Famiglia

10 dritte per sopravvivere alla suocera e vivere felici

Di Federica Baroni
suocera.180x120
4 marzo 2014 | Aggiornato il 4 aprile 2018
Spesso la suocera fa fatica a rinunciare al suo ruolo di mamma e continua a vedere suo figlio come un ragazzo da gestire. Ecco come farle capire che non è più così, senza mettere a repentaglio i rapporti familiari. I consigli sono della nota psicologa Anna Oliverio Ferraris

Quando una giovane coppia si sposa, o va a convivere e ha dei figli, si dice che mette su famiglia. Vuol dire che i due non appartengono più alla famiglia dei genitori, ma sono un nuovo nucleo familiare. Indipendente e autonomo. I giovani, non sono più figli, ma adulti e stanno per diventare (o lo sono già), genitori. Devono affrontare scelte e hanno delle responsabilità.

 

Ma non sempre il nuovo nido viene accettato. “La suocera infatti ha spesso difficoltà a rinunciare al suo ruolo di mamma e non vede il figlio come un adulto a capo di un nuovo nucleo, ma come un ragazzo ancora da gestire” spiega la psicologa Anna Oliviero Ferraris. Si ha così il caso della suocera che vuole (lei pensa) dare una mano, ma che in realtà si intromette nella nuova famiglia. Il risultato è ovvio: entra in conflitto con la nuora, che vede il suo ruolo di moglie invaso senza diritto.

 

1) Se alla suocera avete deciso di affidare i vostri bambini, prima concordate con vostro marito la vostra comune linea educativa

Uno dei motivi di contrasto con la suocera è la gestione dei nipoti. Lei ha cresciuto vostro marito e si sente autorizzata a fare lo stesso con suo nipote. Ma i suoi principi educativi magari sono diventati un po’ antiquati e diversi dai vostri.

 

“La cosa da fare” dice l'esperta è “mettere in chiaro insieme al partner quali devono essere le linee guida dell'educazione dei figli”, dal cibo (che cosa il piccolo non può mangiare), al sonno (come e quando deve andare a letto e quanto deve dormire), alla televisione (quanto tempo può guardarla, quali cartoni)...

 

“Quando stilate questo elenco di regole assicuratevi che vostro marito partecipi attivamente e non annuisca superficialmente” raccomanda Anna Oliviero Ferraris.

 

2) Quindi comunicate alla suocera le regole educative con tono calmo e sereno

Una volta che avete chiare le regole per vostro figlio, condivise e appoggiate dal vostro partner, potete presentarle alla suocera e chiederle di attenervisi il più possibile. Sarebbe bene parlargliene insieme a vostro marito, spiegandole che le avete stabilite in due e che non vanno messe in discussione.

 

Dovete credere in quello che avete deciso per il bene del bambino. Se siete sicure di voi stesse e delle vostre scelte avrete un atteggiamento calmo e sereno, di chi sa essere dalla parte del giusto. La suocera percepirà questo atteggiamento e sarà meno propensa a mettervi in discussione.

 

3) Non fate un dramma però se la suocera trasgredisce ogni tanto alle regole

“Accettate come normale se vostra suocera fa degli strappi alle regole che le avete dato” raccomanda la psicologa, “lasciarle un po' di libertà è fondamentale per il buon rapporto”.

 

Un biscotto in più o andare a letto più tardi quando si va a dormire dalla nonna non valgono una guerra, molto meglio lasciar correre. Inoltre ai bambini sperimentare “stili diversi” può far bene. I piccoli sono perfettamente in grado di capire che quello che si fa a casa della nonna è diverso da quello che si fa con i genitori.

 

Certo non dovete delegarle totalmente la gestione dei figli, altrimenti sarà molto più difficile pretendere che segua le vostre regole se poi di fatto è lei che li cresce. (Leggi anche: bambini, come insegnare il rispetto delle regole)

 

4) Se invece continua a imporre il suo stile, parlatene con vostro marito... e fate parlare lui

Se vostra suocera continua a far di testa sua, non dovete iniziare una guerra solitaria contro di lei. Ma prima di tutto discutere del problema con vostro marito. E' suo figlio ed è quindi giusto chiedere il suo appoggio e capire insieme come intervenire.

 

L'importante è non aggredirlo o ritenerlo responsabile degli atteggiamenti della madre. Spiegategli senza perdere il controllo che sua madre, probabilmente abituata a comandare sulla sua vita , non riesce a farsi da parte.

 

Ma ora è la vostra vita. Avete preso in due delle decisioni e lei le deve rispettare. Deve essere lui a parlarle, dicendole che non è più il suo bambino, ma è marito e padre.

 

5) Ma siate comprensive se lui non riesce a prendere posizione e cercate di vedere la cose dal suo punto di vista

Non arrabbiatevi troppo con vostro marito se non riesce a prendere una posizione. Perché “sottotraccia c'è un ricatto affettivo della madre che lo tiene legato a sé” dice Anna Oliviero Ferraris, “soprattutto se vedova o non ha altri figli.

 

In questo caso dovete essere molto comprensive con il vostro compagno, anche lui probabilmente soffre della situazione”.

 

Leggi anche: UN BEBE' TRA VOI, RISCOPRITE LA COPPIA

 

6) E allora che si fa? Idea! Vostro suocero potrebbe essere un buon mediatore. Oppure una zia

Se il vostro compagno non riesce proprio a dialogare con sua madre, potete suggerirgli di parlare col padre. Spesso il suocero può essere un buon mediatore.

 

I padri vivono in maniera diversa il distacco del figlio adulto dal proprio nucleo familiare. Sono più obiettivi e possono aiutare la moglie a prendere coscienza che il suo ruolo rispetto al figlio è cambiato.

 

Se il suocero non c'è più o non è adatto potete chiedere una mano a una zia o a un'altra persona vicina a vostra suocera.

 

Leggi anche: 10 FRASI CHE UNA SUOCERA NON DOVREBBE MAI DIRE A UNA NUORA

 

7) Nulla di quanto sopra ha funzionato? Avete ancora due frecce al vostro arco: l'ironia e l'empatia - cioè fatele venire in mente quando anche lei era nuora

Certamente anche voi potete fare qualcosa per arginare la suocera. Ma mai litigando o arrabbiandovi davanti a lei. Così rischiate di passare dalla parte del torto. Meglio ricorrere a strategie alternative basate sull'ironia.

 

Per esempio potreste chiedere a vostra suocera di immedesimarsi nella vostra situazione e chiederle scherzosamente: “Quando eri giovane, com'erano i rapporti con tua suocera? Andavate d'accordo?”.

 

“Mostratevi interessate alla sua vita da nuora, forse anche lei ha vissuto una situazione analoga alla vostra. E nel raccontarvi il suo passato potrebbe aiutarla a capire che ora il suo ruolo è cambiato” spiega l'esperta.

 

8) E se un po' troppo spesso entra in casa senza preavviso? Ditele che stavate proprio per uscire in quel momento. Che peccato! Ripetete la scena anche le volte successive finché non demorderà

Spesso il comportamento della suocera è molto prevedibile. Quindi preparatevi delle mosse per evitare le intrusioni che vi irritano di più. Pensare a mente fredda come rispondere alla suocera, vi aiuterà a reagire in modo diplomatico ed eviterà di farvi perdere il controllo e di scontrarvi con lei (cosa da evitare sempre!).

 

Ad esempio se vostra suocera spesso vi piomba in casa senza preavviso e la cosa vi infastidisce studiatevi una piccola scenetta da attuare ogni volta che arriva. Ad esempio ditele che stavate proprio per uscire, che peccato, avreste fatto volentieri due chiacchiere con lei, ma avete un appuntamento che non potete proprio rinviare, anzi siete in ritardo.

 

Inventate espedienti di questo tipo per scoraggiare gli atteggiamenti più intrusivi.

 

9) "Come sei brava tu a fare le lasagne non è capace nessuno..." Ricordatevi che la suocera va anche un po' motivata e adulata nei suoi punti forti

Un'altra strategia è quella di cederle un'area dove può comandare lei senza che la cosa vi dia troppo fastidio. La suocera infatti non sopporta di essere comandata dalla nuora.

 

“Allora meglio lasciarle piena autonomia, ma solo in un compito” suggerisce Anna Oliviero Ferraris. Ad esempio: si può occupare di accompagnare i bambini in piscina, o, se è brava a cucinare, può preparare la torta di compleanno oppure aiutare i bambini nei compiti.

 

Quindi cercate di sfruttare le sue competenze a vostro vantaggio (ci sarà qualcosa che sa fare meglio di voi!)

 

10) Se proprio niente ha funzionato, allora esercitatevi nel pensiero positivo e nel rafforzamento della vostra autostima come moglie e madre

Vostra suocera è la mamma dell'uomo che amate e probabilmente i suoi atteggiamenti invasivi sono a fin di bene. Vale la pena arrabbiarsi e rovinare l'armonia familiare? Ogni tanto è meglio lasciar correre.

 

Voi dovete essere sicure di voi stesse e delle vostre scelte di vita. Non fatevi mettere in crisi se a lei non piace come vestite i bambini o come arredate la casa... Voi siete giovani e state facendo il meglio per la vostra famiglia, lei rappresenta un'altra generazione, è normale che non capisca tutte le vostre idee.

 

L'armonia familiare è più importante che cercare di modificare una persona che difficilmente cambierà.

 

Quindi non prendetevela, vivete le sue bizzarrie con ironia e ogni tanto fate qualcosa per lei: andate a trovarla vestendo i piccoli come piace a lei, andate a messa insieme se sapete che ci tiene... Spesso piccoli sforzi di questo genere danno grandi risultati!