Galleria fotografica

"The Kids": che cosa dicono i figli dei propri genitori omosessuali (FOTO)

01 Settembre 2015
Per quattro anni la fotografa newyorkese Gabriela Herman ha fotografato e intervistato figli di coppie di cui almeno un membro è omosessuale. Alcuni sono stati adottati, altri concepiti con l'inseminazioni artificiale. Molti sono figli di genitori divorziati. Cresciuti in città o in campagna. Ecco dieci loro storie, raccolte nel progetto 'The kids'. Potete leggerle tutte o guardare le fotografie sul sito http://thekids.gabrielaherman.com/
Facebook Twitter More
figlidigenitoriomosessualihope1

HOPE, CRESCIUTA A NEW YORK CON DUE PAPA'

"Sapevo dell'esistenza di altre tipologie di famiglie perché vedevo quelle dei miei amici e sapevo che la gente aveva qualcuno chiamato 'mamma'. Però in realtà non mi sentivo da meno rispetto agli altri. Mi è capitato di farmi domande sulla mia famiglia biologica, sulla mia mamma biologica in particolare, ma non penso di averne sofferto poi così tanto per la sua mancanza. Credo che i miei genitori abbiano fatto un lavoro stupendo aiutandomi a crescere come una donna forte..."

figlidigenitoriomosessualilauren2

LAUREN, CRESCIUTA IN KANSAS CITY, MISSOURI, DA MAMMA E PAPA', CHE FECE IL COMING OUT QUANDO LEI AVEVA SETTE ANNI

"Il fatto che i miei genitori fossero divorziati oscurava il fatto che mio padre fosse gay. Penso che sia fantastico per mio figlio perché sta crescendo con due nonni e per lui, loro sono uguali. Mio padre è un nonno allo stesso livello del suo compagno".

figlidigenitoriomosessualizach3

ZACH, CRESCIUTO IN IOWA DA DUE MAMME

"Penso che la parola d'ordine per descrivere la nostra famiglia, non sia famiglia LGBT, ma famiglia"

figlidigenitoriomosessualijamie4

JAMIE, CRESCIUTA FUORI CHICAGO DA SUA MAMMA E DIFFERENTI PARTNER

"Sono stata cresciuta da mia mamma e dalle sue diverse compagne, ma anche molte sue amiche ed ex hanno fatto parte della mia vita. Ho la sensazione di essere stata cresciuta da un sacco di donne differenti".

figlidigenitoriomosessualiaaron

AARON, CRESCIUTO IN BERKLEY, CALIFORNIA, DA DUE MADRI E, DOPO LA SEPARAZIONE QUANDO LUI AVEVA SETTE ANNI, DA SUE MADRE E DAL SUO PATRIGNO

"Le mie madri si sono separate quando avevo circa sette anni, perché la mia mamma biologica si era innamorata di un uomo. Sapevo che la mia famiglia era differente, ma non era strana. Solo differente".

figlidigenitoriomosessualielizabeth

ELIZABETH, CRESCIUTA A BOSTON DA SUA MAMMA E DAL SUO PAPA', CHE FECE IL COMING OUT QUANDO ERA AL COLLEGE

"Disse: 'E' venuto il momento per affrontare la mia identita'. Quindi gli ho chiesto: 'Sei gay?' e mi rispose: 'Beh, non ho ancora avuto nessuna esperienza per esserne sicuro'. Credo che la mia frase successiva sia stata: 'Papà, sono quasi sicura che tu sia gay'.

figlidigenitoriomosessualiannie

ANNIE, CRESCITA AD ATHENS, OHIO, DA MAMMA E PAPA', CHE DIVENTO' UNA DONNA QUANDO LEI AVEVA QUATTRO ANNI

"Non mi ricordo mio padre come un uomo. Credo che sia come essere cresciuta con due donne. Per me non è mai stata una grande cosa, fino a quando non sono dovuta andare al college e ho dovuto parlarne alla gente".

figlidigenitoriomosessualilucas

LUCAS, CRESCIUTO IN GAINESVILLE, FLORIDA, DA MAMMA E PAPA' DIVORZIATI. LA MAMMA FECE IL COMING OUT QUANDO LUI AVEVA 15 ANNI

"E' stato facile accettare l'omosessualità di mia madre perché sono stato cresciuto in modo da poter essere in grado di accettare tutte le tipologie di persone. Era strano, ma neppure così difficile".

figlidigenitoriomosessualidanielle

DANIELLE, CRESCIUTA IN WASHINGTON D.C., DA DUE MAMME E QUATTRO PAPA'

"All'età di circa 4 anni, stavo giocando con un'amica. Lei faceva sempre il ruolo della mamma ma questa volta l'avrei tanto voluto fare io. Iniziammo a litigare. Così arrivò mia madre e disse: 'Perché non fate entrambe il ruolo della madre?'. L'ho guardata incredula e le ho detto: 'Ma non si può fare'. Mi ha fissate negli occhi e risposto: 'Danielle, tu HAI due madri!".

mark

MARK, CRESCIUTO IN PENNSYLVANIA DA MAMMA E PAPA', CHE FECE IL COMING OUT QUANDO ERA AL COLLEGE

"Mio padre è gay. Ora è nella fase del coming out. Ho sempre sospettato che mio padre potesse essere gay. Ho sempre saputo io stesso di essere gay e questo aiuta. Se ripenso alla mia infanzia, rivedo alcuni comportamenti di mio padre che cercava di nascondere la sua femminilità, gli stessi che ho usato io. Come accorgersi di avere le gambe incrociate e quindi disincrociarle oppure smettere di parlare con le mani".

gabriela

Gabriela Herman è una fotografa con base a Brooklyn. E' specializzata in viaggi, cucina, lifestyle e ritratti. I suoi progetti sono stati ripresi dal New York Times, Wired e The Atlantic e si è esibita in tutto il mondo. "The kids" è il suo ultimo progetto.

HOPE, CRESCIUTA A NEW YORK CON DUE PAPA'

"Sapevo dell'esistenza di altre tipologie di famiglie perché vedevo quelle dei miei amici e sapevo che la gente aveva qualcuno chiamato 'mamma'. Però in realtà non mi sentivo da meno rispetto agli altri. Mi è capitato di farmi domande sulla mia famiglia biologica, sulla mia mamma biologica in particolare, ma non penso di averne sofferto poi così tanto per la sua mancanza. Credo che i miei genitori abbiano fatto un lavoro stupendo aiutandomi a crescere come una donna forte..."
Facebook Twitter More