Home Famiglia Costume

Chi ha inventato i POV?

di Niccolò De Rosa - 15.07.2022 - Scrivici

pov
Fonte: Shutterstock
Stanno spopolando su TikTok e social vari, ma da dove vengono i video POV? La risposta proviene dal mondo del cinema...

Storia del POV

Scorrendo le proprie homepage su Instagram, Facebook o, se non si è troppo boomer, su TikTok, ci si imbatte sempre più spesso in video o post in cui compare la dicitura "POV" seguita da un contenuto perlopiù umoristico. I POV sono infatti il trend indiscusso del momento, anche se la loro origine è molto più vecchi di quanto si possa pensare. . .

In questo articolo

Il POV è una tipologia di contenuto che nasce dall'acronimo di Point oif View, "punto di vista". Tali video infatti vengono girati in modo da far immedesimare chi guarda con il soggetto che sta compiendo l'azione ed è proprio su questa immedesimazione che nasce il trend giocoso che tanto sta piacendo ai social.

Nei POV social infatti si finge d'interpretare un ruolo (es: "POV: sei mia mamma quando piomba nella mia camera") per prendere in giro un personaggio, una professione una figura stereotipata, facendone una parodia percepita però del punto di vista di colui o colei che viene presa in giro.

Chi ha inventato il POV?

Benché molti di noi abbiano conosciuto solo recentemente i POV, probabilmente proprio grazie all'attività social, questo modo di filmare un soggetto o uno sktech esiste già da parecchio tempo.

Un video realizzato tramite Point of View infatti altro non è che un contenuto prodotto mediante la cosiddetta "soggettiva", una tecnica di ripresa cinematografica in cui la scena e i personaggi che vi agiscono al suo interno vengono inquadrati dal punto di vista di uno dei personaggi, come se si vedesse il tutto attraverso i suoi occhi. Questa tecnica viene molto usata, ad esempio, nei film thriller o horror, dove si mostra la visuale della scena dalla prospettiva di un personaggio che non viene svelato, aumentando così la suspance e il senso d'inquietudine nello spettatore.

La ripresa soggettiva dunque affonda le proprie radici alle origini stesse del cinema moderno.

Già negli anni '20 infatti questo modo di catapultare il pubblico all'interno dell'azione fece capolino all'interno di storiche pellicole come Napoleone (1927), un grande classico del cinema muto francese il cui regista, il pioniere Abel Gance, è considerato da molti il primo inventore del P. O. V. moderno. Gance infatti ebbe la straordinaria intuizione di avvolgere l'obiettivo della macchina da presa con delle spugne così che, durante le scene di combattimento, gli attori potessero colpirlo per restituire allo spettatore le vibrazioni e i contraccolpi subiti dal personaggio che in quel momento stava prestando il proprio punto di vista.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli