Fondo garanzia mutui

Fondo di garanzia mutui: ecco cos'é lo strumento che può aiutarti a comprare casa

Di Niccolò De Rosa
documento-firma
01 Giugno 2017
Istituito nel 2014, si tratta di un fondo per supportare i cittadini italiani nell'acquisto della prima casa, dove lo Stato si fa garante per il 50% della somma totale richiesta
Facebook Twitter More

Con la Legge di Stabilità del 2014, il Governo italiano ha messo a disposizione un interessante incentivo di cui però non tutti sono a conoscenza.

Stiamo parlando del Fondo Garanzia Mutui, uno strumento istituito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze in un Protocollo d'Intesa con ABI (Associazione Bancaria Italiana) grazie al quale, previa richiesta, i cittadini possono ottenere importanti agevolazioni per comprare casa.

 

Come funziona

Il Fondo permette allo Stato di farsi garante con le banche nelle procedure di accensione di mutui ipotecari per l'acquisto della prima casa. Tale garanzia statale può coprire fino al 50% della «quota capitale», ossia l'importo richiesto per l'acquisizione dell'immobile

 

 

Condizioni

1) Per accedere al fondo, il richiedente, alla data di presentazione della domanda di mutuo, non deve essere proprietario di altri immobili «ad uso abitativo salvo quelli acquistati per successione mortis causa, anche in comunione con altri successori, e in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli». Ciò significa che le garanzie del Fondo sono destinate solo a chi deve acquistare un immobile che funga da prima casa.

 

2) L'abitazione in questione deve trovarsi in Italia e non deve rientrare nelle categorie catastali:

- A1 (abitazioni di tipo signorile),

- A8 (ville)

- A9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici)

L'immobile inoltre non deve avere le caratteristiche di "bene di lusso"

(INFO: decreto del Ministero dei lavori pubblici in data 2 agosto 1969, n. 1072).

 

3) L'importo del mutuo non può essere superiore ai 250 mila euro e deve essere concesso da una banca che abbia aderito all'iniziativa del Protocollo d'intesa (LEGGI QUI per l'Elenco delle banche aderenti del Consap)

 

 

Categorie "privilegiate"

In caso di esaurimento di risorse del Fondo hanno accesso prioritario:

 

- giovani coppie (dove almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni)

- nuclei familiari con genitore single e figli minori

- giovani di età inferiore ai 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico

- conduttori di alloggi di proprietà degli IACP (case popolari)

 

Come fare richiesta

Per poter ottenere l'accesso al Fondo bisogna fare domanda direttamente alla Banca (o Intermediario finanziario) cui si richiede il mutuo attraverso l’apposita modulistica per la richiesta di accesso al Fondo di garanzia per la prima casa.

 

Le richieste potranno essere presentate solo dopo che la banca abbia assicurato l’operatività a favore della propria clientela (termine previsto in 30 giorni lavorativi dall’adesione della banca al Fondo) e non garantiscono l'automatica accettazione (la banca si riserva comunque il diritto di controllare il "merito creditizio"  del richiedente per stabilire se sia in grado di sostenere la rata).

 

FONTE: Mef, Abi, Consip