Home Famiglia

Come scegliere il padrino e la madrina

di Alice Dutto - 14.03.2017 - Scrivici

comesceglierepadrinomadrina.600
Fonte: Pixabay
Madrina e padrino non devono solo soddisfare i requisiti del diritto canonico, ma è bene che siano scelti sulla base anche di altri requisiti, come ci ha spiegato don Marco Galli di Genova

Spesso il momento della scelta del padrino e della madrina per il battesimo o per la cresima del proprio figlio rappresenta un momento critico, che può minare gli equilibri familiari. Abbiamo chiesto a don Marco Galli della Basilica di Santa Maria Immacolata a Genova qualche consiglio per una decisione consapevole.

1. Il ruolo del padrino e della madrina

padrino

madrina

2. I requisiti previsti dal codice del diritto canonico

  • di avere più di 16 anni;
  • di essere stati battezzati e cresimati;
  • di fornire testimonianza di vita cristiana coerente.

«In più, alcune parrocchie, prima della cerimonia, prevedono due o tre incontri di preparazione al ruolo e al momento del sacramento».

3. I requisiti spirituali

4. Il momento della Cresima

cresime


«Qui sarà decisiva la partecipazione del ragazzo. Ecco che, in questo momento, la scelta del padrino o della madrina di cresima dovrà essere compiuta da lui insieme alla famiglia: sarà importante che scelga sempre una persona vicina, che diventi un punto di riferimento, soprattutto nel percorso di fede».

Aggiornato il 09.04.2018

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli