Home Famiglia Ambiente

Tessuti eco-sostenibili per l'abbigliamento dei bambini

di Elena Berti - 07.03.2022 - Scrivici

tessuti-ecologici-bambini
Fonte: Shutterstock
Tessuti ecologici bambini: come si riconoscono, quali preferire, quali sono le certificazioni, dove comprarli e quali materiali scegliere.

Tessuti ecologici bambini

Il mondo sta cambiando e non per forza in meglio: l'emergenza climatica ci riguarda tutti e dovremmo fare in modo di partecipare a un'inversione di rotta in maniera diretta, anche compiendo scelte più consapevoli nel nostro quotidiano. Per esempio, essere genitori green può contribuire a garantire un futuro migliore ai nostri figli. Anche scegliere tessuti ecologici bambini, quindi, può fare la differenza. 

In questo articolo

Cosa sono i tessuti eco-sostenibili

Cosa significa però che un tessuto è ecologico o eco-sostenibile? Molti genitori temono che voglia dire spendere un sacco di soldi per capi costosi prodotti in Italia da grandi brand, ma non è proprio così. Ecologia ed eco-sostenibilità nell'abbigliamento hanno fondamentalmente due pilastri: 

  • la loro produzione ed eventuale smaltimento sono rispettosi dell'ambiente
  • si tratta di prodotti sicuri per la pelle dei bambini

Prima di acquistare abiti per i vostri figli, quindi, non fermatevi all'etichetta cotone organico ma andate oltre. 

Tessuti sostenibili

Sostenibile significa che ha il minor impatto possibile sull'ambiente, sia dal punto di vista produttivo che poi del ciclo di vita del prodotto stesso. Bisogna quindi tenere in considerazione sia il modo in cui il tessuto viene realizzato, per esempio se i campi di cotone sono coltivati in maniera etica, senza sfruttamento di persone, in terreni adatti, poi se le fabbriche in cui il cotone viene processato rispettano gli standard ambientali e lavorativi, infine se la sua distribuzione è a km0 oppure altamente inquinante. 

Tessuti ecologici

Ovviamente esistono poi degli standard che tengono conto della qualità dei tessuti, che per essere ritenuti ecologici devono solitamente ottenere delle certificazioni e rispettare processi di coltivazione e produzione ben definiti. 

Certificazioni dei tessuti eco-sostenibili

Per riconoscere i capi realizzati in maniera eco-sostenibile da acquistare per i vostri figli, potete controllare la presenza delle seguenti (alcune o tutte) certificazioni: 

  • Eu-Ecolabel: si tratta di un marchio europeo che testimonia il ridotto impatto ambientale per tutto il ciclo di vita del prodotto
  • Global Organic Textile Standard: il GOTS è assegnato ai prodotti tessili biologici che rispettano gli standard ambientali e sociali applicati a tutti i livelli di produzione, dalla coltivazione alla vendita
  • Oeko-Tex: si tratta di un sistema di controllo applicato a tutte le fasi di produzione che certifica l'assenza di sostanze dannose per la salute
  • Oeko-Tex STeP: riguarda invece la sostenibilità del processo produttivo da un punto di vista ambientale e sociale
  • Oeko-Tex Made in Green: si occupa di tracciare i tessuti sostenibili, i quali hanno un QR code che permette di ricostruire tutta la produzione dell'articolo
  • Ecocert: i prodotti a marchio Ecocert sono realizzati con materiali organici coltivati secondo standard precisi
  • Naturtextil: è il marchio di qualità europea che ha standard molto rigidi, non ammette elastane, sbiancanti ottici e immersione nella soda caustica
  • Global Recycle Standard: viene assegnata ai prodotti realizzati con materiale riciclato

Iniziate a leggere le etichette dei prodotti che comprate: se contengono una o più di queste certificazioni avete la garanzia che i tessuti con cui sono prodotti i vestiti dei vostri figli rispettano standard di sostenibilità e ambiente. 

Quali sono i tessuti eco-sostenibili per l’abbigliamento bambini

Andando più nel dettaglio, quali tessuti è meglio scegliere se si vogliono acquistare capi eco-sostenibili? Quali sono cioè quei tessuti che non solo vengono coltivati e poi lavorati secondo standard ambientali elevati, ma il cui intero ciclo di vita ha un impatto minore e non rappresenta rischi per la salute dei bambini? 

Ecco un lista dei migliori tessuti per l'abbigliamento dei piccoli

Lino

Il lino è un tessuto naturale che si ricava a partire dall'omonima pianta. Coltivarla impiega molte meno risorse rispetto a quelle di altri tessuti, ancora meglio se si tratta di coltivazione biologica. È ideale per l'abbigliamento estivo, ma anche per la biancheria. 

Canapa

Anche la coltivazione della canapa, antichissima, ha un impatto ambientale molto basso perché cresce facilmente anche con poche risorse. Dalla pianta si ricava un tessuto che somiglia al lino, molto fresco, morbido e anallergico.

È importante scegliere cotone biologico, dato che la coltivazione classica è altamente inquinante e, in alcuni casi, piena di sostanze nocive. L'agricoltura intensiva di cotone non bio crea danni a terreni, ambiente e popolazione, per questo è fondamentale, quando si acquistano capi in cotone, sceglierli certificato bio. 

Altri tessuti eco-sostenibili

La lana, pur essendo naturale, pone dei dubbi riguardo al modo di procurarsela, col maltrattamento degli animali. Anche in questo caso, è bene verificare che si tratti di lana da allevamenti etici e sostenibili. Esistono poi tessuti sintetici riciclati, che negli ultimi anni stanno prendendo campo: anziché essere buttati, vecchi abiti in poliestere, nylon o acrilico vengono riciclati per produrre nuovi capi. Si tratta comunque di prodotti che non potranno essere smaltiti e che sono meno delicati sulla pelle dei bambini, anche a causa delle colorazioni che spesso non sono naturali. 

Scegliere capi in tessuti ecologici per i bambini è una scelta non soltanto amica della salute dei nostri figli, ma anche dell'ambiente. 

Aggiornato il 19.02.2022

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli