Psicologia

10 trucchi per ritornare bambini ed essere felici

Di Federica Baroni
latobimbo.600
26 novembre 2014 | Aggiornato il 15 settembre 2017
Divertirsi, entusiasmarsi per qualcosa, prendere la vita con leggerezza, sdrammatizzare i problemi... Roberto d'Incau nel suo libro "Il Lato Bimbo" spiega come recuperare il bambino che è in noi, per sentirci felici e realizzati.

"Riscoprire il 'Lato Bimbo' che è in noi vuol dire renderlo presente nelle cose che facciamo, permettendoci di ritrovare la nostra parte più vera e istintiva e riportandoci all'intelligenza e alla vitalità che è in noi e che spesso viene soffocata con il passare degli anni". Parola di Roberto d'Incau, coach e cacciatore di teste, autore del libro "Il lato bimbo" (Franco Angeli) . Ecco 10 regole per riscoprire il Lato Bimbo.

 

 

1 Giocate, appassionatevi, divertitevi a qualsiasi età

 


Non è assolutamente vero che "c'è un'età giusta per tutto". Pensare di essere troppo vecchi per fare qualcosa è davvero riduttivo. Non è vero che non ci si possa divertire, giocare, flirtare, innamorare, vestire in modo allegro perché ogni cosa va fatta a suo tempo.

 

"Mettersi in ciabatte e pensare che certe cose non si possono più fare è invece il modo migliore per invecchiare presto e male. Inoltre interiorizzare questi cliché si dà luogo a una profezia che si auto avvera: pensare in negativo crea un circolo negativo che sicuramente non porterà a nulla di buono" dice d'Incau. Leggi anche: Come riaccendere la passione

 


 

 

2 Non siate abitudinari, ogni settimana sperimentate qualcosa di nuovo!

 

annoiarsi significa morire dentro.

 

Ma un piccolo cambiamento ogni tanto può fare miracoli. "Il consiglio è di introdurre nell'agenda settimanale un elenco di innovazioni, meglio se ludiche, per alimentare il lato bimbo".

 

Portate tutta la famiglia a mangiare in una pizzeria mai provata, invitate per un tè quella mamma che vi sta tanto simpatica, provate ad andare in ufficio in bicicletta, sperimentate nuovi percorsi, curiosiate in giro, tenete la mente e gli occhi aperti sulle novità che vi circondano. Leggi anche: Cinque trucchi per essere felici

 


 

 

3

 

Da ragazza/o q

 

 

ual era il vostro sogno nel cassetto ? Provate ad attuarlo ora

 

Fare il bilancio di cosa ci sarebbe piaciuto fare a 18 anni e che cosa siamo diventati anni dopo può essere impietoso ma anche stimolante perché ci può dare nuovi stimoli. "Io ad esempio, ho sempre amato scrivere, ma solo all'età di 47 anni ho pubblicato il mio primo libro" . Voi che cosa volevate fare che non avete ancora avuto il coraggio di fare?

 


 

 

4 Dedicate ogni giorno un po' di tempo alla vostra passione

 

Chi vive le proprie passioni invecchia molto meglio di chi si spegne e non trova nulla che lo entusiasma, ritrovandosi cupo e melanconico.

 

Dipingete, andate a correre, collezionate francobolli, leggete un libro...

 


"La passione: personale, professionale, sessuale è il vero motore dell'entusiasmo e della gioia di vivere, il cocktail più potente di qualunque elisir chimico di lunga vita".

 


 

 

5 Sorridete e ridete il più possibile, tutti i giorni

 

Con un sorriso, un po' di ironia e di sano distacco, tutto scorre, anche le difficoltà che ci sembrano insormontabili

 

Invece di drammatizzare (a meno che non siate chirurghi, non morirà nessuno), ridete del vostro pasticcio, siate leggeri, pensate che la prossima volta farete meglio. Sdrammatizzare e prendere le cose con distacco aiuta a risolvere i problemi.

 

Leggi anche: 20 parole che cambiano significato quando diventi un genitore

 


 

 

5 Fate i problemi a pezzettini

 

E' molto importante affrontare i problemi un pezzo alla volta. Se si vuole scalare l'Everest bisogna stabilire delle tappe. Un pezzo alla volta, suddividendo i problemi in parti più piccole ecco il segreto per fare le grandi scalate nella vita. Drammatizzare non serve, un'alternativa c'è sempre.

 


 

 

7 Prendetevi del tempo per oziare

 


Nella nostra società dove, grazie alle nuove tecnologie, si è sempre connessi a volte è difficile staccare. E oltre il lavoro c'è la famiglia, i figli, la cena da preparare. Non prendersi mai una pausa, alla lunga logora. Ritagliarsi degli spazi significa recuperare lucidità, e quindi commettere meno errori ed essere meno nervosi sul lavoro e con i figli.

 

Leggi anche: 10 buoni motivi per non dimenticarti che sei soprattutto donna oltre che mamma

 


 

 

8 Ascoltate i ragazzi, vi aiuteranno a ritrovare il ragazzo che c'è in voi

 

I giovani con la loro energia e spensieratezza hanno molto da insegnare sul Lato Bimbo. Ascoltateli cercando di ricordavi di come eravate voi alla loro età. Fatevi trascinare dal loro entusiasmo e fate riemergere il ragazzo che avete dentro.

 

 

9 Affrontate i problemi con leggerezza

 


“Il Lato bimbo non è quello di chi prende la vita alla leggera, tutt'altro: è il lato di chi è ben cosciente di quanto sia breve il nostro passaggio sulla terra e di quanto sia opportuno affrontare le cose con leggerezza, senza drammatizzare, con ottimismo realista e cosciente. Il lato bimbo è il lato di chi ha capito e fatto proprio la leggerezza dell'intelligenza.

 

Siete arrabbiate con vostro marito perché si è dimenticato di comprare il pane? Non trattenete una battuta sul fatto che lui sia sempre distratto, ma poi sedetevi a tavola con il sorriso e l'animo sereno: non morirete di fame, anche se manca il pane.

 


 

 

10 Chiedetevi qual è il tipo di vita che volete davvero

 


Recuperare il Lato Bimbo significa arrivare alla nostra vera essenza, al bimbo presente in noi, ma spesso nascosto dal nostro aspetto adulto e genitoriale, ingiustamente considerato più appropriato alla nostra età.

 

Essere felici si può e per farlo bisogna riuscire a vedersi con la lucidità dell'adulto e con l'incanto del bambino, che è quello che fa luccicare gli occhi davanti alle cose belle, come davanti a una vetrina di giocattoli quando si era piccoli. L'importante è che ciascuno trovi il suo negozio di giocattoli.