Home Famiglia Ambiente

Acqua: una priorità per il pianeta

di Elena Berti - 04.04.2022 - Scrivici

acqua
Fonte: Shutterstock
Il 22 marzo si festeggia la giornata mondiale dell'acqua, ma la scarsità d'acqua è un problema attuale per 2 italiani su 10.

Come si fa a spiegare l'importanza dell'acqua ai bambini? Si può approfttirare della giornata mondiale dell'acqua, che si festeggia il 22 marzo. La mancanza di acqua rappresenta un problema per molti italiani, anche se sono numerosi quelli che pensano di non sprecarne. Tra questi i più piccoli, inconsapevoli dell'uso che fanno di questo bene primario. Come sensibilizzare quindi i figli all'importanza dell'acqua?

In questo articolo

L'importanza dell'acqua

E proprio in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua, l'azienda Finish e Ipsos hanno condotto insieme uno studio sull'uso dell'acqua da parte degli italiani, per conoscerne il consumo, le abitudini e ovviamente gli sprechi.

L'indagine si è svolta nel 2021 e hanno dato esiti abbastanza positivi rispetto agli anni precedenti. A quanto pare, infatti, è diminuito per esempio il numero di persone che, prima di mettere in lavastoviglie i piatti, li lava a mano. Questo dato si attesta intorno al 4%, che sul totale rappresenterebbe circa 700.000 famiglie. Se vi sembra poco, non è così: così facendo, infatti, il risparmio di acqua sarebbe di circa sei miliardi di acqua in un anno!

Lo studio mette però in evidenza ancora qualche aspetto negativo, come la scarsa percezione del proprio impatto sul consumo di acqua da parte degli italiani. Molti pensano ancora che la mancanza di acqua riguardi solo determinate fasce di popolazioni o aree del paese, o ancora alcuni periodi dell'anno. 

Tra le varie tematiche ambientali, quella dell'acqua starebbe a cuore al solo 12% degli italiani, mentre ben il 51% si interesserebbe alla presenza della plastica nel mare, o ancora il 49% al problema dell'inquinamento atmofesrico. 

Troppo scetticismo

Il problema principale è che gli italiani credono che il problema dell'acqua non sia reale, nonostante i dati siano chiari. Secondo il World Resources Institute, nel 2040 in Italia la mancanza di acqua sarà un problema diffuso e serio, ma ben il 52% degli intervistati pensa che ci sia ancora tempo per rimediare.

Addirittura, l'11% sostiene che non siano notizie attendibili, ma soltanto diffuse per creare panico. 

Tra l'altro, l'Italia è il paese europeo con il maggior consumo di acqua, con ben 220 litri pro capite al giorno (la media europea è di 165 litri).

Chi può fare la differenza

Quello dell'acqua è quindi un problema che tocca tutti, se non nell'immediato in un futuro piuttosto vicino, un domani in cui i nostri figli saranno grandi. Per questo è importante sensibilizzare tutta la famiglia a un consumo consapevole dell'acqua, sia in casa che fuori, evitandone al massimo gli sprechi. Ecco alcuni piccoli consigli che grandi e piccini possono mettere in pratica:

  • chiudere il rubinetto quando non si usa l'acqua, per esempio mentre si sciacquano i piatti o si lavano i denti
  • ridurre la durata delle docce (e limitarne il numero allo stretto necessario)
  • utilizzare elettrodomestici come lavatrice e lavastoviglie caricandole al massimo
  • preferire l'uso della lavastoviglie al lavaggio a mano (12L contro ben 110)
  • usare l'acqua di cottura o della doccia mentre si riscalda, raccogliendola, per annaffiare le piante

Questi piccoli gesti possono contribuire a sviluppare una maggior consapevolezza dell'importanza dell'acqua, soprattutto nei più piccoli.

Cosa fanno i giovani

Anche gli adolescenti devono essere coinvolti in questo processo di sensibilizzazione. Sempre secondo la ricerca Ipsos, sarebbero meno consapevoli dell'importanza dell'acqua ma sarebbero anche più propensi a mettere in pratica buone abitudini per evitare gli sprechi, per riciclare e riguardo ad altre tematiche ambientali. Se certi temi sono quindi acquisiti grazie a una buona informazione, personale e sociale, manca ancora consapevolezza sul rischio legato alla scarsità d'acqua

È importante sensibilizzare adulti, ragazzi e bambini al tema dell'acqua: non solo il 22 marzo ma tutto l'anno, mettendo in pratica buone abitudini per preservarla ed evitare gli sprechi. 

Aggiornato il 18.03.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli