Home Famiglia Bonus

Bonus dipendenti 3000 euro: come averlo

di Viola Stellati - 07.08.2023 - Scrivici

bonus-dipendenti-3000-euro
Fonte: Shutterstock
Arrivano ottime notizie per le famiglie italiane: fino al 31 dicembre di quest'anno si può richiedere il bonus dipendenti 3000 euro

In questo articolo

Bonus dipendenti 3000 euro

Il Governo cerca sempre di introdurre degli incentivi per aiutare le famiglie italiane. E ultimamente si sente spesso parlare di bonus dipendenti 3000 euro e, come possiamo affermare, è diventato realtà. Sono infatti pronte le istruzioni dell'Agenzia delle Entrate per i datori di lavoro che intendono erogare ai propri dipendenti somme o rimborsi a titolo di benefit. Ma vediamo insieme di cosa si tratta e come bisogna fare per richiedere il bonus.

Bonus dipendenti 3000 euro, a chi è destinato

Il bonus dipendenti 3000 euro non è per tutti, è infatti per coloro che hanno figli a carico. Con le novità introdotte dal Decreto Lavoro, per il 2023 è stato innalzato fino a 3000 euro (al posto degli ordinari 258,23 euro) il limite entro il quale è possibile riconoscere ai dipendenti beni e servizi esenti da imposte.

Tramite questo stesso Decreto, tra le altre cose, sono stati inclusi tra i "bonus" che non concorrono a formare reddito di lavoro dipendente e anche le somme erogate o rimborsate ai lavoratori per il pagamento delle utenze domestiche di energia elettrica, acqua e gas.

Ciò vuol dire che per i dipendenti con figli a carico sono esenti dall'Irpef e dall'imposta sostitutiva sui premi di produttività, i benefit fino a 3000 euro ricevuti dal proprio datore di lavoro.

Tale bonus può essere applicato a numerosi beni e servizi, come i buoni spesa e i buoni benzina, oltre alle utenze domestiche. Non vi rientrano, tuttavia, le prestazioni elencate all'articolo 51 comma 2 del Tuir, tra cui il rimborso delle rette scolastiche, dei libri di testo, di vacanze studio e di medicina preventiva e diagnostica.

Nell'eventualità in cui la somma dovesse superare i 3000 euro, il pagamento delle tasse è previsto non sull'eccedenza ma sull'intero ammontare.

Quali sono i requisiti per ottenerlo

Come per tutte le agevolazioni, anche il bonus dipendenti 3000 euro può essere erogato in base alla presenza di alcuni precisi requisiti.

Innanzitutto, il bonus è previsto in misura intera per ogni genitore, titolare di reddito di lavoro dipendente e/o assimilato, anche in presenza di un solo figlio, purché lo stesso sia fiscalmente a carico di entrambi.

In questo senso va però specificato che per il Fisco sono considerati a carico i figli con reddito non superiore a 2.840,51 euro.

Tale limite di reddito, tuttavia, sale a 4mila euro per i figli fino a 24 anni. Inoltre, deve essere verificato al 31 dicembre di quest'anno.

Nello stesso documento è inoltre specificato che entrambi i genitori hanno diritto a questa agevolazione anche nel caso in cui si accordino per attribuire la detrazione per figli a carico per intero al genitore che, tra i due, possiede il reddito più elevato

Come richiederlo

Per richiedere il bonus dipendenti 3000 euro, è fondamentale che il lavoratore dichiari al proprio datore di lavoro di averne diritto. Deve inoltre fornirgli il codice fiscale dei figli (o dell'unico) fiscalmente a carico.

Tale dichiarazione può essere effettuata secondo modalità concordate tra le due parti. Nel caso in cui il genitore dovesse rendersi conto della mancanza dei presupposti per l'agevolazione, è tenuto a comunicare in maniera tempestiva questa informazione al suo datore di lavoro.

Quest'ultimo potrà così recuperare il beneficio non spettante nei periodi di paga successivi ed entro i termini per le operazioni di conguaglio.

Il bonus per i dipendenti con figli a carico mira a tutelare le famiglie aiutandole nell'affrontare le spese contingenti. Si tratta perciò di una buonissima notizia per tutti coloro che hanno dei figli a carico.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli