Rapporto di coppia

Coppia: 7 segnali per scoprire se avete una relazione tossica

coppia
11 Gennaio 2017 | Aggiornato il 22 Novembre 2018
E' contento di incontrare la vostra famiglia o ve lo fa pesare?  Risponde regolarmente ai vostri messaggi o vi fa attendere ore se non giorni? Stimola i vostri interessi o cerca di impedirli? Ecco 7 diverse situazioni in cui a seconda di come si comporta il vostro partner potete capire se state vivendo una relazione di coppia salutare o tossica. 
Facebook Twitter Google Plus More

Purtroppo per molte donne le relazioni sentimentali possono essere fonte di negatività e stress, e nei casi peggiori trasformarsi in veri e propri drammi. 
Ma la cosa peggiore è che molti dei segni di un rapporto tossico sono difficili da individuare
"E' facile rendersi conto di un abuso fisico, ma molto più difficile identificare una relazione tossica" spiega la dottoressa Gloria Brame, sessuologa e autrice di best seller sul tema.
Dal sito americano Huffington Post alcuni esperti spiegano come riconoscere  se il vostro partner ha atteggiamenti tossici nei vostri confornti. 
 

1. Come si comporta quando incontra la vostra famiglia

Relazione salutare. "Un partner in un rapporto sano vede questo incontro come un'opportunità: la possibilità di entrare in buoni rapporti con i (possibili) futuri suoceri.
Si prepara a questo incontro come se stesse andando a un colloquio di lavoro" spiega Emily Morse sessuologa e conduttrice di un podcast dedicato al sesso. 
"Vi tempesta di domande per sapere il più possibile sulla vostra famiglia".

E il giorno tanto atteso "il partner sarà sincero, entusiasta, e voglioso di piacere e vi tratterà come una gemma preziosa, in modo da rassicurare i vostri genitori che siete in ottime mani" spiega Morse.


Relazione tossica. Potrebbe stupire, ma uno dei segnali più chiari per capire se si sta con un partner tossico è vedere come lui si comporta quando gli dite che volete presentarlo alla vostra famiglia. 
"Un partner tossico non è voglioso di costruire qualcosa di solido con voi e quindi, invece, di vedere questo incontro come un'opportunità preziosa, lo considera un obbligo non necessario" avverte la Morse.
Dal momento in cui proferite la frase: "La mia famiglia avrebbe il piacere di incontrarti",  il compagno tossico reagisce come se gli aveste detto di uscire in mezzo alla tormenta.

E vi farà pesare che sta  rinunciando a qualcosa di importante (la partita, la palestra...) per andare a casa dei vostri genitori. E vi farà pagare il prezzo per tale atto di generosità. 


"Un amante tossico non ha interesse nella vostra famiglia. Probabilmente durante l'incontro guarderà il cellulare, sonnecchierà o si lamenterà. Risponderà alle domande senza entusiasmo e non ne farà a sua volta. Quando verrà il momento di parlare di voi, farà l'opposto di raccontare qualche aneddoto che dimostri il vostro affiatamento". In breve: durante l'incontro si comporterà nel modo più infido possibile.

 

2. Come vi messaggia

Relazione salutare. Quando parliamo diciamo più parole di quelle necessarie, e va bene così. E quando la relazione è ok, i messaggi riflettono questa comunicazione. "Il compagno manda un certo numero prevedibile di messaggi e controlla abbastanza spesso il telefono in modo da rispondervi in tempi brevi anche quando è al lavoro" dice la Brame.
Anche i messaggini "hot" fanno parte di un rapporto sano. "Un compagno che vi ama manda messaggi focosi e intensi e quando poi vi vede è altrettanto focoso".


Relazione tossica. Messaggi inaffidabili, negativi, offensivi sono invece i segni di una relazione sbagliata. "Il partner messaggia quando ne ha voglia, in modo irregolare, quando è annoiato o eccitato" dice la Brame.
"Non si sente obbligato di rispondervi finché non ne ha voglia lui, può essere dopo ore e anche giorni".
Manda messaggi focosi,  ma quando poi è con voi, sembra più interessato a giocare ai videogiochi, a bere o anche a uscire con i suoi amici.

All'inizio di un rapporto è quindi importante vedere i tipi di messaggi che vi scambiate. 
"In una nuova relazione bisogna avere l'impressione che la persona che state vedendo è affidabile, si informa della vostra giornata e fa progetti" spiega  Shallon Lester, autrice e blogger americana. 
"Se al contrario sentite che siete voi a dare sempre conforto e mostrare interesse verso la sua vita, vuol dire che vi state inconsciamente mettendo in una relazione sbilanciata.

Se questa è la norma è perché il partner non è pronto per una relazione stabile. Avete bisogno di qualcuno che sia davvero interessato a voi!".

 

3. Come si comporta nei confronti della vostra crescita personale


Relazione salutare.  Sostiene i vostri sogni e le vostre lotte e condivide gli obiettivi.

"I rapporti sani promuovono la vostra crescita sia come individui che come coppia.

Si supportano gli interessi del partner anche se non sono i propri. Fare le cose insieme  dà vitalità a un rapporto".

 

Relazione tossica.  "Nei rapporti tossici un partner si sente minacciato o insicuro dei suoi hobby e interessi" spiega  Megan Fleming, terapista di coppia. 

"Un partner tossico potrebbe inscenare un dramma ogni volta che scegliete di fare qualcosa che non lo comprende. Può esplicitamente o implicitamente dire che non potete uscire con le amiche o andare in palestra. Può dare degli ultimatum: o me o quell'interesse". 

Leggi anche: 10 abitudini delle coppie felici

 

 

4. Come si comporta quando sbaglia


Relazione salutare. In una relazione sana si prendono le proprie responsabilità.

A volte si fanno cose che possono ferire o danneggiare il partner. In una relazione sana quando si agisce male, si fa lo sforzo di ripristinare la connessione.

 

Relazione tossicaIl partner non ammette di aver sbagliato? Questo è un segnale che il rapporto potrebbe essere tossico.
Un segno di un rapporto malsano è quando il vostro partner non ammette i propri errori, non si assume la responsabilità delle sue azioni e ha sempre bisogno di dire l'ultima parola", afferma la Fleming.

 

5. Come si comporta dopo una brutta giornata al lavoro

Relazione salutare.  "Ognuno reagisce in modo diverso a un brutta giornata di lavoro.

La differenza sta nel modo in cui si il partner comporta verso di voi. Un partner sano sarà in grado di capire  che non siete voi il nemico e resiste alla tentazione di sfogare i suoi sentimenti negativi su di voi ".


Se dopo una brutta giornata sceglie di uscire e farsi una passeggiata o rinchiudersi a leggere un libro, è il suo modo di affrontare il problema e non significa che non ha voglia di condividere con voi. Magari in quel momento non ha voglia di parlare e ha bisogno del suo spazio. Ma sicuramente vi spiega che ha avuto una brutta giornata e che ha bisogno di un po' di spazio. Sia che vi racconti nei dettagli o meno quello che è successo, alla fine si rivolge a voi per essere consolato". 


Relazione tossicaUn amante tossico vi farà pesare la sua brutta giornata come una spada infilzata. Oppure userà mezzi evitanti: come stare fuori tutta la notte a bere...
"Se vivete assieme e torna a casa, non vorrà avervi intorno. Si rinchiuderà nella sua stanza, si rifiuterà di parlarvi e di raccontarvi cosa è successo. Il partner tossico non vuole essere visto da voi in un momento vulnerabile".

 

6. Come si comporta se avete desideri sessuali diversi

Relazione salutare. Desideri diversi sono un problema abbastanza comune nelle coppie. "Nei rapporti sani i partner accettano che si possono avere diversi livelli di libido e lavorare insieme in modo da soddisfare entrambe le esigenze".  In breve: si lavora per cercare un equilibrio. E se uno dei due non ha voglia di fare sesso in quel momento, l'altro sarà felice di aspettare. 

Leggi anche: Dopo l'arrivo dei figli, come riaccendere la passione nella coppia
Relazione tossicaI rapporti tossici sono quelli in cui un partner esige sesso quando l'altro non è interessato, e altrettanto tossico è non fare sesso. 

Diverse libido nelle relazioni sono normali; diversi livelli di rispetto no.

 

 

7. Come si comporta dopo un litigio


Relazione salutare. Tutte le coppie litigano. Un litigio può anche aiutare a migliorare il rapporto e a stabilire una comunicazione più efficace. "In una relazione sana un partner avrà un approccio al litigio da compagno e non da avversario. Farà ogni sforzo per vedere entrambi gli aspetti del conflitto e farà uno sforzo per ascoltare le vostre richieste. Finito lo scontro, si scuserà e cercherà delle soluzioni per risolvere il problema" spiega la Morse. 
Tutti si arrabbiano qualche volta, ma in una relazione sana, il vostro partner lavorerà per migliorare il più possibile e vi dimostrerà che crede in voi come coppia e che vuole far funzionare le cose. 


Relazione tossicaIn una relazione tossica non c'è possibilità di risoluzione del conflitto perché il partner non vede la propria parte di colpa. "E dal momento che questa persona non è mai stata in colpa per qualcosa in tutta la sua vita, molto probabilmente oscillerà tra il negare il problema, l'apatia ed esplosioni casuali di rabbia" dice la Morse. 
In questo modo vi farà sentire dalla parte del torto, soprattutto se lui usa il litigio come opportunità per evitare di parlarvi o di fare sesso o di darvi affetto, mantenendo il completo controllo nelle sue mani. 

Leggi anche:  Vita di coppia, le 6 regole per litigare bene