Home Famiglia Costume

"Settimana Nazionale della Dislessia", al via la terza edizione dal primo ottobre

di Sara De Giorgi - 02.07.2018 - Scrivici

bimba.600
Fonte: Pixabay
Attualmente molte sono le iniziative per sensibilizzare sul tema della dislessia e le ricerche per ridurre il disagio connesso all'incapacità di leggere correttamente. L'"Associazione Italiana Dislessia" ha organizzato la terza edizione della "Settimana Nazionale della Dislessia", che si terrà dal 1° al 7 ottobre 2018.  

La dislessia è un disturbo specifico dell'apprendimento e riguarda il neurosviluppo: molti sono gli studi legati a questo tema e le ricerche per ridurre i problemi connessi all'incapacità di leggere correttamente.

A questo proposito, l'Associazione Italiana Dislessia ha organizzato la terza edizione della Settimana Nazionale della Dislessia, che si terrà dal 1° al 7 ottobre 2018, in concomitanza, a livello europeo, con la European Dyslexia Awareness Week.

LEGGI ANCHE: Dislessia, 15 consigli per andare bene a scuola

Tema principale della settimana sarà la sinergia di due elementi fondamentali nella visione dell’Associazione: il potenziale e la collaborazione. Specificamente, le persone con DSA possono esprimere e valorizzare il proprio potenziale grazie alla cooperazione degli individui che le circondano, tra cui genitori, docenti, specialisti o datori di lavoro. Ciò è possibile attraverso diverse strategie d’apprendimento o metodologie di lavoro.

La Settimana Nazionale della Dislessia prevede quest'anno molti eventi di informazione e di sensibilizzazione su tutto il territorio nazionale: saranno coinvolti oltre 1.000 volontari AID, in collaborazione con 300 istituzioni tra enti pubblici e istituti scolastici.

Obiettivo di AID di quest'anno è includere nella riflessione sui DSA anche temi come l'ingresso nel mondo universitario, l'inserimento lavorativo e tutte le tematiche che riguardano il passaggio all’età adulta.

Per avere maggiori informazioni sugli eventi a livello locale, diventare volontari o sponsor delle iniziative sul territorio, è possibile mettersi in contatto con la sezione AID più vicina.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Aggiornato il 20.09.2018

Leggi articoli su

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli