Home Concepimento Rimanere incinta

Come rimanere incinta a 40 anni: consigli e rischi

di Francesca Capriati - 09.12.2020 - Scrivici

come-rimanere-incinta-a-40-anni
Fonte: shutterstock
Come rimanere incinta a 40 anni: come calcolare e migliorare l'ovulazione dopo i 40 anni. I rischi e i consigli pratici

Come rimanere incinta a 40 anni

Le riviste ci raccontano sempre più spesso di donne del mondo dello spettacolo rimaste incinte a 40 anni e anche oltre. Noi stesse, alla soglia dei fatidici 40, ci sentiamo e ci vediamo in gran forma e non immaginiamo di poter avere difficoltà a concepire un bambino. Eppure non c'è dubbio che le probabilità di riuscita scendano gradualmente già a partire dai 30 anni. Ecco, quindi, alcuni consigli su come rimanere incinta a 40 anni.

In questo articolo

La fertilità femminile

Come spiega il Ministero della Salute, la fertilità della donna è massima tra i 20 e i 30 anni, poi subisce un primo calo graduale intorno ai 32 anni e un secondo declino, più rapido, dopo i 37 anni. Negli anni che precedono la menopausa, intorno ai 50 anni, le probabilità di concepire sono quasi pari allo zero. Questo perché la donna nasce con un numero di follicoli predefinito e quindi, con il passare degli anni, la riserva ovarica diminuisce sempre di più.

Tuttavia non è impossibile rimanere incinta a 40 anni, pur tenendo conto che a questa età bisognerà fare i conti non solo con una ridotta probabilità di concepimento, ma anche con problemi diversi, come:

  • ciclo irregolare,
  • fibromi uterini,
  • aumento dell'incidenza di endometriosi,
  • disturbi ormonali,
  • cisti ovariche.

I ginecologi consigliano, comunque, di non aspettare per rivolgersi allo specialista: se si hanno 40 anni e non si riesce a concepire è bene fare un controllo dopo pochi mesi di infruttuosi tentativi (dopo i 35 anni, si consiglia dopo sei mesi di rapporti mirati non protetti).

Quanti tentativi per rimanere incinta a 40 anni?

Che probabilità ci sono di rimanere incinta a 40 anni? Secondo gli esperti della British Fertility Society, circa il 50% delle donne che cercano di concepire naturalmente prima dei 45 anni riuscirà nell'intento. Ma alla luce dei dati, il 95% delle donne al di sotto dei 38 anni con ovulazione regolare e un partner senza problemi di fertilità, riuscirà a restare incinta entro due anni, mentre la metà delle donne di 40 anni che provano a concepire non ci riuscirà affatto.

Perché è difficile concepire a 40 anni?

I più diffusi ostacoli al concepimento dopo i 40 anni includono:

  • qualità degli ovuli
  • perimenopausa
  • gravidanza a rischio.

Qualità degli ovuli

Anche gli ovuli invecchiano e avranno più frequentemente anomalie cromosomiche o problemi che impediscono l'annidamento nell'utero, aumentando il rischio di sindrome di Down e aborto spontaneo.

Perimenopausa

L'età media della menopausa è di circa 51 anni, ma c'è una fase lunga anche anni, che parte proprio dopo i 40 anni, chiamata perimenopausa, o Fertipausa, caratterizzata da anomalie e irregolarità nell'ovulazione. In questa fase le donne tendono a ovulare meno frequentemente e le mestruazioni sono più distanziate: ciò riduce le possibilità di concepimento, ma si può comunque restare incinta.

Gravidanza a rischio

Le donne over 40 hanno maggior probabilità di soffrire di pressione alta in gravidanza, diabete gestazionale e altre complicanze. Inoltre aumenta anche il rischio di aborto spontaneo, oltre che di avere un bambino con Sindrome di Down: una donna di 35 anni ha circa una probabilità su 350 di avere un bambino con sindrome di Down; il rischio sale a 1 a 100 a 40 anni per raggiungere 1 a 30 per le donne di 45 anni.

La crioconservazione degli ovuli

Negli ultimi anni è cresciuto esponenzialmente il ricorso alla crioconservazione degli ovuli, una pratica che prevede di congelare gli ovuli negli anni fertili per poi impiantarli nell'utero anche a 40 anni. E' una scelta che viene fatta non solo dalle donne che vogliono aspettare tempi maturi per realizzarsi sul lavoro o per trovare il partner giusto prima di diventare madre, ma anche dalle donne che hanno un tumore e devono sottoporsi a trattamenti medici che possono impattare sulla capacità di procreare in futuro.

Come migliorare l'ovulazione dopo i 40 anni

Ci sono alcuni accorgimenti e cambiamenti nello stile di vita che possono aumentare l'ovulazione in modo naturale.

Ecco 5 consigli per aumentare le probabilità di restare incinta a 40 anni:

  1. mantenersi in forma fisica
  2. smettere di fumare
  3. assumere acido folico e vitamina D
  4. monitorare il ciclo mestruale
  5. avere rapporti sessuali a giorni alterni.

 

Mantenersi in forma

Fare esercizio fisico, mangiare bene e mantenere un peso corporeo stabile sono tutte regole di buon senso che possono migliorare la salute e anche l'ovulazione. Le donne obese possono avere livelli troppo elevati di estrogeni e ciò può contribuire ad avere problemi di fertilità; al contrario essere troppo magre può provocare un'interruzione dell'ovulazione.

Smettere di fumare

Il fumo invecchia di 10 anni in termini di fertilità e indubbiamente ha effetti negativi anche sulla salute e s una gravidanza futura.

Assumere vitamina D e acido folico

Entrambi sono consigliati per le donne che sono in cerca di una gravidanza. L'acido folico va assunto sin dai primi giorni di gravidanza – quindi è indispensabile cominciare ad prendere un integratore mentre si tenta di restare incinta – per evitare malformazioni del tubo neurale nel feto, come la spina bifida; mentre diversi studi hanno dimostrato che un deficit della vitamina D può favorire l'insorgenza di diverse problematiche che possono influire sulla fertilità, come l'insufficienza ovarica prematura, la sindrome dell'ovaio policistico, i miomi, l'endometriosi.

Monitorare il ciclo mestruale

Per aumentare le probabilità di rimanere incinta a 40 anni è importante tenere un diario o un calendario del ciclo mestruale cercando di valutarne la regolarità e di individuare i giorni fertili del mese, quelli in cui sta sta ovulando. In un ciclo regolare della durata di 28 giorni, l'ovulazione avviene intorno al 14esimo giorno. L'ovulo può essere fecondato per 24 ore, mentre gli spermatozoi possono essere vitali anche fino a 4 giorni, quindi l'ideale è avere rapporti nel giorno dell'ovulazione e in quelli immediatamente precedenti.

Avere rapporti sessuali frequenti

Gli esperti consigliano di avere rapporti a giorni alterni, soprattutto se il ciclo è irregolare. In questo modo si riuscirà più facilmente ad aumentare le probabilità di successo.

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli