Home Concepimento Rimanere incinta

Sul test di gravidanza c’è una ghost line: che cosa è e come va interpretata

di Viola Stellati - 17.11.2022 - Scrivici

ghost-line-test-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Ti sei sottoposta a un test di gravidanza ed è comparsa una ghost line? Qui trovi la spiegazione su cos'è esattamente e su come interpretarla

Ghost line: che cosa è e come interpretarla

Che sia perché si voglia mettere al mondo un bambino, o per verificare la presenza o meno di una gravidanza indesiderata, ma a tutte le donne, prima o poi, capita di fare un test per vedere se si è incinta. Può succedere, tuttavia, che questo presenti una ghost line: che cosa è esattamente? E come va interpretata?

In questo articolo

Test di gravidanza con ghost line: quando succede

La ghost line che può comparire sui test di gravidanza, in italiano viene chiamata linea di evaporazione. In poche parole, non è altro che una riga sbiadita e incolore che appare al posto della striscia che indica che siamo in dolce attesa.

Quello che ci si ritrova davanti, quindi, è un risultato che sembrerebbe dubbio e che mette ancora più in crisi chiunque stia cercando la risposta alla domanda: "sono incinta"?

La prima cosa da sapere è che la ghost line è un fenomeno molto raro. Nella maggior parte dei casi, infatti, appare per i seguenti motivi:

  • il test non è stato eseguito correttamente;
  • la lettura del risultato è avvenuta oltre il tempo massimo indicato;
  • il test si è bagnato in maniera eccessiva e quindi non funziona bene.

È una ghost line o no? Come interpretare il risultato

Oltre ad accadere piuttosto raramente, la ghost line può essere anche il risultato di condizioni ben precise. Quando si è all'inizio di una gravidanza, infatti, nelle urine potrebbe essere presente pochissimo beta hCG, ossia una frazione dell'ormone prodotto dalla placenta per garantire un ambiente idoneo allo sviluppo del feto. Tutto questo per dire che la striscia che compare a indicare un risultato positivo potrebbe essere anche debole. La differenza con la ghost line, però, sta proprio qui: il colore non compare affatto, al punto da sembrare più una macchia d'acqua. Una linea positiva e che quindi indica una gravidanza, invece, presenta sicuramente una qualche sfumatura.

Ciò vuol dire che qualsiasi colorazione in un test di gravidanza indica che siamo incinte, mentre una linea di evaporazione è un risultato nullo: potrebbe essere negativo, oppure effettuato troppo presto perché l'hCG venga rilevato.

Come evitare che compaia una linea di evaporazione

La ghost line compare, a livello generale, quando il test di gravidanza non viene eseguito seguendo correttamente le istruzioni.

Oltre ad attenersi passo dopo passo ai passaggi indicati nel foglietto illustrativo, i seguenti trucchi potrebbero evitare la comparsa di una linea di evaporazione:

  1. urinare in un bicchiere prima di eseguire il test;
  2. immergerlo nella stessa pipì per la durata specificata riportata sulla confezione;
  3. controllare il risultato entro i 10 minuti.

Inoltre, è importante non utilizzare un test di gravidanza che abbia superato la data di scadenza o che sia stato conservato in un luogo non adeguato, quindi troppo caldo o eccessivamente freddo.

Un'altra soluzione è sottoporsi al test di prima mattina: l'urina di quando ci siamo appena svegliate di solito è più concentrata della pipì che facciamo durante il giorno.

In caso di incertezza, è necessario ripetere il test a distanza di qualche giorno. Infine, piuttosto che un test di gravidanza fai-da-te si può effettuare un'anslisi delle beta hCG in laboratorio.

Grazie a questo si potranno verificare i livelli dell'ormone nel sangue attraverso un prelievo ematico. C'è da dire, però, che le linee guida del Ministero della Salute non ritengono necessario il test ematico per tutte le gravidanze. Anzi, il consiglio è quello di aspettare la prima ecografia per confermare e datare la gravidanza.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli