Home Famiglia Costume

Per 8 italiani su 10 la mamma è il "simbolo d'amore"

di Lorenza Laudi - 20.09.2022 - Scrivici

amore-mamma
Fonte: shutterstock
La mamma è il "simbolo d'amore" per 8 italiani su 10. Seguono nella ricerca "un figlio che si prende cura dei genitori anziani" e "l'amore romantico"

La mamma è il "simbolo d'amore"

La mamma è sempre la mamma. E quando si pensano ai gesti d'amore la mamma sale al primo posto nel cuore e nella mente degli italiani. In occasione del lancio della campagna sui lasciti solidali, UNHCR presenta il sondaggio DOXA "Gesti d'Amore" dove emerge che per quasi 8 italiani su 10 (il 78% degli intervistati), al primo posto nella classifica dei simboli dell'amore c'è la mamma. La ricerca quest'anno ha l'obiettivo di comprendere se e come è cambiata la percezione di questo sentimento in un contesto come quello attuale, caratterizzato da nuovi conflitti, pandemia e crisi economica globale.   

La classifica 2022: che cosa ci viene in mente quando pensiamo all'amore?

  1. La mamma
  2. Un figlio che si prende cura dei genitori anziani
  3. L'amore romantico
  4. Un operatore sanitario che aiuta le persone vittime dei conflitti
  5. Un medico che cura i malati
  6. Una persona che dona o fa un lascito per chi si trova in condizioni di difficoltà

Confrontando i risultati del 2022 con quelli del 2018 si nota che è salito al secondo posto "un figlio che si prende cura dei genitori anziani".  E' sceso in terza posizione, l'amore romantico mentre al quarto e quinto posto troviamo "un operatore umanitario che aiuta le persone vittime dei conflitti" e "un medico che cura i malati". Infine, per il 25% degli intervistati, l'amore è rappresentato anche da  "una persona che dona o fa un lascito per chi si trova in condizioni di difficoltà".

La campagna Gesti d'Amore di UNHCR si rivolge a quanti non vogliono interrompere il loro impegno sociale e desiderano continuare a essere generosi anche dopo la morte, pianificando i propri gesti di altruismo in vita.  Un messaggio di speranza, in una fase nella quale conflitti e persecuzioni hanno costretto oltre 100 milioni di persone a lasciare le proprie case, una cifra mai vista prima.

L'amore romantico passato in terza posizione

"È interessante osservare come negli ultimi anni, probabilmentea causa della pandemia, la visione dell'amore sia leggermente cambiata tra gli italiani. Sembra infatti che la cura degli altri e l'aiuto dei più vulnerabili siano considerati più importanti della componente romantica e passionale"commenta Paolo Colombo, Research Manager di DOXA.

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli