutte le gravidanze over 35 sono considerate come a rischio. Ma è davvero così? Un articolo recentemente pubblicato sul Guardian e scritto dalla giornalista Arwa Mahdavi fa luce su questa convinzione medica, citando vari studi e dichiarando che l'ossessione per il numero 35 genererebbe ansia in eccesso nelle donne, dimostrandosi inoltre poco utile. Scopriamo di più.

Soglia età fertile: sarebbe passata dai 35 ai 37,1

La soglia dell'età fertile per le donna sarebbe aumentata, passando da 35 a 37,1. Lo suggerisce un recente studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association e svolto negli Stati Uniti.

La ricerca ha rilevato come l'età della menopausa naturale sia salita e come invece l'età del menarca si sia invece abbassata, evidenziando in generale un aumento della durata della vita riproduttiva femminile negli Stati Uniti. Inoltre, l'analisi è stata eseguita su tendenze di sessant'anni nei cicli di vita riproduttiva.

L'indagine ha scatenato un dibattito sull'età soglia dei 35 per la fertilità femminile. Infatti, superato quel numero, molti parlano di "età materna avanzata" ed è facile che la gravidanza over 35 venga considerata ad alto rischio. Ma il discrimine è davvero così rigido? Lo studio citato dalla giornalista scardina l'ossessione per i 35 anni come soglia massima di fertilità. 

È vero che all'avanzare dell'età diminuisce la fertilità, cioè la probabilità di rimanere incinta. Ma è anche vero che i dati secondo i quali tra i 35 e i 39 anni una donna non riuscirà a restare incinta dopo un anno di tentativi non sono aggiornati. Ve ne sono altri, più recenti e meno preoccupanti. 

35 come soglia della fertilità, un'ossessione poco utile?

Uno studio del 2004 svolto su 770 donne europee aveva rilevato che, avendo rapporti sessuali almeno due volte alla settimana, il 78% di donne con età compresa tra i 35 e i 40 anni resta incinta entro un anno, rispetto all'84% delle donne tra i 20 e i 34 anni. L'Atlantic ha sottolineato come questi dati siano stati eliminati dalla commissione dell'American society for reproductive medicine (Asrm) sull'età e la fertilità della donna, che anzi ha lanciato un monito - tramite una controversa campagna pubblicitaria - a concepire tra i 20 e i 30 anni.

L'ossessione per il numero 35, considerato età limite per la fertilità, sarebbe infondata dal punto di vista scientifico e anche poco utile. Recentemente un ginecologo ha affermato su Slate: «Questo pensiero monolitico genera stress e pregiudizi».

Infatti, dato che i medici utilizzano questo limite per orientare le cure, accade spesso che dopo i 35 anni si venga sottoposte a numerosi accertamenti e terapie, spesso non necessarie. 

Anche gli uomini hanno un orologio biologico

Occorre ricordare che anche negli uomini crolla con il tempo la qualità dello sperma. Non sono dunque esenti dalla riduzione della fertilità. Nonostante ciò, l'idea che gli uomini non abbiano orologi biologici continua ad essere diffusa.

Alcune ricerche dimostrano come i bambini nati da padri più anziani abbiano maggiori probabilità di presentare problemi di salute, problemi psichiatrici e disturbi cognitivi. Addirittura, secondo uno studio, gli uomini potrebbero essere gli unici responsabili del 20-30% dei casi di infertilità. 

Mamma a 40 anni, le cose da sapere

 

Mamma a 35 o 40 anni, o anche di più? Sì, si può fare, e anzi oggi lo si fa sempre più spesso. Soprattutto in Italia, che detiene il primato europeo di donne con il primo figlio a 40 anni ed è uno dei primi paesi in Europa in cui più della metà delle donne ha il primo figlio dopo i 30 anni.

In molti casi le cose filano lisce, senza particolari problemi, ma non si può darlo per scontato e per questo serve qualche attenzione in più. Chi cerca un figlio dopo i 35 anni dovrebbe sapere che con l'età aumentano i rischi di infertilità, di aborto spontaneo e di anomalie cromosomiche del feto. E che un'eventuale gravidanza sarà per definizione a rischio.

Ma quali sono, davvero, rischi e complicazioni ai quali si può andare incontro se si comincia a cercare la cicogna intorno a 40 anni? E si può fare qualcosa per prevenirli? Scoprilo nell'articolo 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli