Home Famiglia Costume

Il film Mary Poppins ha un linguaggio discriminatorio?

di Luisa Perego - 28.02.2024 - Scrivici

mary-poppins
Fonte: shutterstock
Da pochi giorni la BBFC britannica ha cambiato la classificazione del film "Mary Poppins": da film per tutti a film da guardare accompagnati

In questo articolo

Mary Poppins

"Cam-caminì, cam-caminì, spazzacamin, Allegro e felice pensieri non ho. Cam-caminì, cam-caminì, spazzacamin, la sorte è con voi se la mano vi do"

Ma anche...

"Con un poco di zucchero la pillola va giù"...

e ancora...

"Supercalifragilistichespiralidoso anche se ti sembra che abbia un suono spaventoso, se lo dici forte avrai un successo strepitoso..."

Le state canticchiando già nella vostra testa? Sono alcune delle canzoni più belle del film Mary Poppins del 1964, con Julie Andrews e Dick Van Dyke e che da decenni accompagnano genitori e bambini accoccolati sul divano a guardare le scene della governante più famosa di Londra, dei due bimbi che accudisce, Jane e Michael, e dello spazzacamino Bert.

Il trailer di Mary Poppins (1964)

Mary Poppins e il linguaggio discriminatorio

Il British Board of Film Classification (Bbfc), ente pubblico britannico preposto a classificare i titoli audiovisivi secondo le regole della censura, a 60 anni esatti dalla uscita della pellicola in tutte le sale mondiali, ha inasprito la classificazione per età di "Mary Poppins" con la motivazione che "contiene un linguaggio discriminatorio". Mary Poppins è passata da pellicola U, universale a PG, parental guidance: questo significa che da film per tutti (si intendono bambini con più di quattro anni) è diventato da guardare accompagnati dai genitori. Viene anche specificato dal Board che un film PG non dovrebbe turbare un bimbo con otto anni o più. Ma come mai questa decisione? Per linguaggio discriminatorio appunto, "discriminatory language".

Nel film si parla infatti di "ottentotti": all'epoca era una parola usata dagli europei bianchi per indicare i popoli nomadi dell'Africa meridionale . Nella pellicola viene usato ben due volte dall'ammiraglio Boom, veterano della Marina che pensa di essere ancora al comando di una nave, per riferirsi agli spazzacamini con la faccia nera di fuliggine.

Il film Mary Poppins

Il film Mary Poppins è uscito nelle sale nel 1964: è ambientato a Londra nel 1910 e racconta la vita di una tata magica, Mary Poppins appunto, interpretata dalla fenomenale Julie Andrews, che si occupa dei figli di una famiglia con l'aiuto di Bert, uno spazzacamino suonatore di strada interpretato da Dick Van Dyke.

Ha vinto cinque premi Oscar nel 1965, tra cui miglior attrice e miglior canzone.

Il British Board of Film Classification ha dichiarato di aver classificato il film nel 1964 e poi nuovamente per una ri-pubblicazione nel 2013.

"Più recentemente, il film ci è stato nuovamente sottoposto nel febbraio 2024 per un'altra ri-pubblicazione cinematografica, e lo abbiamo classificato PG per il linguaggio discriminatorio", ha dichiarato un portavoce.

"Mary Poppins (1964) include due utilizzi del termine discriminatorio 'ottentotti'.

"Sebbene Mary Poppins abbia un contesto storico, l'uso di linguaggio discriminatorio non è giustificato e supera infine le nostre linee guida per il linguaggio accettabile. Abbiamo quindi classificato il film PG per linguaggio discriminatorio."

Il Dizionario Oxford della Lingua Inglese afferma che il termine, che si riferiva alle persone di etnia Khoikhoi e San, è "generalmente considerato sia arcaico che offensivo".

Il BBFC ha dichiarato che le sue ricerche su razzismo e discriminazione hanno dimostrato la preoccupazione dei genitori per "il potenziale di esporre i bambini a linguaggio o comportamenti discriminatori che potrebbero essere angoscianti o ripetuti senza rendersi conto del potenziale offensivo".

L'organizzazione afferma che una classificazione PG "non dovrebbe turbare un bambino di circa otto anni o più" e che "bambini non accompagnati di qualsiasi età possono guardare, ma si consiglia ai genitori di considerare se il contenuto potrebbe turbare bambini più giovani o più sensibili".

Una classificazione U significa che un film dovrebbe essere "adatto a un pubblico di età pari o superiore a quattro anni", anche se il sito web aggiunge che "è impossibile prevedere cosa potrebbe turbare un particolare bambino".

Mary Poppins, il seguito

Un seguito del primo film con protagonista Emily Blunt e Lin-Manuel Miranda è uscito nel 2018 con il titolo "Il ritorno di Mary Poppins". Questo film ha la classificazione U.

La trama segue le avventure della celebre tata magica, Mary Poppins, che ritorna alla famiglia Banks a Londra durante la Grande Depressione, per prendersi cura della nuova generazione dei bambini Banks, Michael e Jane ormai cresciuti.

Con l'aiuto di un nuovo personaggio, Jack, un lampionaio interpretato da Lin-Manuel Miranda, Mary Poppins porta nuovamente magia e meraviglia nella vita dei Banks attraverso avventure straordinarie e altre canzoni incantevoli.

Il trailer di "Il ritorno di Mary Poppins"

Quale canzone di Mary Poppins ha vinto l'Oscar?

Ed è stata proprio la canzone Cam-caminì a vincere gli Oscar del 1965, come miglior canzone originale. 

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli