Home Concepimento Rimanere incinta

Come fare il test di gravidanza

di Penelope Greco - 03.03.2021 - Scrivici

come-fare-il-test-di-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Hai un ritardo del ciclo di qualche giorno e vorresti sapere se sei in dolce attesa, ma come fare il test di gravidanza?

Hai qualche giorno di ritardo e normalmente il ciclo arriva ogni mese, con scadenze regolari. Vorresti sapere se sei incinta ma come fare il test di gravidanza? Quando è il momento giusto? In commercio ce ne sono di diversi tipi che puoi fare a casa in tutta tranquillità. Sono molto semplici e di facile utilizzo. Vediamo insieme come fare un test di gravidanza.

In questo articolo

Come fare il test di gravidanza: i test più attendibili

I test di gravidanza più attendibili si basano sull'identificazione nel sangue o nelle urine della presenza dell'ormone Beta HCG. Quest'ormone non è presente nell'organismo al di fuori della gravidanza, per cui la sua identificazione è segno affidabile dell'avvenuto concepimento.
In commercio si trovano diversi kit per la rilevazione della beta-HCG sulle urine, disponibili senza dover richiedere la prescrizione medica. Questi test commerciali si basano su un meccanismo chiamato immunoenzimatico, ossia rilevano la beta-HCG urinaria mediante un anticorpo che innesca una reazione chimica che si conclude con la colorazione di un indicatore sul display del kit. Questo metodo dipende dalla quantità di beta-HCG presente nelle urine. Pertanto il test può risultare negativo in fasi molto precoci di gravidanza oppure di dubbia interpretazione, con una colorazione sfumata dell'indicatore in presenza di urine molto diluite.

Il test sul sangue può essere eseguito presso qualsiasi ospedale o laboratorio di analisi ed è dotato di una maggiore precisione in quanto consente di misurare i livelli della beta-HCG nel sangue e pertanto di seguire l'evoluzione della gravidanza. Nella gravidanza in regolare evoluzione, la beta-HCG mostra infatti un caratteristico andamento con raddoppio del proprio valore ogni 48-72h. 

Come fare il test di gravidanza: come funziona

Ma come si fa un test di gravidanza in pratica?

Rimuovere il cappuccio di plastica per esporre la finestra assorbente.
Puntare la punta assorbente direttamente nel flusso di urina. Prelevare il campione per almeno 7-10 secondi, per assicurarsi che venga raccolto un campione adeguato dal dispositivo di analisi. (Un'altra tecnica consiste nel raccogliere l'urina in un contenitore pulito e immergere metà del tampone assorbente per almeno 10 secondi.)
Ricoprire il dispositivo e posizionarlo orizzontalmente su una superficie pulita e piana. Attendi 5 minuti affinché il test termini l'elaborazione.

Quando è negativo

Viene visualizzata solo una banda di colore nella regione di controllo superiore. Non dovrebbe essere presente una banda apparente nella regione del test. La linea di controllo è progettata per convalidare il test e dovrebbe essere nitida e chiara in intensità rispetto allo sfondo bianco.

Quando è positivo

Bande di colore distinte e coerenti appaiono nelle regioni di controllo e di prova. L'intensità del colore delle bande può variare in base alla concentrazione e al livello di sviluppo di hCG. La linea di test è generalmente leggermente più debole in intensità rispetto alla linea di controllo. Il modello di intensità crescente della linea di test il modo migliore per essere certi della gravidanza piuttosto che qualsiasi lettura individuale. Se la seconda linea è poco visibile, il test è comunque da considerarsi positivo.

Quando è invalido

Se non è presente alcuna linea di controllo visibile, scartare il test. Ripeti il test con un nuovo dispositivo.

Come conservare il test

Conservare i test di gravidanza a una temperatura ambiente normale. Eliminare i test di gravidanza inutilizzati dopo la data di scadenza, che è stampata su ogni test di gravidanza sigillato. Evitare l'esposizione prolungata alla luce solare diretta, all'umidità, al calore e ad altre condizioni correlate.

Disposizione

I campioni di urina e i dispositivi di test utilizzati sono potenzialmente infettivi, quindi tenerli lontani dal contatto diretto con gli oggetti. Si raccomanda una corretta manipolazione, lavaggio delle mani e smaltimento immediato.

La prima ecografia

A un test di gravidanza positivo in genere deve sempre seguire, dopo un determinato intervallo di tempo, un'ecografia pelvica. Lo scopo dell'ecografia è quello di confermare la presenza della gravidanza, verificarne la corretta sede di impianto in utero, accertare la vitalità dell'embrione mediante la rilevazione del battito cardiaco (che in genere diventa visibile già dalla settima settimana di gestazione e rappresenta il vero segno di certezza della gravidanza) e diagnosticare l'eventuale presenza di una gravidanza gemellare. L'ecografia deve essere eseguita con urgenza in caso di sanguinamento abbondante e dolore addominale intenso, segni che possono suggerire l'impianto anomalo della gravidanza (gravidanza extrauterina).
Questo esame ecografico deve essere effettuato da un ginecologo esperto di diagnostica ultrasonografica e può essere eseguito con modalità convenzionale per via addominale o per via endovaginale.

Fonti articolo: Ospedale Bambino Gesù

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli