Nostrofiglio

Mente

6 consigli per tenere la mente al top

braintraining

08 Marzo 2018
E' possibile fare qualcosa per tenere il proprio cervello allenato? Come fare per prenderci cura della nostra mente? Essere sempre curiosi, usare la tecnologia ma non troppo, fare sport e dormire bene. Sono alcuni dei consigli del campione di memoria Matteo Salvo.

Facebook Twitter Google Plus More

Una vita con ritmi incalzanti: sveglia, bimbi, scuola, casa da sistemare, lavoro, impegni e tante attività multi-tasking che richiedono concentrazione e attenzione. Come fare a tenere la mente lucida e al top? Che cosa possiamo fare per prenderci cura del nostro cervello?

Ci viene in aiuto Matteo Salvo, memory man entrato nel Guinness World Record per essere riuscito a memorizzare un intero mazzo di carte in apnea. Tra i suoi consigli: essere sempre curiosi, allenare non solo la mente, ma anche il corso e ok la tecnologia ma senza esagerare.


1. Tieni viva la tua curiosità: il muscolo del cervello va mantenuto vivo anche stimolando la curiosità e abbandonando le abitudini di sempre per aprirsi alle novità e alle relazioni sociali, che ci portano a mettere in discussione anche le nostre strutture cognitive e caratteriali. Qualche esempio? Cambiare il percorso verso l’ufficio, scoprire nuovi abbinamenti di colore, conoscere persone nuove, viaggiare e confrontarsi con culture diverse.
 

2. Sì alla tecnologia, ma senza esagerare: l’uso di smartphone, social e tecnologie varie offrono alla mente stimoli di apprendimento sempre nuovi, a patto però di evitare forme di dipendenza nocive.
 

3. La palestra a portata di tutti: la lettura, la meditazione, o anche un semplice cruciverba stimolano i neuroni dell’ippocampo aiutando il funzionamento della memoria di breve e lungo termine.
 

4. Clean Eating: per una dieta a prova di memoria, è preferibile inserire nella dieta alimenti non raffinati e poco lavorati, come il riso integrale rispetto alla pasta, e privilegiare un frutto di stagione o una centrifuga di verdure rispetto ad uno snack quando ci si concede uno spuntino fuori pasto.
“Quando mi chiedono se ci sono dei cibi particolari per aiutare la memoria, mi limito a raccontare la mia esperienza, perché non sono né un nutrizionista né un medico”, ci tiene a precisare Matteo Salvo. “La cosa che ho notato, ad esempio, è che mangiando vegetariano ho bisogno di dormire meno, mi sveglio più riposato e ho la mente molto lucida per tutta la giornata e anche di più”.


5. Regolare attività fisica: praticare sport in modo continuativo, almeno tre volte a settimana, privilegiando l’attività aerobica, contribuisce a mantenere il cervello sempre ossigenato e performante.
“Personalmente amo le gare di sport estremo che mettono a dura prova mente e corpo. È proprio in queste discipline, come l’ironman nel triathlon, che emergono qualità come la capacità di gestire la tensione, la fatica, la concentrazione e il dominio della mente sul corpo”, spiega Matteo Salvo.

 

6. Sonno di qualità: il riposo è un aspetto fondamentale per mantenere giovane la mente. Non è necessario dormire tanto, ma privilegiare un risposo di qualità, anche se più breve.

 

Per maggiori informazioni su Matteo Salvo, sui suoi libri, corsi di memoria e apprendimento rapido:
http://www.matteosalvo.com/