Home Concepimento Rimanere incinta

Ipofisi o ghiandola pituitaria: che cos'è e a cosa serve

di Sara Sirtori - 13.10.2020 - Scrivici

ipofisi
Fonte: Shutterstock
L'ipofisi o ghiandola pituitaria è una piccola ghiandola che svolge un ruolo importante nella regolazione delle funzioni vitali del corpo e del benessere generale. Vediamo quali sono le sue funzioni e perché è importante.

Ipofisi o ghiandola pituitaria: la ghiandola principale del corpo

L'ipofisi o ghiandola pituitaria è una piccolissima struttura anatomica con un'enorme importanza biologica. È indicata come la "ghiandola principale" del corpo perché controlla l'attività della maggior parte delle altre ghiandole secernenti ormoni.

In questo articolo

Ipofisi: che cos'è

Nonostante dimensioni simili ad un fagiolo ed un peso praticamente irrisorio (poco più di mezzo grammo), l'ipofisi controlla in prima persona la funzionalità di numerosi organi, tra cui tiroide, porzione corticale dei surreni e gonadi (ovaie e testicoli).
L'ipofisi, inoltre, partecipa alla regolazione del metabolismo idrico, alla secrezione lattea e alla crescita corporea.

Ipofisi: dove si trova?

La ghiandola pituitaria è una piccola ghiandola che si trova nella sella turcica ("sella turca"), una cavità ossea alla base del cranio, sotto il cervello e dietro il ponte del naso. La ghiandola pituitaria ha due parti principali, la ghiandola pituitaria anteriore e la ghiandola pituitaria posteriore. La ghiandola è attaccata a una parte del cervello (l'ipotalamo) che controlla la sua attività. La ghiandola pituitaria anteriore è collegata al cervello da vasi sanguigni corti. La ghiandola pituitaria posteriore è in realtà parte del cervello e secerne ormoni direttamente nel flusso sanguigno sotto il comando del cervello.

Ipofisi: quali sono le sue funzioni?

La ghiandola pituitaria è chiamata "ghiandola principale" in quanto gli ormoni che produce controllano tanti processi diversi nel corpo. Rileva i bisogni del corpo e invia segnali a diversi organi e ghiandole in tutto il corpo per regolare la loro funzione e mantenere un ambiente appropriato. Secerne una varietà di ormoni nel flusso sanguigno che agiscono come messaggeri per trasmettere informazioni dalla ghiandola pituitaria a cellule distanti, regolando la loro attività. Ad esempio, la ghiandola pituitaria produce prolattina, che agisce sul seno per indurre la produzione di latte.

La ghiandola pituitaria secerne anche ormoni che agiscono sulle ghiandole surrenali, tiroide, ovaie e testicoli, che a loro volta producono altri ormoni. Attraverso la secrezione dei suoi ormoni, la ghiandola pituitaria controlla:

  • il metabolismo
  • la crescita
  • la maturazione sessuale
  • la riproduzione
  • la pressione sanguigna

e molte altre funzioni e processi fisici vitali

Quali ormoni produce l'ipofisi?

La ghiandola pituitaria anteriore produce i seguenti ormoni e li rilascia nel flusso sanguigno:

  • ormone adrenocorticotropo, che stimola le ghiandole surrenali a secernere ormoni steroidei, principalmente cortisolo
  • ormone della crescita, che regola la crescita, il metabolismo e la composizione corporea
  • ormone luteinizzante e ormone follicolo stimolante, noto anche come gonadotropine. Agiscono sulle ovaie o sui testicoli per stimolare la produzione di ormoni sessuali e la maturità delle uova e dello sperma
  • prolattina, che stimola la produzione di latte
  • ormone stimolante la tiroide, che stimola la ghiandola tiroidea a secernere ormoni tiroidei


Ciascuno di questi ormoni è prodotto da un tipo separato di cellula all'interno della ghiandola pituitaria, ad eccezione dell'ormone follicolo-stimolante e dell'ormone luteinizzante, che sono prodotti insieme dalla stessa cellula.

Due ormoni sono prodotti dall'ipotalamo e quindi immagazzinati nella ghiandola pituitaria posteriore prima di essere secreti nel flusso sanguigno. Questi sono:

  • ormone antidiuretico (chiamato anche vasopressina), che controlla l'equilibrio idrico e la pressione sanguigna
  • ossitocina, che stimola le contrazioni uterine durante il travaglio e la secrezione di latte durante l'allattamento


Tra l'ipofisi anteriore e l'ipofisi posteriore si trova la ghiandola pituitaria intermedia. Le cellule qui producono:

  • ormone stimolante i melanociti, che agisce sulle cellule della pelle per stimolare la produzione di melanina

Cosa succede se l'ipofisi non funziona correttamente?

La ghiandola pituitaria è una ghiandola importante del corpo e gli ormoni che produce svolgono svariati compiti e regolano la funzione di molti altri organi. Ciò significa che i sintomi che si verificano quando la ghiandola pituitaria smette di funzionare correttamente possono essere diversi, a seconda dell'ormone interessato.

Le condizioni che colpiscono direttamente la ghiandola pituitaria possono essere suddivise in tre categorie principali:

  1. Condizioni che inducono la ghiandola pituitaria a produrre una quantità eccessiva di uno o più ormoni. Gli esempi includono acromegalia, malattia di Cushing e prolattinoma.
  2. Condizioni che inducono la ghiandola pituitaria a produrre una quantità insufficiente di uno o più ormoni. Gli esempi includono deficit dell'ormone della crescita ad esordio nell'adulto, diabete insipido e ipopituitarismo.
  3. Condizioni che alterano le dimensioni e / o la forma della ghiandola pituitaria. Gli esempi includono la sindrome della sella vuota.


Un tipo di cellula può dividersi e quindi formare un piccolo nodulo benigno, noto come tumore, e il paziente può quindi soffrire degli effetti di una quantità eccessiva di ormone che la cellula produce. Se il tumore diventa molto grande, anche se ancora benigno, può schiacciare le cellule circostanti e impedirne il funzionamento (ipopituitarismo), oppure spingere verso l'alto e interferire con la visione - un difetto del campo visivo. Molto occasionalmente, il tumore può espandersi lateralmente e causare una visione doppia poiché colpisce i nervi che controllano i movimenti oculari. Va sottolineato che anche quando questi tumori sono grandi, molto raramente si diffondono ad altre parti del corpo.

Fonte per questo articolo: 

You and your hormones: Pituitary gland

Domande e risposte

I problemi di tiroide hanno ripercussioni sulla fertilità?    

Le malattie della tiroide possono alterare la fertilità e rappresentare un ostacolo per la gravidanza. Con una corretta valutazione, queste alterazioni possono essere ridotte in modo significativo.

Cosa comporta un'insufficienza ipotalamo-ipofisaria?    

Le donne con questa condizione non hanno alcun flusso mestruale (amenorrea) e presentano bassi livelli di gonadotropine (ormoni come FHS o LH, prodotti dall'ipofisi) e di estrogeni. I livelli di prolattina risultano invece nella norma.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli