Home Famiglia Costume

Nuova legge contro il bullismo e cyberbullismo: ecco cosa cambia

di Francesca Capriati - 17.05.2024 - Scrivici

legge-contro-il-bullismo-e-cyberbullismo
Fonte: shutterstock
Legge contro il bullismo e cyberbullismo: approvate le nuove norme per combattere il bullismo. Il 20 gennaio istituita la Giornata del Rispetto

In questo articolo

Nuova legge contro il bullismo e cyberbullismo

L'istituzione di una Giornata del rispetto, l'introduzione di nuovi percorsi rieducativi e di prevenzione e intervento contro il bullismo e il cyberbullismo, il diretto e pieno coinvolgimento delle scuole: sono alcuni dei punti contenuti nella proposta di legge bipartisan contro il bullismo e cyberbullismo, approvata all'unanimità dalla Camera. Vediamo i contenuti principali.

Definizione di bullismo e cyberbullismo

La legge offre una chiara definizione di bullismo, inteso come "aggressione o molestia reiterata, da parte di un singolo o di un gruppo, contro un minore o un gruppo di minori, che provoca ansia, timore, isolamento o emarginazione. Questo può manifestarsi attraverso atti vessatori, violenze fisiche o psicologiche, istigazione al suicidio o all'autolesionismo, minacce, ricatti, furti, danneggiamenti, offese o derisioni".

Prevenzione nelle scuole

La nuova legge prevede un ruolo centrale delle scuole nella prevenzione del bullismo e del cyberbullismo. Entro 30 giorni dall'entrata in vigore del provvedimento, sarà istituito un tavolo tecnico presso il Ministero dell'Istruzione e del Merito per la redazione di un piano d'azione con linee guida che ogni istituto dovrà adottare. Queste linee guida saranno parte integrante di un codice interno che tutte le scuole dovranno implementare.

Le scuole istituiranno anche un tavolo di monitoraggio con rappresentanti degli studenti, degli insegnanti, delle famiglie e degli esperti del settore. Questo tavolo avrà il compito di osservare e valutare l'efficacia delle misure adottate, garantendo un costante aggiornamento e miglioramento delle pratiche anti-bullismo.

Supporto psicologico e pedagogico

In collaborazione con le regioni, le scuole potranno richiedere servizi di sostegno psicologico per gli studenti e un coordinamento pedagogico per promuovere l'integrazione e la partecipazione sociale.

Saranno inoltre predisposte campagne informative e di sensibilizzazione per educare i genitori sui metodi di controllo parentale, fondamentali per prevenire il cyberbullismo.

Come si interverrà in caso di bullismo a scuola

I dirigenti scolastici che vengano a conoscenza di episodi di bullismo, se non configurano un reato, informeranno le famiglie e promuoveranno iniziative educative. Nei casi più gravi o in presenza di comportamenti reiterati, sarà necessario riferire alle autorità competenti, che potranno avviare percorsi riabilitativi.

Vengono inasprite le misure coercitive non penali che possono essere adottate dal tribunale per i minorenni. In questo senso la legge riforma anche una norma del 1934 sull'affidamento ai servizi sociali di minori con condotte irregolari, includendo le "condotte aggressive, anche in gruppo o per via telematica". Il tribunale per i minorenni dovrà verificare la possibilità di percorsi di mediazione o progetti rieducativi sotto il controllo dei servizi sociali prima di adottare misure più severe.

La Giornata del rispetto

Il 20 gennaio, data di nascita di Willy Monteiro Duarte, il giovane italiano di origini capoverdiane ucciso dopo un pestaggio per aver difeso un amico, è stato scelto come "Giornata del rispetto". Questa giornata sarà dedicata alla sensibilizzazione sulla non violenza psicologica e fisica, nonché al contrasto di ogni forma di discriminazione e prevaricazione.

Durante la settimana che precede il 20 gennaio, le scuole potranno organizzare attività didattiche per sensibilizzare gli studenti sul significato di questa ricorrenza.

Il numero pubblico di emergenza

Tra le novità della legge vi è l'implementazione del numero pubblico di emergenza 114, un servizio al quale segnalare episodi di bullismo e ricevere supporto immediato.

Fonte

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli