Tattoo

Tatuaggi: i trend del 2018 dalla 'Treviso Tattoo Convention'

Di Sara De Giorgi
tattoo
19 Marzo 2018
Quali saranno i trend 2018 in fatto di tattoo? Quando è meglio farne uno? Per l'occasione abbiamo intervistato Massimiliano 'Maxx' Testa, organizzatore dell'evento 'Treviso Tattoo Convention'. "Ognuno tatua ciò che gli piace, che gli è sempre piaciuto e che rappresenta, in un certo modo, la sua libertà e il suo cammino verso l'autodeterminazione. Sì, con un tatuaggio significativo ognuno autodetermina la propria personalità" ci spiega.
Facebook Twitter Google Plus More

Al giorno d'oggi ci sono sempre più persone che scelgono di tatuarsi. Moltissimi italiani decidono di scrivere e di decorare la propria pelle in modo indelebile, dando spesso un significato importante  ad ogni disegno o simbolo.

 

A testimonianza di ciò, si svolgerà dal 12 al 15 aprile 2018 la seconda edizione della Treviso Tattoo Convention & Lifestyle Festival, che ha lo scopo di dimostrare come tatuarsi sia ormai un fenomeno sociale diffusissimo e non costituisca più, quindi, un tabù. L'evento riunirà i maggiori artisti tatuatori dall'Italia e dal mondo a Quinto di Treviso (TV), nel 'Best Western Premier Bhr Treviso Hotel'. Per l'occasione abbiamo intervistato Massimiliano 'Maxx' Testa, organizzatore dell'evento, che ci ha spiegato quali sono gli ultimi trend nel mondo dei tatuaggi.

 

| Treviso Tattoo Convention

 

I trend del 2018 nel mondo dei tatuaggi

Secondo Massimiliano, per il mondo dei tatuaggi i trend funzionano in modo particolare. Mentre, ad esempio, nella moda sono presentate ogni anno delle collezioni e si sviluppano dei trend relativamente agli abiti, nel mondo dei tatuaggi non è così. Il tatuaggio esprime profondamente il gusto personale di una persona. A volte c'è anche chi fa dei tatuaggi per moda, ma il concetto di tendenza per i tatuaggi non riguarda le cose passeggere.

 

"Anni fa andava molto di moda il tatuaggio di tipo realistico: si ritraevano 'fotografie' sulla pelle (paesaggi, persone, scene di film, ecc.).

Adesso piacciono molto gli stili dell'avanguardia pittorica e del surrealismo: ci sono artisti che si sono lanciati su questi temi e ora sono sulla cresta dell'onda. In realtà la gente ama anche il tatuaggio 'traditional', ossia il tatuaggio classico americano anni '20. Piacciono anche i tribali, tra cui i polinesiani e i maori. Ognuno tatua ciò che gli piace, che gli è sempre piaciuto e che rappresenta, in un certo modo, la sua libertà e il suo cammino verso l'autodeterminazione. Sì, con un tatuaggio significativo ognuno autodetermina la propria personalità. Sono anni che mi occupo di queste cose: posso assicurare che scegliere di tatuarsi è una 'libertà di autodeterminazione' ed è un modo per comunicare un messaggio al mondo", ci racconta Maxx.

 

Tatuaggi minimal: come mai sono tanto in voga?

"Secondo me un tatuaggio minimal si fa perché è possibile poi coprirlo facilmente. Ciò è valido, ad esempio, per una donna che deve essere a contatto con molte persone sul luogo di lavoro. E' anche una scelta quella di farsi disegnare qualcosa di piccolo e di semplice, in modo tale che, se si volesse un giorno 'cancellarlo', con il laser ci vorrebbe davvero poco. Il tatuaggio minimal consente anche di spendere pochissimo e lo si può fare velocemente. Anche se io sono convinto che se qualcuno avesse le possibilità di fare un tatuaggio più grande, lo farebbe", continua Massimiliano.

 

Alcune persone iniziano da un tatuaggio minimal, poi scelgono se continuare con altri disegni. Altre preferiscono farlo piccolo perché hanno l'esigenza di immortalare un'esperienza particolare per sempre. Secondo Maxx è difficile spiegare le motivazioni che portano una persona a scegliere un minimal: dipende esclusivamente dal gusto personale. Il mondo del tatuaggio, secondo l'organizzatore, è un'arte: non si può dare una risposta universale. Occorrerebbe anzi che ogni artista tatuatore spiegasse il suo modo di vedere le cose e, dunque, di disegnare.

 

Il momento migliore dell'anno per tatuarsi

"Normalmente i tatuaggi si fanno nella stagione primaverile, perché realizzarli con il clima caldo può provocare qualche infiammazione. Abbiamo scelto di organizzare l'evento ad aprile poiché è un mese perfetto per fare un tatuaggio: le persone hanno il tempo di far guarirlo bene. I casi di infiammazione sono 1 su 10 mila e dipendono da problemi di allergie e di predisposizioni della pelle", conclude Massimiliano.

 

La Treviso Tattoo Convention 2018
"L'idea nasce per condividere con le persone l'idea che il tatuaggio non è ghettizzante, ma ha sempre un senso nel momento in cui qualcuno lo fa. Noi siamo appassionati di tatuaggi e abbiamo pensato di organizzare questo evento per comunicare anche la nostra passione. Non è stato facile, poiché molti hanno sempre considerato il tatuaggio come qualcosa di 'anti-sociale', eppure, piano piano, ci siamo riusciti. Siamo anche riusciti a inserire il tatuaggio nel contesto dell'arte: infatti l'anno scorso abbiamo avuto uno spazio alla Biennale dell'Arte Contemporanea di Venezia. Questa è stata, per noi, una legittimazione che ha pesato come un macigno, poiché il tatuaggio costituisce, a tutti gli effetti, una forma d'arte contemporanea. Siamo arrivati anche al museo Macro di Roma", ha spiegato Massimiliano. 
Infatti, è possibile sostenere che negli ultimi due decenni i più grandi tatuatori del mondo sono anche grandissimi artisti: si tratta di pittori, scultori, disegnatori, che si sono dedicati ai tatuaggi non solo per interesse, ma anche perché quello del tatuatore è un mestiere remunerativo. 
"Nel nostro sito, nella sezione 'Programme' ci sono gli orari di apertura e c'è anche la filosofia della nostra convention. Nella sezione 'Artisti' invece si possono vedere i lavori, anzi i capolavori, di circa 190 artisti", afferma Maxx.

L'ingresso costa 15 euro ed è gratuito per minori accompagnati fino a 13 anni. Se qualcuno non è interessato ai tatuaggi, ma desidera solo godersi la festa, ha la possibilità di farlo. Infatti, all'esterno dei saloni ci saranno gruppi musicali, bancarelle, esposizioni artistiche, dj set, ecc.
www.trevisotattooconvention.com

 

| Treviso Tattoo Convention

 

(Foto prese dal sito con l'autorizzazione dell'organizzatore dell'evento) 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: