Home Famiglia Casa

Casa: il metodo giapponese delle 5 “s” per riordinare in fretta

di Elena Berti - 09.05.2022 - Scrivici

metodo-giapponese-5-s
Fonte: Shutterstock
Metodo giapponese delle 5 "S" per mettere in ordine casa velocemente: cos'è e come seguire i cinque step per avere sempre tutto in ordine

Metodo giapponese delle 5 "S" per mettere in ordine casa velocemente

Dal Giappone arrivano sempre tradizioni e novità interessanti, che noi siamo pronti a recepire. Pensate alla moda dei manga, degli anime o dei cosplay, o ancora alle cene a base di sushi: quanti hanno resistito? Per non parlare del metodo Marie Kondo, che permette di vivere in ordine facendo scelte minimaliste secondo uno schema ben preciso. Adesso arriva il metodo giapponese delle 5 "s" per mettere in ordina casa velocemente. Scopriamolo insieme!

In questo articolo

Cos’è il metodo giapponese delle 5 “s”

Avete già provato il metodo di Marie Kondo ma vi siete scoraggiati alla prima stanza, quando avete dovuto tirare tutto fuori, decidere cosa tenere e cosa lasciare, parlare ai vestiti e via dicendo? Se in casa vostra regna ancora il caos nonostante le letture e la buona volontà, prima di affidarvi a qualcuno che può fare il vostro lavoro, provate il metodo giapponese delle 5 "s". Nato in realtà per riordinare e tenere ordinate le aziende, è stato poi trasferito anche nelle abitazioni private, dove pare che risulti infallibile. Cosa significano le cinque lettere esse? Si tratta dell'iniziale di cinque parole giapponesi: 

  • seiri, cioè classificare
  • seiton, cioè ordinare
  • seiso, cioè pulire
  • seiketsu, cioè sistematizzare
  • shitsuke, cioè disciplinare

Sembra che questo metodo sia più infallibile di qualsiasi altro. Scopriamo perché!

Come funziona il metodo di riordino delle 5 “s”

Come abbiamo già anticipato, il metodo si basa su cinque fasi fondamentali, da rispettare nell'ordine in cui le abbiamo presentate affinché funzioni. Un po' come succede per il metodo Konmari, quindi, il primo passo per questa nuova vita senza caos è scegliere cosa tenere e cosa invece dare via. Dare via non significa per forza buttare, ma neanche mettere in una "stanza del peccato" come il ripostiglio o la soffitta: può significare rivendere, grazie ai mercatini vintage, alle app oppure ai market online, o ancora regalare o riciclare. 

Dopo aver scelto quel che si vuole tenere, si passa alla fase due, quella del riordino vero e proprio. Nel creare ordine, ogni oggetto deve avere il suo spazio: non mettete per esempio i vestiti in salotto! Questo perché secondo il metodo dell 5 "s" gli oggetti dovrebbero essere disposti in base al loro utilizzo, più è frequente più dovranno essere a portata di mano. In un cassetto, per esempio, mettete prima gli indumenti che usate di più e lasciate più in fondo, per esempio, quelli tecnici. Allo stesso modo, in cucina mettete nei pensili più alti gli utensili che utilizzate meno. Una volta riordinato tutto, si passa alla fase tre: pulire! Tenere pulito è fondamentale, pulire con costanza vi spinge a mantenere in ordine. 

La fase quattro, sistematizzare, significa che poi bisogna comunque mantenere l'ordine e la pulizia e farlo regolarmente, non ritrovarsi nel caos. Secondo il metodo meglio partire con le grosse pulizie per passare al resto, ma probabilmente il segreto è fare un pochino tutti i giorni e soprattutto resistere alla tentazione di non mettere a posto qualcosa quando lo si ha in mano!

L'ultima s è abbastanza scontata: disciplinarsi è fondamentale per non vedere fallire il metodo appena applicato!

Come non far fallire il metodo delle 5 “s” e avere la casa in ordine

Ok, tutto bello, abbiamo riordinato, ogni cosa al suo posto. Ma come si fa davvero a rispettare la quinta s, cioè rispettare il metodo? Ecco qualche consiglio.

  • applicate il principio zero waste del comprare solo l'essenziale: anche al supermercato non riempite il carrello di cose che poi occuperanno spazio in dispensa, non fate le scorte di prodotti che poi scadranno e non comprate vestiti che non vi servono, perché poi dovrete trovare nuovo spazio
  • quando entrate in casa fate dei gesti abitudinari: togliete le scarpe, pulitele (potete tenere l'occorrente all'ingresso, insieme alla scarpiera) e riponetele, riponete subito il cappotto e, se avete qualcosa in mano, mettete ogni cosa al suo posto
  • la sera non lasciate niente in giro: pulite la cucina, riponete le cose, spazzate il pavimento, mettete a posto o nella cesta dei panni sporchi i vestiti
  • al mattino, svegliatevi dieci minuti prima per rifare i letti, stendere i panni o piegarli e riporli, mettere via le tazze della colazione
  • fondamentale, la collaborazione di tutti: questi consigli non sono rivolti alle donne, ma a ogni membro della famiglia!

Il metodo giapponese delle 5 "s" potrebbe rappresentare la svolta definitiva verso una casa davvero ordinata!

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli