A Piacenza

Bimbo dimenticato in auto, una perizia scagiona il padre

bimbo_dimenticato_in_auto_a_piacenza
08 Maggio 2014
Il perito ha concluso: “Al momento del fatto il padre era completamente incapace d’intendere e di volere per il verificarsi di una transitoria amnesia dissociativa”. Il bimbo morì nell’abitacolo dell’auto, sotto il sole
Facebook Twitter Google Plus More

Una storia difficile da dimenticare. Un papà a Piacenza, 40 anni, manager, dimenticò il figlio Luca di due anni nell’auto parcheggiata davanti al luogo di lavoro. Se ne ricordò nove ore dopo ma il bimbo era già morto sotto il sole, a 60° C. Ora, si legge sul corriere.it, è stata depositata una perizia che scagiona il genitore: “Al momento del fatto Andrea Albanese era completamente incapace d’intendere e di volere per il verificarsi di una transitoria amnesia dissociativa”. Leggi Bambino dimenticato in auto

È questa dunque la conclusione del perito Corrado Cappa, psichiatra nominato dal giudice di Piacenza Giuseppe Bersani nel procedimento per la morte del piccolo Luca.

LEGGI ANCHE I BLACK OUT GENITORI, COME PREVENIRLI

I genitori erano stati ricoverati in stato di choc. Il padre era stato indagato per omicidio colposo e sedato in ospedale subito dopo il fatto.

Albanese ha fondato un gruppo chiuso su facebook ‘Mai più morti come Luca’ per far approvare una legge “che impedisca il ripetersi di tragedie simili a quella capitata al piccolo Luca. Tutte le vetture ed i seggiolini dovranno essere obbligatoriamente dotati di mezzi tecnologici, peraltro già disponibili, in grado di avvisare il conducente che dovesse lasciare l'auto con un bambino all'interno”.