PRINCIPESSE DISNEY

11 principesse Disney al passo con i tempi

Di Francesca Amè Giorna Fanari
Principesse-disney-600.1500x1000
15 maggio 2013 | Aggiornato il 6 febbraio 2017
Da Biancaneve, timida e dolce, a Merida, ribelle come i suoi meravigliosi ricci rossi: le 11 principesse più amate dei lungometraggi animati raccontano come si è evoluta la figura femminile anche in casa Disney

Dalle timide e candide Biancaneve, Cenerentola e Aurora alle più emancipate Ariel, Belle, Jasmine e Mulan. Senza dimenticare la coraggiosa Pocahontas, le intraprendenti Tiana e Rapunzel, per arrivare infine alla ribelle Merida. Sono le 11 “Le Principesse Disney" (Disney Princess), scelte non soltanto per i loto titoli regali ma anche e soprattutto per i modelli e i valori che incarnano.

 

Dagli anni ’30 a oggi le principesse Disney ne hanno fatta di strada e hanno visto evolvere e maturare la concezione della figura femminile: se prima principi e fatine erano l’unico modo per cambiare il proprio destino, adesso sono le principesse stesse a scegliere il loro futuro, sono disposte a vestirsi da uomo, preferiscono arco e frecce ad un fidanzato.

 

 

La principessa Sofia, creata dai bambini

 

Pur non essendo (ancora) una Disney Princess, per comprendere l'evoluzione dei personaggi femminili Disney è utile vedere l'ultimo personaggio arrivato in casa Disney: è Sofia, la prima principessa a essere stata creata dalla fantasia dei bambini. Per ideare questa principessa bambina, la Disney girò le scuole della California per scoprire cosa gli studenti under 12 avrebbero voluto vedere sullo schermo.

I bambini risposero elencando le caratteristiche di una bambina normale: porta un medaglione come unico gioiello, indossa volentieri gli stivali per andare a cavallo. Certo, debutta a corte, ma alla Kate Middleton, con abiti corti e allegri e nessuna gonnona lunga.

Soprattutto, non è in lotta con la matrigna, anzi deve sostenere la madre che è rimasta sola a badare al regno. Fidanzati? Nessuno in circolazione. Furono proprio i bambini a chiedere avventure all’aria aperta, con amici e animaletti. La serie della Principessa Sofia sui canali Disney è stata da subito un successo.

 

 

Puntare sulle caratteristiche psicologiche delle eroine

 

«Non mi stupisce – commenta Rosalinda Cassibba, psicologa e docente di Psicologia dello Sviluppo all’Università di Bari –. I bambini hanno un sano bisogno di normalità». Per questo è importante, anche rispetto alle 11 principesse Disney, «commentare con i bambini ciò che si vede, spiegare alle proprie figlie che il desiderio e la fantasia si nutrono di sogni, ed è bello averli, ma che nella realtà esistono altre cose altrettanto belle di un castello o un diadema».

 

Ma chi sono le Principesse Disney? Ecco tutti i nomi

 

1. Biancaneve

 

Protagonista del film d'animazione Biancaneve e i sette nani del 1937, la bella principessa si caratterizza per la sua pelle candida e per la voce melodiosa capace di incantare anche gli animali.

Docile e gentile, Biancaneve alla morte del padre è costretta a subire le angherie della matrigna Grimilde che, invidiosa della bellezza di Biancaneve, ordina al cacciatore di ucciderla. Questi, impietosito dalla ragazza, la invita a scappare nel bosco, dove trova ospitalità presso la casetta dei sette nani.

 

Con loro Biancaneve è generosa e affettuosa, ma il pericolo è dietro l’angolo. La matrigna inganna Biancaneve facendole mangiare una mela avvelenata: solo il bacio del vero amore potrà risvegliarla.

 

Biancaneve è l'unica principessa, insieme a Cenerentola, a essere imparentata con l'antagonista della sua storia. Basato sull'omonima fiaba dei fratelli Grimm, Biancaneve e i sette nani è il primo lungometraggio in cel animation della storia del cinema, il primo film d'animazione prodotto in America, il primo a essere stato prodotto completamente a colori e il primo film prodotto dalla Walt Disney Productions, nonché il primo Classico Disney.

 

 

PER APPROFONDIRE: Biancaneve: fiaba tradizionale rivisitata

 


Nel 2016 la Walt Disney Pictures ha annunciato di aver messo in produzione il film Rose Red, trasposizione revisionista e spin-off in live action del film d'animazione Biancaneve e i sette nani, dove si immagina che Rosarossa sia la sorella perduta di Biancaneve, e di aver iniziato le trattative per la sceneggiatura di Snow White, il remake in live action del Classico stesso.

 

Biancaneve
Pelle candida e voce melodiosa: Biancaneve è tanto bella quanto buona e dolce.

 

2. Cenerentola

 


Gentile, affabile, dotata di un acuto senso dell’umorismo: pur non essendo nata principessa, Cenerentola ne ha tutta la grazia e il portamento. È protagonista dell'omonimo film del 1950 in cui, alla morte prematura del padre, si ritrova a condividere la casa con la matrigna e le antipatiche sorellastre, Anastasia e Genoveffa.

 

Nonostante le tre donne la maltrattino e la costringano a lavorare in casa propria come una sguattera, Cenerentola non si perde mai d’animo e mantiene intatta la sua bontà. Ma quando il Principe Azzurro organizza un ballo per trovare moglie, la matrigna cattiva non le permette di andarci. Cenerentola, aiutata dalla sua Fata Madrina, andrà invece al ballo con un bellissimo abito e un paio di scarpette di cristallo.

 

 

SCOPRI: I ristoranti che si ispirano alle fiabe

 

Come il precedente Biancaneve i sette nani, Cenerentola è ispirato a una favola europea. Dopo 50 anni, il film ha avuto anche due seguiti: Cenerentola 2: quando i sogni diventano realtà (2002) e Cenerentola 3: Il gioco del destino (2007), in cui la matrigna Lady Tremaine cerca di stravolgere l’ordine delle cose tornando indietro nel tempo con la magia della Fata Madrina.

 

 

3. Aurora

 

Protagonista del lungometraggio Disney del 1959 La bella addormentata nel bosco, Aurora scopre la sua vera identità soltanto al compimento dei 16 anni: crede infatti di chiamarsi Rosaspina, di essere una semplice contadina e di avere come unica famiglia le tre “zie” (nonché fate madrine) Flora, Fauna e Serenella.

 

Aurora è invece l’unica figlia di Re Stefano e della Regina Leah, costretti ad allontanare la bambina dal castello in tenera età per poterla proteggere dalla maledizione scagliata su di lei dalla strega cattiva Malefica.

 

Proprio a causa di Malefica, Aurora si punge e si addormenta in un sonno simile a morte, dal quale può svegliarla solo il bacio del vero amore. Verrà risvegliata dal bacio del principe Filippo, un misterioso ragazzo che Aurora aveva incontrato qualche giorno prima nel bosco.

 

Aurora è la principessa Disney che compare di meno sullo schermo rispetto alle altre eroine: soltanto per 18 minuti e ha solo 18 battute. È anche la più alta tra le principesse ed è l'unica a non avere uno scontro diretto e a non interagire con il suo antagonista. Il film è basato sulla fiaba La bella addormentata di Charles Perrault.

Nel 2014 la Disney ha anche prodotto Maleficent, remake con attori in carne ed ossa con Angelina Jolie nel ruolo di Malefica e Elle Fanning in quello di Aurora.

 

 

4. Ariel

 

Curiosa, intraprendente, avventurosa e spesso impulsiva: Ariel è la settima figlia del Re Tritone, protagonista del film La Sirenetta del 1989, ispirato all’omonima fiaba di Hans Christian Andersen.

Caratterizzata dai suoi lunghi capelli rossi e dalla sua sua bellissima voce, Ariel ha il sogno di entrare a far parte del mondo degli umani sulla terraferma. Sogno che prende ancora più forma quando per caso si imbatte nell’affascinante principe Eric.

 

Ostacolata dal padre, Ariel farà di tutto per realizzare i propri sogni: anche rivolgersi alla perfida Ursula, strega del mare e acerrima nemica del padre Tritone, che la trasforma in umana in cambio però della sua voce.

 

Il film vinse due premi Oscar per la miglior colonna sonora, firmata da Alan Menken, e per la miglior canzone (Under the sea - In fondo al mar).

 

Una curiosità, tutte le figlie del Re Tritone hanno il nome che comincia per “A”: Aquata, Andrina, Arista, Attina, Adella e Alana. Nel 2000 è uscito il sequel La sirenetta II - Ritorno agli abissi, con protagoniste Ariel, la figlia dodicenne Melody e Morgana, sorella della strega Ursula.

 

Del 2008 è invece La Sirenetta: Quando tutto ebbe inizio, un prequel che racconta le avventure della famiglia di Ariel prima degli eventi descritti nel film del 1989. Nel 2016 la Disney annuncia di avere in lavorazione una versione in live-action del film e di confermare Alan Menken in qualità di compositore del film.

 

Belle la bella e la bestia disney
Il 16 marzo 2017 uscirà in Italia il live-action de La bella e la Bestia, con Emma Watson nei panni di Belle.

 

5. Belle

 


Coraggiosa, sognatrice, intelligente: Belle, la protagonista de La Bella e la Bestia (1991), è una ragazza caparbia che ama i libri e le avventure, leggere e vorrebbe poter vivere tante avventure, non essere costretta a trascorrere tutta la vita in un piccolo villaggio della Francia.

Dimostrerà il suo valore quando, per salvare il padre da una crudele Bestia, si consegnerà come prigioniera. Ma con la sua determinazione e la sua dolcezza riuscirà a vedere oltre le apparenze e salvare l’uomo che si nasconde dietro la Bestia.

Il film Disney è basato su una fiaba francese, è stato il primo film d'animazione in assoluto ad aver ricevuto la nomination all'Oscar per il miglior film e ne ha vinti due per la migliore colonna sonora e la migliore canzone (Beauty and the Beast, cantata da Céline Dion e Peabo Bryson).

 

 

GUARDA ANCHE: Se i personaggi Disney fossero su Instagram

 

Nel 1997 è uscito il sequel La Bella e la Bestia - Un magico Natale, in parte sequel e in parte midquel, mentre del 1998 è Il mondo incantato di Belle, il midquel del film originale che racconta alcuni episodi del periodo in cui Belle è nel castello della Bestia.

Il 16 marzo 2017 uscirà invece in Italia l’attesissimo live action con protagonista Emma Watson nei panni di Belle: il trailer è stato il più visto di sempre nelle sue prime 24 ore online su YouTube.

 

 

6. Jasmine

 

Sposarmi per amore - e non per dovere - e poter essere libera: questi i desideri della bella Jasmine, la protagonista femminile del film di animazione Disney Aladdin del 1992.

 

Annoiata dalla vita agiata e dai ricchi corteggiatori e dotata di un carattere forte e indipendente, Jasmine decide di prendere in mano la situazione, respinge i suoi pretendenti e si allontana di nascosto: al mercato incontrerà e si innamorerà dello straccione Aladdin che per conquistarla chiederà aiuto al genio della lampada, si fingerà un principe e si metterà contro il terribile e crudele Jafar, consigliere del Sultano.

 

Jasmine è una principessa che si ribella alla vita reale e alla scala sociale, cercando da sola di trovare la sua strada. Inoltre, è stata la prima Principessa Disney a non innamorarsi di un principe e la prima - e fino a ora unica - Principessa Disney non protagonista del film in cui appare e ad aver baciato anche il suo antagonista. Jasmine compare a fianco di Aladdin anche nei due sequel del film: Il ritorno di Jafar (1994) e Aladdin e il re dei ladri (1996).

 

 

7. Pocahontas

 

Pocahontas, protagonista dell'omonimo film del 1995, è una principessa Algonquin, figlia del capo Powhatan. Gentile, amante e molto rispettosa della natura, i suoi migliori amici sono Miko, un procione, e Flit, un colibrì, mentre a darle consigli c’è Nonna Salice.

 

Pocahontas è uno spirito libero e si dimostra molto coraggiosa; è molto legata al padre ma finisce per scontrarsi con lui nel momento in cui incontra John Smith, un marinaio avventuriero che fa parte di una spedizione inglese che ha l’intento di trovare l’oro degli indigeni. Pocahontas e John si innamorano e proprio grazie al loro amore indigeni e inglesi finiranno per riappacificarsi.

 

È l'unica principessa Disney ad avere più di un amore: nel 1998 è stato infatti realizzato un seguito, Pocahontas 2 - Viaggio nel nuovo mondo, in cui Pocahontas conosce John Rolfe, marito della vera Pocahontas. La storia di Pocahontas è infatti ispirata da quella di Pocahontas Rolfe, nativa americana che sposò l’inglese, John Rolfe, e a Londra divenne una celebrità.

 

 

8. Mulan

 

Per salvare il padre e la Cina è disposta a tutto, anche a fingersi un uomo: Mulan (1998) è una principessa Disney anche se, effettivamente, non ha titoli regali. È molto forte, riflessiva e agile, dolce e sensibile allo stesso tempo: è infatti molto triste e amareggiata perché sa di aver portato disonore alla famiglia, non essendo riuscita a dimostrare di essere un’aspirante buona moglie.

 

Quando il padre anziano viene chiamato a unirsi all’esercito imperiale per combattere gli Unni, Mulan prende il suo posto ed entra nell’esercito sotto il falso nome di Ping. Nonostante le difficoltà, grazie al suo coraggio e alla sua tenacia riuscirà a conquistare il cuore dei compagni e soprattutto del capitano Li Shang.

 

Il film animato è ispirato ispira all'antica leggenda cinese di Hua Mulan. Nel 2004 è uscito il sequel, Mulan 2, dove si ritrovano tutti i personaggi principali alle prese con l’amore e le relazioni di coppia. Per il 2018 è invece atteso il remake live-action della Disney.

 

Mulan
Forte, riflessiva ed agile, Mulan si traveste da uomo per salvare il padre.

 

9. Tiana

 

Solare, intraprendente e gran lavoratrice: Tiana, protagonista de La Principessa e il Ranocchio (2009), sogna di aprire un ristorante tutto suo a New Orleans e per farlo è disposta a lavorare come cameriera giorno e notte per mettere da parte i soldi.

 

Fino a quando, per un malinteso, bacia il ranocchio, che è in realtà il principe Naveen, trasformato in animale dal malvagio Dottor Facilier: ma invece di far tornare Naveen al suo aspetto reale, non essendo Tiana una principessa, finisce per diventare una rana anche lei.

Per ritornare umani i due dovranno affrontare tante avventure e scopriranno un salto dopo l’altro la potenza dell’amore e quanto l’apparenza a volte inganni. Alla fine, sposando Naveen, Tiana diventa una principessa e grazie ai suoi sforzi riesce ad aprire il suo ristorante.

Il personaggio di Tiana è basato su quello creato dai fratelli Grimm per la loro versione de Il principe ranocchio. È la prima, e finora unica, principessa Disney di etnia afroamericana e l'unica che viene trasformata in animale nel film di cui è protagonista.

 

 

10. Rapunzel

 

Rapunzel è una ragazza ingenua, dolce e curiosa, con grandi doti artistiche. Suo grande amico è Pascal, un piccolo camaleonte, che la incoraggia a fuggire dalla torre in cui è costretta a vivere.

 

Protagonista del film Rapunzel - L'intreccio della torre (2010) è una principessa dai lunghi capelli dorati che hanno un magico potere: se pettinati cantando possono ringiovanire le persone.

 

Per questo la malvagia strega Madre Gothel la rapisce quando è ancora in fasce e la tiene al sicuro in una torre nascosta. Fino a quando Rapunzel non incontra Flynn, un giovane ladro, che la condurrà a esplorare il mondo e le farà scoprire la sua vera identità.

 

Rapunzel è il film d'animazione più costoso della storia ed è ispirato alla fiaba tedesca Raperonzolo scritta dai fratelli Grimm, anche se sono molte le differenze. Nel 2012 ha avuto un sequel cortometraggio: Rapunzel - Le incredibili nozze, in cui Flynn e Rapunzel si sposano. Nel corso del 2017 sarà invece trasmesso su Disney Channel il film animato Tangled: Before Ever After che anticiperà una serie animata dedicata alla principessa.

 

rapunzel
Nel l 2017 sarà trasmesso su Disney Channel il film animato Tangled: Before Ever After che anticiperà una serie animata dedicata alla principessa.


 

 

11. Merida

 

Protagonista del film Disney Ribelle - The Brave (2012), Merida è una giovane principessa scozzese, discendente del Clan Dun Broch, primogenita del re Fergus e della regina Elinor.

 

Decisa e impetuosa, Merida si ribella alle tradizioni che la vorrebbero sposa di uno dei primogeniti dei capi clan e cerca di prendere in mano la sua vita. Ai banchetti regali preferisce le galoppate all’aria aperta con il suo fedele cavallo Angus e questo lo porta allo scontro diretto con la madre e con i clan.

 

La principessa dai capelli rossi è pronta a tutto, anche ad affidarsi ad una strana strega che le dona un incantesimo che tuttavia si rivela una maledizione: soltanto Merida potrà salvare il regno dal pericolo che incombe su di esso, prendendosi grandi responsabilità e ricucendo gli strappi causati dalla propria veemenza. Una teenager che compie errori, come tutti, e che deve porvi rimedio mettendo da parte l’orgoglio.

 

La colonna sonora del film è arricchita da due canzoni cantate, per la versione italiana, da Noemi; il film ha vinto nel 2013 il premio Oscar come miglior film d’animazione e Merida è l’11esima - e ad ora ultima - principessa ad essere stata incoronata Disney Princess.

In occasione dell’incoronazione ufficiale che richiedeva nuovi disegni del personaggio – Merida avrebbe dovuto subire un restyling della propria immagine: la chioma selvaggia sarebbe dovuta essere accomodata in boccoli e il giro vita sarebbe stato assottigliato.

 

merida
I genitori americani e la regista di The Brave si sono battuti contro il restyling della principessa Merida.


Per evitare il cambiamento, i genitori americani lanciarono una petizione su change.org, a cui prese parte la stessa regista Brenda Chapman. La Disney fece quindi un passo indietro e Merida ha conservato le stesse sembianze del personaggio del film di animazione firmato dalla Pixar: nessun aggiustamento alla chioma, nessun abito elegante o trucco.

 

Per Brenda Chapman - secondo quanto ha dichiarato al The Guardian - ridisegnare Merida in modo più sexy e provocante sarebbe stato «un tremendo sgarbo a milioni di bambini per i quali Merida è un potente modello di emancipazione e libertà».