Corto

Antoine: un horror movie che parla di bullismo

antoine
26 Marzo 2018
Antoine è uno short movie realizzato dal regista milanese Andrea Mauro e che tratta il tema del bullismo con un altro punto di vista. Che cosa succede a una vittima quando si ritrova da solo, tra le quattro mura di casa? "Spero che il mio short film possa essere visto anche dal bullo, così che possa mettersi nei panni di un bambino sofferente e rendersi così conto del male che può provocare" spiega il regista.
Facebook Twitter Google Plus More

Un parchetto. Dei bambini che giocano tra di loro. Le risate, le urla. Il tempo che passa. E poi, c'è Antoine. 11 anni e un mondo già lacerato. Fatto di emarginazione e bullismo. Una realtà che gli adulti ignorano e che il ragazzino si porta a casa, nel silenzio. E che rivive come fosse un film dell'horror.

 

Guarda la clip con lo short movie

Antoine è uno short movie realizzato dal regista milanese Andrea Mauro. Un filmato che colpisce come uno schiaffo dritto in faccia, mettendoti di fronte agli aspetti più nascosti vissuti da una vittima di bullismo. Perché in questi sei minuti non ci sono pugni, scherzi, soprusi. C'è solo Antoine. Quando il ragazzino resta solo rivive l'angoscia di quei momenti come se fosse in un film dell'orrore. Come se la sua casa prendesse vita e lui non potesse farci nulla.

 

"Spero che il mio short film possa essere visto anche dal bullo, così che possa mettersi nei panni di un bambino sofferente e rendersi così conto del male che può provocare" spiega il 31enne regista Andrea Mauro.

"Il bullismo è una tematica che tengo a cuore. Da piccolo ricordo anche di aver visto scene di bullismo che mi hanno segnato". Un tema di cui si parla sempre più ultimamente, con il numero delle vittime di bullismo e cyberbullismo in aumento. In Italia secondo i dati del Rapporto Censis 2016 emerge che a subirlo è stato infatti il 52,7% degli studenti tra 11 e 17 anni nel corso dell'anno. Anche per questo motivo a maggio 2017 la Camera ha approvato all'unanimità una legge sul cyberbullismo. 

 

Il bullismo? Come un film dell'orrore

"Ho preferito il genere horror/fantastico, in primis perché ne sono appassionato, inoltre mi sembrava un lato interessante per enfatizzare che cosa può provare un bambino bullizzato. Il lato del bullismo che ho voluto mostrare nel mio cortometraggio è che l’azione di un bullo ha conseguenze soprattutto nei momenti di solitudine, nello sviluppo psicologico e sociale del bambino: sentimento di vergogna, perdita di stima di se stesso, ansia" spiega il regista.

 

Il team che ha sviluppato il corto è composto da: Simone Biagini - Direttore della fotografia, Andrea Piu - assistente regista , Yazee - compositore, Morgane Manoury - Make-Up. "Sono stati fondamentali per la realizzazione del mio shortfilm" conclude Andrea Mauro. 

 

Il corto su youtube

 

Per approfondire sul tema bullismo: