Casa

Le regole fondamentali per una casa a misura di bambino

casabambino
20 Febbraio 2015
Come organizzare la casa per fare in modo che sia comoda, sicura e a portata di bambino? Basta inserire arredi di piccole dimensioni, abbassare gli oggetti per lui alla sua portata e alzare quelli pericolosi, attrezzarsi di un gradino trasportabile. I consigli di Maya Azzarrà, architetto specializzato in spazi per l'infanzia.
Facebook Twitter More

«Non toccare!», «Non salire lì», «Scendi, è pericoloso». Quante volte pronunciamo queste parole in casa nostra, per evitare che i nostri figli si facciano male? Che si arrampichino proprio là dove non devono? Che tocchino oggetti delicati, rischiando di romperli e farsi del male? 


Tutta colpa dei piccoli? Non sempre.  
Maya Azzarà, architetto specializzato in spazi per l’infanzia (www.caseperbambini.it), non la pensa così: «Purtroppo le nostre case difficilmente sono pensate per ospitare dei bambini. Imparare ad accoglierli - non solo con il loro carico di oggetti, spesso ingombranti, ma anche con le loro esigenze -  è invece importante per una vita familiare serena». 


Per rendere le nostre case ‘a misura di bimbo’, ovvero comode e sicure, non c’è bisogno di ricreare l’ambiente speciale e ovattato del nido e nemmeno di rivoluzionare tutto l’arredamento spendendo molti soldi. Possono bastare piccole variazioni a costi contenuti per rendere le stanze di casa più funzionali.  «In genere i bambini sono molto contenti di trovare oggetti e spazi destinati a loro, raggiungibili e dunque facilmente utilizzabili senza l’aiuto dei grandi. Se hanno facile accesso e un’alternativa equivalente, non hanno motivo di disobbedire e prendere o danneggiare le cose degli adulti»¸ spiega Maya Azzarà, che nel suo libro «Case anche per bambini. Educare i bambini attraverso lo spazio domestico» (edizioni La Meridiana) suggerisce ai genitori tante soluzioni pratiche per non annegare nel disordine domestico, per rendere i figli più autonomi e per eliminare l’ansia che i piccoli di casa rovinino il salotto buono.  (Leggi anche 10 giochi per educare i bambini all'autonomia)
 
Le 4  regole fondamentali da rispettare per una casa davvero a misura di bimbo: 

 

1.    inserire arredi di piccole dimensioni: solo se gli arredi (tavoli, sedie, mensole) sono ad altezza di bambino si può chiedere responsabilità e partecipazione ai nostri figli, insegnando poco per volta la regola secondo cui, quando si è finito di giocare, le cose devono tornare dov’erano.
2.    non preoccuparsi se si vive in un ambiente piccolo: la casa per un bambino non è una questione di metri quadri ma di altezza. Dunque, o si abbassano gli oggetti o si trova un espediente affinché i bambini possano arrivare più in alto.
3.    Per alzare un bambino in qualsiasi occasione, si può utilizzare un rialzo o un gradino trasportabile. È indispensabile insegnare ai figli come utilizzare questi complementi, fidandoci delle loro capacità, correggendoli e verificando che imparino a farne un uso corretto. In questo modo si evita che si facciano male utilizzando, ad esempio, una sedia alta a nostra insaputa Se un bambino ha un rialzo maneggevole e che sa di poter utilizzare, ha un’alternativa ad altre trovate imprevedibili e pericolose. 
4.    Per far sì che gli spazi siano accessibili e raggiungibili anche ai più piccoli, si possono abbassare gli oggetti: ciò che appartiene agli adulti va spostato nella parte superiore dei mobili, lasciando così libero uno spazio nella fascia più vicina al pavimento, all’altezza dei bimbi e pronta per essere riorganizzata.

 

Ed ecco adesso 18 consigli pratici per rendere davvero ‘a misura di bimbo’ le nostre case: