Adozione

Sandra Bullock vuole adottare una bimba

sandra-bullock
15 Ottobre 2013
Secondo la stampa americana, l’attrice vorrebbe prendere in adozione una sorellina per il piccolo Louis, 3 anni, adottato nel 2010. Per questo motivo, avrebbe preso un’aspettativa da Hollywood, confermando la partecipazione al cartone animato Minions e cancellando gli altri impegni di lavoro
Facebook Twitter More

Per i giornali americani è già la superstar supermamma: Sandra Bullock sta infatti cercando di adottare un secondo figlio. Questa volta sarà una bimba, una sorellina per il piccolo Louis, 3 anni, adottato nel 2010. Che già fosse una mamma perfetta per il piccolo era cosa nota: Sandra, raccontano gli amici, gongola ogni volta che parla del suo “piccolo uomo”. E ora punta al secondo figlio: “Il sogno di Sandra sta diventando realtà – ha raccontato a Star Magazine un amico dell’attrice – Perché fare la mamma ha significato per lei più di tutto il resto. Più dell’Oscar, della carriera, del denaro… È nata per essere madre”.

E benché nel frattempo Sandra Bullock sia tornata a essere single dopo il divorzio da Jesse James, le sue instancabili attenzioni nei confronti del primo figlio adottivo le hanno spianato la strada per la seconda adozione. E per essere pronta ha preso una sorta di “aspettativa” da Hollywood: l’attrice ha in programma solo la partecipazione, come doppiatrice, nel cartone animato Minions che uscirà nel 2015, e che non le richiederà più di alcuni giorni. “Per il resto – sottolineano gli amici – la sua agenda è vuota. Sandy ha abbastanza soldi da potersi permettere di non lavorare mai più e di fare ciò che vuole nella vita”.

Leggi il nostro speciale sull'adozione

Adottare in Italia

L'adozione internazionale

L'iter per adottare

L'adozione a distanza

Storia di un'adozione internazionale

La storia di una mamma: sono stata adottata 23 anni fa

"Io, messa al mondo, ho avuto la possibilità di essere stata adottata, di essere amata , di essere felice e oggi di dare a mia volta la vita. Grazie alla mia famiglia e grazie ai miei genitori biologici, perché se mia mamma avesse abortito questo non ci sarebbe stato. Non ci sarei io, non ci sarebbe Mattia e neppure il bimbo che porto in grembo."

Leggi la storia di questa dolce futura mamma sulla sua adozione