Home Concepimento Rimanere incinta

Fecondazione in vitro, mare e sole aumentano le probabilità di successo

di Concetta Desando - 19.08.2014 - Scrivici

spiaggia-fecondazione-in-vitro.600
Trascorrere l’estate sulla spiaggia aumenta le probabilità di concepire tramite la fecondazione in vitro. È la scoperta di uno studio condotto dall'Ospedale Maggiore Policlinico e dall’Istituto scientifico San Raffaele di Milano, secondo cui livelli bassi di vitamina D sono un fattore di infertilità  

Passare l'estate in spiaggia aiuta chi si sta sottoponendo alla fecondazione in vitro ad avere più successo.

È la scoperta di uno studio condotto dall'Ospedale Maggiore Policlinico e dall’Istituto scientifico San Raffaele di Milano, secondo cui livelli bassi di vitamina D sono un fattore di infertilità. La ricerca, pubblicata sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, ha rilevato che le donne con una carenza di vitamina D hanno quasi la metà delle possibilità di concepire tramite la fecondazione in vitro rispetto a quelle che hanno livelli normali (20 ng/ml, ma 30 ng/ml sono raccomandati).

“Queste ultime – spiega uno degli autori dello studio, Alessio Paffoni – hanno più probabilità di produrre embrioni di alta qualità e più probabilità di rimanere incinte rispetto alle altre”: l’ipotesi è dunque che la vitamina D sia coinvolta nella produzione degli ovuli e nell’impianto dell’embrione in utero. E quindi, poiché la vitamina D, oltre che poter essere assunta per via alimentare, viene sintetizzata dall’organismo grazie all’esposizione al sole… tutte al mare!

Per scambio informazioni, consigli, condivisione entra nella sezione del Forum Concepimento

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli