Gatti

I benefici per tutta la famiglia di avere un gatto

Di Sara Sirtori
gattifamiglia.600
2 dicembre 2019
Avere un gatto in famiglia comporta molti benefici: riduce lo stress, migliora la salute mentale e riduce la possibilità di malattie cardiovascolari. Il gatto è un compagno affettuoso e un prezioso amico dei bambini: averne uno in casa porterà tanta felicità e terrà compagnia a tutta la famiglia.

Alcune ricerche mostrano che vedere immagini di gattini può migliorare istantaneamente il tono dell’umore umore e portare a emozioni positive. Ecco perché non sorprende scoprire che avere un gatto comporta una serie di notevoli benefici per la salute mentale, emotiva e sociale.

 

 

 

 

 

 

Diventerai più intelligente

 

 

Nel 2010 uno studio condotto dall'Università di Bristol ha scoperto che i proprietari di gatti hanno maggiori probabilità di avere un'istruzione universitaria rispetto agli amanti dei cani.

 

Nel 2014 i ricercatori del Wisconsin hanno condotto un altro studio che ha mostrato gli stessi risultati.

 

Naturalmente, questo non significa che possedere un gatto ti renderà automaticamente intelligente. Solo che i gatti sono animali autosufficienti che non hanno bisogno della stessa attenzione dei cani. Passerai meno tempo a dedicare attenzione verso di loro, e potrai dedicare quel tempo a te stesso.

 

 

Sarai più eco-friendly

 

 

Se ti interessa vivere una vita ecologica, allora sarai felice di sapere che possedere un gatto può ridurre significativamente il tuo impatto ambientale rispetto a possedere un cane.

 

Secondo uno studio del 2009, possedere un singolo cane significa che avrai lo stesso impatto ambientale di qualcuno che guida un Land Cruiser per tutta la vita. D'altra parte, possedere un gatto significa che avrai lo stesso impatto ambientale di qualcuno che guida una piccola berlina. Questo perché i gatti mangiano meno e non hanno bisogno di tante cure.

 

 

 

Avrai un cuore più sano

 

 

I proprietari di gatti hanno una migliore salute cardiaca: questo perché i gatti sono meno stressanti da gestire. Non richiedono la stessa attenzione e lo sforzo della gestione di un cane, inoltre accarezzare un gatto è un'attività facile e rilassante.

 

Uno studio mostra che se possiedi un gatto hai il 30% in meno di probabilità di soffrire di un ictus o di un infarto, proprio perché i gatti sono animali rilassati e rilassanti.

 

 

 

Ti aiuterà a fare nuove amicizie

 

 

I dati di ricerca dello studio "Pet Factor" indicano che possedere un animale domestico può servire da catalizzatore per cui alcuni adulti hanno bisogno di rompere il ghiaccio e stabilire connessioni con gli altri. Ecco perché scoprirai che i proprietari di animali domestici tendono a fare amicizia con altri proprietari di animali domestici.

 

L'obiettivo di questo studio era di determinare la relazione tra animali domestici e legame sociale nell'uomo. Fondamentalmente, lo studio ha scoperto che i proprietari di gatti tendono a rimanere con altri proprietari di gatti e lo stesso vale per gli amanti dei cani.

 

 

 

Un grande compagno

 

 

C'è uno stereotipo comune che rispetto ai gatti, i cani siano più affettuosi. Tuttavia, questo non è necessariamente vero. Ecco perché la maggior parte delle donne preferisce i gatti come compagni rispetto ai cani a meno che non stiano cercando un animale domestico a fini di protezione.

 

Uno studio austriaco del 2003 dimostra che i gatti tendono a restituire la gentilezza e l'affetto che mostri loro.

 

 

 

Meno allergie

 

Che tu soffra o meno di allergie o meno, se prevedi di avere figli, potrebbe essere una buona idea optare per un gatto anziché un cane. Questo perché il National Institute of Health ha condotto uno studio nel 2009 che ha dimostrato che l'esposizione ai gatti prima dell'età di uno può effettivamente ridurre le possibilità di sviluppare allergie in seguito nel corso della vita.

 

Non solo, ma la frequente esposizione agli animali domestici durante gli anni formativi può proteggere il tuo bambino non solo dalle allergie agli animali domestici ma dalle allergie all'erba, all'ambrosia e agli acari della polvere.

 

 

 

 

 

Riduce lo stress e migliora l’apprendimento

 

I bambini che hanno un gatto risultano molto più rilassati e meno stressati: secondo Gail F. Melson, professore della Purdue University e autore di Why the Wild Things Are: Animals in the Lives of Children, i bambini che mentre fanno i compiti hanno intorno un animale domestico, risultano più invogliati a studiare e lo fanno con maggiore profitto, in quanto il loro grado di stress è notevolmente ridotto.

 

 

 

Recupero rapido dai traumi

 

 

Ci sono numerosi studi che supportano l'idea che la semplice presenza di un gatto possa avere effetti meravigliosi sul nostro benessere generale . Non solo, i gatti possono essere utili per aiutarti a superare eventi traumatici.

 

Ad esempio, gli studi hanno dimostrato che i malati di PTSD (stress post traumatico) e i pazienti post-chirurgici hanno scoperto che avere gatti intorno li faceva sentire meglio e potrebbe anche aver accelerato il loro recupero.

 

 

 

Migliora il sistema immunitario

 

Probabilmente ti starai chiedendo come ciò sia possibile considerando che i gatti possono causare allergie, ma la verità è che il pelo di animale domestico può aumentare significativamente il tuo sistema immunitario. Questo perché stimola l'organismo a sviluppare resistenza contro gli irritanti che possono portare all'asma e ad altri tipi di reazioni allergiche.

 

La parte migliore è che i bambini che crescono intorno agli animali hanno meno probabilità di soffrire di allergie rispetto ai bambini che hanno solo animali domestici introdotti più avanti nella loro vita.

 

 

Nei momenti tristi fornisce supporto affettivo

 

In uno studio dell’Indiana University of Pennsylvania è stato chiesto ai bambini cosa facciano quando si sentono tristi. La risposta da parte dei bambini che hanno un gatto è stata che nei momenti di difficoltà o di tristezza trovano supporto affettivo nel proprio animale domestico.

 

 

Colesterolo più basso

 

Sappiamo tutti che alti livelli di trigliceridi e colesterolo possono aumentare il rischio di infarto e di solito sono un precursore di ictus, malattie renali, malattie del fegato e diabete di tipo 2.

 

È interessante notare che i gatti possono effettivamente aiutarti a mantenere equilibrati i livelli di colesterolo e trigliceridi. Uno studio del "Medical Journal of Australia" mostra che i proprietari di animali domestici hanno livelli più bassi di pressione sanguigna, colesterolo e trigliceridi rispetto alle persone che non possiedono animali domestici.

 

Certo, non esiste una scienza diretta e stabilito una correlazione tra proprietà dell'animale domestico e salute migliore, ma ci sono prove sufficienti per suggerire che possedere un animale domestico incoraggi uno stile di vita più sano in generale.

 

 

 

Beneficerai di un sonno migliore

 

Non sorprende che i gatti occupino meno spazio nel letto rispetto ai cani o agli altri umani. Forse questo è uno dei motivi per cui vari studi condotti in tutto il Regno Unito hanno scoperto che le proprietarie di gatti in realtà preferiscono dormire con il loro gatto piuttosto che con il loro cane, partner o figli. Le stesse donne hanno anche riferito di dormire meglio quando dormono con il loro gatto, con solo il 20% che afferma che il loro gatto ha causato loro un disturbo durante la notte.

 

 

 

Hai un compagno per sempre

 

 

Con una durata di vita compresa tra 6 e 12 anni (e talvolta più a lungo), i gatti sono un'ottima opzione se vuoi crescere un'amicizia e una connessione a lungo termine con il tuo animale domestico. Una volta stabilito un legame, il tuo gatto sarà fedele, diventando veramente un membro della famiglia.

 

In effetti, è uno stereotipo comune che i gatti non abbiano affetto. Questo è tutt'altro che vero, poiché risulta che i gatti sono grandi compagni (studi condotti in tutto il Regno Unito). Uno studio dell'Austria del 2003 ha scoperto che per molte persone avere un gatto che vive con loro serve come l'equivalente di un partner all'interno della famiglia.

 

 

Fonti: