Home Concepimento Rimanere incinta

Cisti alle ovaie: perché si presentano e cosa fare

di Francesca Capriati - 10.02.2021 - Scrivici

cisti-alle-ovaie
Fonte: shutterstock
Cisti alle ovaie: le cisti ovariche possono causare infertilità? Cause e sintomi delle cisti in premenopausa e menopausa. Rimedi e intervento

Cisti alle ovaie

Le cisti alle ovaie sono delle piccole sacche piene di liquido che possono svilupparsi nell'ovaio, generalmente sono innocue e in molti casi non danno sintomi né problemi. Tuttavia in altri casi possono causare irregolarità nel ciclo mestruale, ritardare una gravidanza o creare anomalie nell'ovulazione. Vediamo come diagnosticarle e cosa fare.

In questo articolo

Cosa sono le cisti ovariche

I tipi più comuni di cisti ovariche (chiamate cisti funzionali) si formano durante il ciclo mestruale. Di solito sono benigne (quindi non cancerose).

In un ciclo mestruale fisiologico, un'ovaia rilascia un ovulo ogni mese: l'ovulo cresce all'interno di un piccolo sacchetto chiamato follicolo. Il follicolo, quando matura, si apre per rilasciare l'uovo. Le cisti follicolari si formano quando il follicolo non si apre e continua a crescere formando una cisti. Le cisti follicolari spesso non causano sintomi e scompaiono in uno o tre mesi.

Cisti del corpo luteo

Una volta che il follicolo si apre e rilascia l'uovo, il sacco follicolare vuoto si restringe in una massa di cellule chiamate corpo luteo. Il corpo luteo produce degli ormoni che servono a preparare l'ovulo per il ciclo mestruale successivo, ma se non si evolvono allora si trasformano in cisti luteiniche. La maggior parte delle cisti luteiniche scompare dopo poche settimane, ma possono anche crescere, causare dolore e sanguinamento.

Cisti endometriosiche

Sono causate dall'endometriosi, un disturbo che si verifica quando il rivestimento dell'utero (endometrio) cresce al di fuori dell'utero.

Sindrome dell'ovaio policistico

In alcune donne, le ovaie producono molte piccole cisti: in questo caso si parla di sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), una condizione che può causare problemi alle ovaie e rendere più difficoltosa la ricerca di una gravidanza.

Sintomi e cause

I sintomi più comuni della presenza di una cisti alle ovaie sono:

  • gonfiore,
  • necessità di urinare più spesso,
  • pressione o dolore pelvico,
  • sanguinamento vaginale insolito e spotting tra una mestruazione e l'altra,
  • irregolarità nel ciclo.

Quali sono le cause delle cisti ovariche?

Le cause più comuni di cisti ovariche includono:

  • Problemi ormonali,
  • farmaci per l'ovulazione,
  • endometriosi,
  • gravidanza,
  • gravi infezioni pelviche.

Cisti ovarica in menopausa

Circa l'8% delle donne in premenopausa sviluppa cisti di grandi dimensioni che necessitano di trattamento, al contrario diventa un disturbo più raro dopo la menopausa. Ad ogni modo a qualsiasi età, è importante consultare il medico se si ha il sospetto di avere una cisti.

La diagnosi delle cisti alle ovaie avviene innanzitutto con un'ecografia che riesce in molti casi a individuare la massa, la forma e la sua ubicazione.

Se hai superato la menopausa, il medico potrebbe prescrivere un test per misurare la quantità di antigene tumorale 125 (CA-125) nel sangue. Si tratta di un marker del cancro ovarico.

Non vanno mai ignorati sintomi come:

  • Dolore con febbre e vomito
  • Dolore addominale improvviso
  • Svenimento, vertigini o debolezza
  • problemi di respirazione.

Sintomi della rottura della cisti ovarica

Se una cisti si rompe, può causare un dolore intenso e improvviso che non va mai ignorato. In rari casi la cisti predispone ad una torsione annessiale, cioè la torsione dell'ovaia, che si manifesta con nausea, vomito, dolore pelvico e localizzato nella parte bassa della schiena e alle cosce.

Le cisti ovariche possono ostacolare il concepimento?

Di solito no. La maggior parte delle cisti ovariche non influisce sulle possibilità di rimanere incinta. A volte, tuttavia, la malattia che causa la cisti può rendere più difficile il concepimento: è il caso dell'endometriosi e della sindrome dell'ovaio policistico.

Rimedi e trattamenti

Nella maggior parte dei casi la cisti alle ovaie viene tratta con farmaci analgesici per tenere sotto controllo il dolore e con un contraccettivo ormonale, ad esempio la pillola che mette le ovaie a riposo e consente alla cisti di rimpicciolirsi.

Intervento per le cisti alle ovaie

Si stima che dal 5% al ​​10% delle donne subisca un intervento chirurgico per rimuovere una cisti ovarica, ma solo una percentuale compresa tra il 13% il 21% di queste cisti sono cancerose.

La cisti potrebbe richiedere un intervento chirurgico se la donna è in menopausa oppure se la cisti:

  • non scompare dopo diversi cicli mestruali
  • diventa più grande
  • ha una forma e dimensioni insolite
  • provoca dolore continuo.

La chirurgia può essere eseguita in due modi diversi:

  • Laparoscopia: il medico esegue un taglio molto piccolo sopra o sotto l'ombelico per rimuovere la cisti
  • Laparotomia: il medico può scegliere questo metodo se la cisti è grande e può essere cancerosa. Prevede un'incisione più grande nella zona addominale.

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli