Home Concepimento Rimanere incinta

Ciclo irregolare e gravidanza, come capire se si è incinte

di Elena Cioppi - 06.11.2020 - Scrivici

ciclo-irregolare-e-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Ciclo irregolare e gravidanza: come capire i segnali che ci invia il ciclo mestruale quando si è in cerca di una gravidanza.

Il ciclo mestruale è un processo fisiologico che cambia da donna a donna e subisce diverse influenze, ambientali o interne. In particolare, se il ciclo mestruale è irregolare e si sta cercando un bambino, spesso è molto difficile vederci chiaro, individuare correttamente il momento dell'ovulazione. Come capire quali sono i giorni fertili in questo scenario? I test dell'ovulazione sono alleati o confondono maggiormente le idee? Abbiamo provato a rispondere a queste e altre domande su ciclo irregolare e gravidanza.

In questo articolo

Ciclo irregolare e gravidanza, cause e sintomi di ovulazione

Quali sono le cause del ciclo irregolare?

Tra le altre cause che potrebbero ritardare il ciclo secondo l'NHS (Sistema Sanitario nazionale britannico) ci sono:

  • il metodo contraccettivo: da valutarne il dosaggio
  • una forte perdita o un grosso aumento di peso
  • stress
  • patologie come la sindrome dell'ovaio policistico o disfunzioni tiroidee

Secondo l'NHS, le cause del ciclo mestruale irregolare possono essere diverse: prima di intenderli come i sintomi della prima settimana di gravidanza in primo luogo si escludono le fasi fisiologiche in cui si trova la donna come ad esempio la pubertà o la menopausa. In queste fasi il ciclo può presentarsi irregolare perché i livelli di progesterone sono bassi e non riescono a stimolare una mestruazione completa, come riporta la ricerca della Society for Women Health Research che ha effettuato uno studio sugli ormoni in queste due fasi. 

Un ciclo che in età fertile si intende irregolare secondo Medical News Today quanto arriva a durare dai 35 giorni in su (o meno di 24 giorni, si chiama polimenorrea), mentre si reputa regolare nel range che va dai 24 ai 35 giorni.

Individuare i sintomi dell'ovulazione in caso di ciclo irregolare

I sintomi dell'ovulazione generalmente sono:

  • dolore al basso ventre
  • muco cervicale dall'aspetto filamentoso
  • possibili perdite

Indagare le cause di un ciclo irregolare può aiutare ad escludere le ragioni patologiche o ambientali. Se si sta cercando una gravidanza però potrebbe essere utile vederci chiaro rispetto all'ovulazione e ai giorni fertili. Come individuarli se però il ciclo non arriva quando dovrebbe? Generalmente l'ovulazione è un fenomeno che si presenta a metà del ciclo mestruale: in presenza di regolarità con un ciclo che dura 28 giorni, l'ovulazione avviene tendenzialmente a 14 giorni dal ciclo mestruale successivo.

Nei cicli irregolari il rilascio dell'ovocita non avviene matematicamente in questo arco di tempo quindi calcolare i giorni fertili è più difficile. Come tenere traccia dunque dell'ovulazione?

Calcolo ovulazione con ciclo irregolare

Le opzioni per il calcolo dei giorni fertili con ciclo irregolare sono diverse:

  • Tenere un calendario per alcuni cicli, così da verificare schemi ricorrenti dell'irregolarità. 
  • Valutare i cambiamenti del muco cervicale per verificare se e quando si presenta come nel periodo dell'ovulazione in cui è chiaro, elastico e più denso.
  • Valutare la temperatura corporea, che in caso di ovulazione tende ad aumentare 
  • Usare i test per l'ovulazione

In quest'ultima opzione il test dell'ovulazione diventa importante per capire se sta ovulando. Si trovano in farmacia sotto forma di stick, sono attendibili al 99% e individuano i giorni fertili grazie all'ormone LH nell'urina. L'ormone LH infatti aumenta rapidamente nell 24-36 ore prima della fase ovulatoriae grazie a questo metodo è di facile individuazione.

Abbinare il calendario del ciclo per verificare pattern ricorrenti come la lunghezza del ciclo mestruale e la sua effettiva irregolarità (se dura meno di 24 giorni o più di 35) ai test dell'ovulazione può essere una strategia vincente per rimanere incinte, sfruttando la finestra dei giorni fecondi nonostante l'irregolarità.

Mestruazioni irregolari e gravidanza, quando fare il test

Ciclo irregolare, quando fare il test di gravidanza?

Con il ciclo irregolare il test di gravidanza può essere fatto a 4, 5 giorni di distanza dalla data presunta dell'arrivo delle mestruazioni. Valutare il ciclo mestruale per un po' di mesi può essere utile per riconoscere i sintomi in particolare dell'ovulazione. Nella sua irregolarità infatti e in mancanza di altre patologie, la semplice osservazione del muco cervicale o la misurazione della temperatura basale possono aiutare a individuare i giorni fertili.

I test di gravidanza di ultima generazione che individuano nelle urine il valore delle beta-hCG (ormone della gravidanza) lo riconoscono già con un giorno di ritardo delle mestruazioni. In caso di irregolarità del ciclo, meglio aspettare qualche giorno prima di fare il test per essere davvero sicuri che il ciclo non si presenti e che sia solo in ritardo. Per evitare i falsi negativi si consiglia di aspettare una settimana e ripetere il test nuovamente, se le mestruazioni non si sono ancora presentate.

In alternativa si può effettuare l'analisi del sangue per individuare l'ormone beta-hCG a distanza di circa 14 giorni dal rapporto che si sta valutando come riferimento per il concepimento.

Calcolo delle settimane di gravidanza

Il test di gravidanza è positivo? Avere delle risposte certe sulle settimane di gravidanza con ciclo irregolare non è poi così impossibile. L'inizio di una gravidanza si fa coincidere con la data del primo giorno dell'ultima mestruazione, per questo è molto importante l'osservazione del ciclo mestruale. Una gravidanza, a partire da questa data dell'ultimo ciclo, dura in media 280 giorni, ovvero circa 40 settimane, ma già dalla trentottesima si considera a termine (ed entro la quarantaduesima). 

Fonti per questo articolo: NHS - Irregular Periods; Society for Woman Health Research - Hormones, from puberty to post meno-pause; Medical News Today - What you need to know about irregual periods.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli