Rapporto Save the Children

Scandinavia: il paese ideale per le mamme

famiglia-bionda
14 Maggio 2013
Il luogo ideale per diventare mamma? La Scandinavia. Secondo il 14esimo rapporto di Save the Children, Finlandia, Svezia e Norvegia sono le nazioni dove mamme e bambini vivono meglio. L'Italia è in 17esima posizione.
Facebook Twitter Google Plus More

La Finlandia è il miglior posto al mondo per mamme e bambini. Seguita da Svezia e Norveglia. L'Italia è al 17esimo posto e gli Stati Uniti al 30esimo.

E' quanto emerge dal 14esimo rapporto di Save the Children sullo "Stato delle madri nel mondo". I dati dimostrano l'enorme disparità tra i paesi industrializzati e quelli in via di sviluppo. I posti peggiori per mamme e bambini sono in Africa sub-sahariana. La classifica si chiude con la Repubblica Democratica del Congo.

L'analisi di Save the Children si basa su cinque diversi fattori:

 

  1. salute materna e rischio di morte per parto,

  2. benessere dei bambini e tasso di mortalita' entro i 5 anni,

  3. grado di istruzione,

  4. condizioni economiche e Pil procapite,

  5. partecipazione politica delle donne al governo.

 

Per quanto riguarda l'Italia, quest'anno al 17esimo posto, secondo i dati della ricerca raggiungiamo dei valori alti sulle condizioni di salute di mamme e bambini (il tasso di mortalità femminile per cause legate a gravidanze e parto è pari a 1 ogni 20.300, quello di mortalità infantile è di 3,7 ogni 1000 nati vivi).

Abbastanza alto anche il livello di istruzione delle donne, pari a 16 anni di istruzione scolastica (17 anni per le donne finlandesi, 8 le congolesi, 2 le e somale).

In rialzo i dati sulla partecipazione politica delle donne al governo grazie alle ultime elezioni (28,6% al Senato e 31,3% alla Camera), nonostante la partecipazione sia ancora scarsa.

Spicca gli occhi la 30esima posizione degli Stati Uniti. Nonostante le condizioni dell’istruzione ed economiche delle mamme siano buone (si colloca tra i 10 migliori paesi), non sono altrettanto i valori su salute e benessere di madri e bambini (rispettivamente al 46° e al 41° posto) e la partecipazione politica delle donne (89°).

Ti potrebbe interessare: