pulire la casa

22 consigli della NONNA per le pulizie di casa

16 Ottobre 2015 | Aggiornato il 01 Giugno 2018
Volete una casa sempre a posto? Prima di tutto organizzatevi a pulire giornalmente ambienti come bagno e cucina, poi programmate le grandi pulizie, affrontando un ambiente per volta, a partire dal lampadario per finire con i balconi. 
Ecco qui tutti i consigli, tratti dal libro "Come tenere la casa a posto" (Euroclub), per pulire nel modo giusto ogni parte della casa. E ricordate: una pulizia di fondo ben fatta durerà molto a lungo e la casa vi sembrerà come nuova.
Facebook Twitter Google Plus More
bagno

BAGNO. Qui la pulizia quotidiana è indispensabile. Pulite ogni giorno: lavandino, vasca, bidet, wc e pavimento, usando per ogni sanitario una spugnetta diversa. Un consiglio è di asciugare subito i sanitari, così saranno brillanti. Una volta alla settimana dovete, invece, organizzare il lavaggio degli oggetti da bagno, come: portasapone, bicchiere degli spazzolini, portascopino... Infine ricordatevi di cambiare spesso asciugamani e accappatoi.

cucina

CUCINA. Come il bagno è il locale della casa che richiede una pulizia quotidiana. Appena dopo mangiato mettete le stoviglie in lavapiatti, pulite il lavello, il tavolo, scopate il pavimento e cambiate il sacco della spazzatura. Le pulizie di fondo vanno fatte,invece, una volta alla settimana e riguardano soprattutto il pavimento, da sgrassare con acqua e detersivo e il frigorifero. Provate a pulire quest'ultimo con uno straccio imbevuto in una soluzione di acqua e bicarbonato. Sempre una volta alla settimana ricordate di cambiare gli strofinacci, le spugne e le presine. Arieggiate questo ambiente spesso.

mobilecicina

MOBILI DELLA CUCINA. Di solito sono mobili di legno laccato o laminato plastico, quindi va bene pulirli con uno sgrassatore spray, oppure con una spugnetta imbevuta di acqua saponata che poi va sciacquata con un panno bagnato. Per il piano in acciaio potete passare una spugnetta imbevuta di aceto bianco, pulisce e dà brillantezza.

forno

FORNO. Preparate un composto formato da: una tazza di sale, una di bicarbonato e una di acqua. Passatelo con un panno dentro il forno e lasciatelo agire per un'oretta, poi sciacquate. Oppure potete usare l'aceto: scaldate in un tegame dell'acqua con un bicchiere d'aceto e quando inizia a bollire, mettete il tegame nel forno a 180°C. Lasciatelo lì per un quarto d’ora. Poi tiratelo fuori e fatelo raffreddare. Ora prendete un panno e bagnatelo con l'aceto e procedete con la pulizia.

mobiliantichi

MOBILI ANTICHI. I mobili in legno massello soffrono molto il sole e il riscaldamento. Evitate quindi di tenere le finestre aperte col sole se sono vicine al mobile e le temperature troppo elevate. Spolverateli ogni giorno. Mentre ogni tanto passategli la cera oppure fate un trattamento di 48 ore con olio paglierino.

lampadariodicristallo

LAMPADARIO DI CRISTALLO. Lavate ogni "goccia" con acqua saponata, sciacquate con acqua fredda e asciugate con un panno di tela. Fate attenzione a maneggiare molto delicatamente, perché non si stacchino le singole gocce.

paralume

PARALUMI DI TESSUTO. Spazzolateli accuratamente, cospargeteli di saponaria e poi spazzolateli ancora. Se molto sporchi possono essere lavati a secco in tintoria. Se invece sono di tessuto lavabile si possono immergere per qualche minuto in acqua saponata.

calorifero

CALORIFERI. In inverno riempite ogni giorno di acqua il vaso umidificatore e spolverateli spesso. Una volta al mese fate una pulizia approfondita: mettete a bagno con detersivo i porta acqua. Poi stendete dei giornali sotto il calorifero e passateci sopra prima una spazzola e poi una spugna imbevuta di acqua e detersivo.

pareti

PARETI E SOFFITTI. Vanno spolverati almeno una volta alla settimana con uno straccio che può essere sistemato all'estremità della scopa, (esistono anche apposite scope per stracci cattura polvere). Una volta all'anno passate uno straccio umido.

tappezzeria

TAPPEZZERIA. Spolverate spesso. Se è carta lavabile, una volta all'anno pulitela con una spugna imbevuta di acqua e poco detersivo, muovendola sempre nella stessa direzione e risciacquate con uno straccio di tela inumidito. Se tappezzeria in stoffa pulitela con gli appositi prodotti.

libreria

LIBRERIA. Per affrontare le grandi pulizie della libreria ci vuole pazienza e tempo. Lavorate scaffale per scaffale togliendo i libri e appoggiandoli vicino a una finestra aperta. Quindi puliteli uno a uno: apriteli e chiudeteli sbattendoli forte in modo che fuoriesca la polvere, poi spolverateli con un panno cattura polvere. Una volta fatti i libri, pulite anche lo scaffale: spolverate, poi passate una spugnetta con un po' di detersivo sgrassante (se è legno laccato), oppure con la cera (se legno). Poi rimettete a posto i libri.

pavimentoincotto

PAVIMENTO IN COTTO. Per una perfetta manutenzione del cotto bisogna passare per quattro/cinque mesi ogni giorno uno straccio imbevuto di olio di lino crudo. Quando è asciutto, lucidate con uno straccio di lana. Infine quando i mattoni avranno preso un bel colore marrone scuro, trattateli con la cera da pavimenti, usando la lucidatrice.

pavimentoinlegno

PAVIMENTO IN PARQUET. Prima spazzate con la scopa di lana, poi passate uno strato sottile di cera per pavimenti e dopo aver lasciato asciugare, andate di lucidatrice.

laminato

PAVIMENTO IN LAMINATO. Per questo tipo di pavimento basta uno straccio bagnato con acqua e detersivo per pavimenti o acqua saponata.

pavimento

PAVIMENTO IN MARMO O MATTONELLE. Si lava con uno straccio immerso in un secchio d'acqua e detersivo. Se volete potete anche passare cera e lucidatrice.

tappeto

TAPPETO. Il metodo migliore è quello di una volta: appoggiatelo sulla ringhiera del balcone e battetelo, sul rovescio, con un battipanni. Operazione da compiere almeno una volta alla settimana. Mentre una volta al mese: sbatteteli, poi cospargeteli con un composto di farina bianca e sale in parti uguali; lasciate riposare per qualche ora, poi passate l'aspirapolvere. Lo zerbino di casa andrebbe sbattuto tutti i giorni con il battipanni e ogni quindici giorni lavato immergendolo per qualche ora in acqua calda e detersivo.

tende

TENDE. Vanno lavate abbastanza spesso, soprattutto d'inverno perché trattengono lo sporco e il nero che viene dai caloriferi. Se di piccole e medie dimensioni potete metterle direttamente in lavatrice, scegliendo il programma in base al materiale di cui sono fatte. Se grandi, meglio portarle in tintoria.

vetro

VETRI. Il metodo tradizionale è ancora il migliore: spolverate, passate uno straccio imbevuto di alcol e aceto, poi strofinate più volte un foglio di giornale vecchio bagnato e alla fine asciugate con un foglio di giornale asciutto e poi con uno di tela. Altrimenti spruzzate l'apposito prodotto per i vetri, passate energicamente lo straccio e in ultimo un giornale e uno straccio asciutto.

tapparella

TAPPARELLE. Spolveratele spesso con una spazzola di setola rigida. Per un lavaggio profondo, al momento delle grandi pulizie, fatelo con acqua e detersivo.

balcone

BALCONI. Per la pulizia abituale, da fare almeno una volta alla settimana, spazzate con la scopa destinata al balcone. Una volta al mese, invece, buttate sul pavimento (stando attenti a non inondare il balcone del piano di sotto) acqua bollente con un po' di detersivo, poi risciacquate bene con uno straccio bagnato. Ricordatevi anche di lavare ogni tanto la ringhiera con una spugna imbevuta di acqua saponata.

letto

LETTO. Le regole per rifare perfettamente un letto prevedono di togliere quotidianamente coperte e lenzuola e piegarle bene su una sedia posizionata davanti alla finestra aperta. Se questo è un procedimento troppo lungo, cercate comunque di far arieggiare bene le lenzuola. Poi procedete nel rifare il letto: stendete il lenzuolo di sotto e rincalzatelo sotto il materasso, stendete il lenzuolo di sopra rincalzando solo i piedi e fino a metà dei lati, mettete la coperta e ripiegateci sopra il lenzuolo, infine sprimacciate i cuscini.

armadio

ARMADIO. Prima di tutto va svuotato completamente, quindi spolverato all'interno. Se è un mobile in legno passateci uno straccio di lana con la cera. Se è di legno laccato o laminato plastico, basta una spugna imbevuta di acqua saponata o un detersivo sgrassante.

pulizie

BAGNO. Qui la pulizia quotidiana è indispensabile. Pulite ogni giorno: lavandino, vasca, bidet, wc e pavimento, usando per ogni sanitario una spugnetta diversa. Un consiglio è di asciugare subito i sanitari, così saranno brillanti. Una volta alla settimana dovete, invece, organizzare il lavaggio degli oggetti da bagno, come: portasapone, bicchiere degli spazzolini, portascopino... Infine ricordatevi di cambiare spesso asciugamani e accappatoi.
Facebook Twitter Google Plus More