Fotografia e bambini

6 trucchi per selfie (quasi) perfetti di mamma e bimbo

selfie-2
29 Gennaio 2014 | Aggiornato il 22 Febbraio 2018
I selfie sono l'ultima moda online: autoscatti fatti con lo smartphone e condivisi sui social network. Ecco qualche consiglio su come scattarne di belli insieme al proprio bimbo
Facebook Twitter Google Plus More

La mania dei selfie e della condivisione immediata sui social ha contagiato anche le mamme e i papà. Ma non è così semplice catturare al volo se stessi e il pargolo, magari tenendolo in braccio.

Per questo, abbiamo chiesto a uno che di fotografia se ne intende, qualche dritta per ottenere buoni autoritratti: ecco 6 consigli da Marco Rovere di Nikon, papà di un bimbo di 2 anni (che non sta mai fermo!).

1. Sempre più in alto!

La posizione è molto importante per ottenere un autoscatto decente. Il sistema migliore è quello di orientare lo smartphone un po' più in alto rispetto ai visi di mamma e bambino. Quanto alla posa, l'ideale è il classico tre quarti, anche se occorre, con un pizzico di pazienza, tenere il braccio ben teso di lato e fermo. Molto carino è l'autoscatto guancia a guancia, per esempio, o con i nasi che si toccano, secondo Marco Rovere, ma anche il tradizionale bacino tra mamma e bimbo è sempre bello.

2. Spontaneo ma non troppo

Lo spirito del selfie è quello dello scatto d'impulso e della condivisione, ok, ma proprio per questo è meglio pensarci un attimo. Dopo qualche settimana, il fatto di avere mostrato a tutti su Facebook , la versione 'mamma disperata' con pinza in testa e bimbo impiastricciato di marmellata, potrebbe risultare meno affascinante. Quindi, per l'appassionato di fotografia, è opportuno controllare un minimo il look di entrambi e anche il luogo dell'autoscatto... Un sacchetto della spazzatura, per esempio, che campeggia in cucina, dietro i soggetti, non è mai un bel vedere!

Leggi anche: FOTO AI BAMBINI, 10 CONSIGLI PER FARLE BELLISSIME

3. Occhio all'effetto 'Peppa Pig'

La luce è l'elemento decisivo per ottenere un buon risultato, come in ogni fotografia. Sempre valida, dunque, la regola di evitare le fonti luminose dirette. L'ideale è stare vicino a una finestra, in posizione laterale.

Assolutamente vietata, invece, la luce 'sparata' contro i visi (tipo le lampade dello specchio del bagno o della cucina) che appiattisce tutto (e lo allarga deformando la fisionomia) stile maialino, appunto...

4. Flash, bye bye

Anche se la scena del selfie è la casa, è decisamente meglio evitare l'uso del flash, incorporato in molti smartphone. Il rischio (praticamente una certezza!) è quello di ottenere uno scatto con il famigerato effetto occhi rossi. In più, l'immagine non avrebbe profondità di campo, apparirebbe troppo 'piatta', perché, per quanto sia buono lo smartphone, l'ottica (la lente dell'obiettivo) della mini camera incorporata non è paragonabile a quella di una vera macchina fotografica.

5. Calma e gesso

Per un buon selfie, occorre stare fermi. Ma molto fermi... praticamente immobili! Perché lo smartphone, per le sue dimensioni e la sua forma, vibra un po' quando lo si tiene in mano e non ha lo stabilizzatore d'immagine come molte fotocamere. Quindi, è indispensabile afferrarlo in modo saldo evitando il più piccolo movimento con il braccio. Sembra impossibile?

“Un trucco per riuscirci, - dice Marco Rovere – è fare un bel respiro e poi premere il display o il tasto dello smartphone per lo scatto nel momento in cui si espira”.

6 Di 'cheese', please... Fallo ridere

Un grosso problema è convincere il pargolo a stare fermo o sorridere... Già, perché, spesso, al momento dello scatto, il bimbo non ne vuole sapere, si muove e fa strane smorfie.... Mai quelle buffe, però! “Mio figlio, per esempio, ama fare il vampiretto quando tentiamo di immortalarlo - dice Marco Rovere. Quello che funziona meglio è chiedere a qualcuno di mettersi dietro e fare le boccacce, così ride o di distrarlo”.

In questo modo, il selfie, che nasce per la condivisione immediata, può risultare carino e divertente, anche se, in ogni caso, è bene non avere troppe pretese.

Per una foto speciale, per immortalare i ricordi più cari, è meglio ricorrere alla tradizionale fotocamera che offre, per sua natura, caratteristiche tecniche e possibilità superiori a ogni smartphone.