Home Famiglia Adozione

Cos'è il bonus adozioni e come ottenerlo?

di Ines Delio - 09.07.2024 - Scrivici

bonus-adozioni
Fonte: Shutterstock
Dall'8 luglio si può richiedere il bonus adozioni: quali sono i requisiti per ottenerlo? Come ed entro quando presentare la domanda? A quanto ammonta?

In questo articolo

Cos'è il bonus adozioni e perché è stato istituito?

Il bonus adozioni è un contributo istituito per sostenere le famiglie che hanno iniziato le procedure di adozione internazionale non ancora concluse al 1° gennaio 2024 a causa di specifiche condizioni di criticità dovute alle problematiche e ai rallentamenti conseguenti alla pandemia di COVID-19 e alle particolari situazioni geopolitiche che caratterizzano i rapporti con alcuni Stati. Ecco chi può richiederlo, a quanto ammonta, come ed entro quando presentare la domanda.

Chi può richiedere il bonus adozioni?

Il Decreto del Ministro per Famiglia, la Natalità e le Pari Opportunità è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 165 del 27 giugno 2024 e ha lo scopo di aiutare le coppie che hanno iniziato l'iter di adozione a partire dal 30 gennaio 2020. Si tratta di un aiuto concreto per coloro che si trovano alle prese con le spese legate all'adozione e con una serie di difficoltà in cui ci si può imbattere durante questo percorso che può essere lungo e complesso. Secondo la stima del governo, sono complessivamente 980 le coppie che possono accedere al contributo.

Nello specifico, possono richiedere il contributo economico per il sostegno dei percorsi adottivi:

  • le coppie che hanno iniziato l'iter di adozione nel periodo precedente alla crisi pandemica - 30 gennaio 2020, data della dichiarazione dello stato di emergenza internazionale di salute pubblica dell'Organizzazione Mondiale della Sanità - e che, alla data del 1° gennaio 2024, non avevano ancora concluso l'iter di adozione con l'autorizzazione all'ingresso del minore adottato in Italia
  • le coppie che hanno avviato le adozioni nei Paesi ritenuti "critici", ossia: Cina, Ucraina, Federazione Russa, Bielorussia. Anche in questo caso, l'iter adottivo non deve essere stato ancora concluso alla data del 1° gennaio 2024

A quanto ammonta il bonus adozioni?

L'importo va da 3.500 euro a 6.500 euro, in base ai requisiti. Nello specifico:

  • 3.500 euro, per le coppie che hanno avviato la procedura prima del 30 gennaio 2020
  • 5.000 euro, se il Paese di origine dell'adozione è tra quelli considerati "critici" (Cina, Ucraina, Federazione Russa, Bielorussia)
  • 6.500 euro per le coppie che soddisfano entrambi i requisiti

Nel complesso, sono stati stanziati 4,37 milioni di euro per gli aspiranti genitori che hanno in corso procedimenti di adozione internazionale caratterizzati da situazioni di estrema criticità che hanno determinato un anomalo prolungamento dei tempi di conclusione dell'iter adottivo, con conseguente aumento di costi e disagi.

Quando e come richiedere il bonus adozioni?

Il bonus adozioni si può richiedere dalle ore 00:01 dell'8 luglio alle ore 23:59 del 5 ottobre.

La domanda può essere inoltrata dalle coppie che presentano i requisiti richiesti, esclusivamente mediante il sistema on line "Adozione Trasparente" del Dipartimento per le politiche della famiglia, tramite autenticazione con SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale) e CIE (Carta d'Identità Elettronica). È inoltre possibile inviare quesiti - esclusivamente per posta elettronica - all'indirizzo: rimborsi.cai@governo.it, non oltre 10 giorni antecedenti il termine ultimo previsto per la presentazione delle istanze di contributo, indicando nell'oggetto "quesito DM contributo".

L'istanza per la concessione del contributo deve essere corredata dal documento di identità di entrambi i coniugi in corso di validità. Saranno dichiarate inammissibili le istanze incomplete o prive delle informazioni e/o degli allegati richiesti, e non saranno prese in considerazione le domande prevenute al di fuori del termine e delle modalità indicate.

Fonti

I migliori articoli sulle adozioni

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli