Home Famiglia Costume

Disneyland risponde all'emergenza diventando un centro vaccinazione Covid

di Elena Cioppi - 13.01.2021 - Scrivici

topolino
Fonte: Shutterstock
Vaccino anti-covid a Disneyland? Sì, grazie: le news riportano che il parco divertimenti di Orange County in California diventerà un hub vaccinazioni.

I governi mondiali si sono mobilitati per garantire a tutti il vaccino anti-Covid, che in Europa ha esordito il 27 dicembre 2020 in un giorno ormai storico, il Vaccine Day. In Italia mentre scriviamo ci sono già circa 750 mila le persone a cui è stato somministrato il vaccino Pfizer-BioNtech in attesa che approdino anche quelli Moderna e Astrazeneca, il secondo ancora in fase di approvazione dall'EMA. Nonostante qualche limite, ad esempio sulle donne in gravidanza o i minori di 16 anni su cui questi vaccini in commercio non sono ancora stati testati (nonostante le controindicazioni siano, effettivamente, minime), il vaccino contro il Covid-19 è al momento l'unica arma di immunizzazione di massa e i paesi si stanno mobilitando per accelerare le pratiche e vaccinare più persone possibili. La news del vaccino anti-Covid a Disneyland può sembrare una fake news, nel panorama di informazioni in arrivo dal fronte pandemia, ma non lo è. I principali organi di informazione internazionale come la BBC hanno infatti riportato la news secondo cui l'azienda amatissima dai bambini e in particolare il parco divertimenti di Orange County, in California, si è mobilitato per diventare un enorme hub vaccinazioni.

In un panorama in cui vaccinare più persone possibili per adempiere ai piani che ogni paese del mondo si è prefissato sta diventando vitale per sostenere gli ospedali, contenere la pandemia e soprattutto ridimensionare il quadro dell'emergenza sanitaria (e di conseguenza economica), la riqualificazione di uno spazio simbolico e molto grande come un parco divertimenti Disney è una bella notizia. Che parla di speranza e di riconversione di luoghi che sembravano destinati ad un unico uso e che invece possono diventare fondamentali nella lotta contro il Coronavirus.

Vaccino anti-Covid a Disneyland, da parco divertimenti ad hub di speranza

C'è un legame sottile tra la missione di Disneyland, parchi divertimento ispirati alla magia,ai prodotti e ai personaggi cult dell'azienda ideata da Walt Disney oggi diventata una multinazionale sfaccettata (e a volte un po' contestata perché alcuni cartoni animati sono ritenuti diseducativi) e quella degli hub di vaccinazione contro il Covid. Un filo di speranza lega entrambe le missioni, in un certo modo. In particolare, il parco divertimenti interessato da questo riallestimento sarà quello di Orange County, in California, dove vivono circa 3 milioni di persone, quasi 200 mila delle quali sono state colpite dal virus. Sacrificato al lockdown della primavera 2020 (mentre quello più grande e famoso in Florida è stato riaperto a luglio 2020 con grandi limitazioni), il Disneyaland Resort di Orange County ha deciso di convertire i suoi spazi in un massivo centro vaccinale e non è un caso che sia stato scelto proprio quello californiano per questo cambiamento epocale. Solo nella giornata di lunedì 12 gennaio 2021 le autorità locali hanno contato 40 mila casi di contagi, con un alto tasso di mortalità (circa 264 persone) e un livello di vaccinati bassisimo secondo il Centers for Desease Control and Prevention, che ha messo la California alla posizione 42 tra gli stati americani in prima linea con il vaccino.

La situazione, insomma, non è delle migliori: le autorità sanno che ci vorrà un piano molto più deciso per vaccinare più persone possibili e usando gli spazi del Disneyland resort della Orange County si potranno immunizzare migliaia di persone in più ogni giorno. Una bella risposta, che trasforma il luogo della magia, delle parate, dei personaggi che i bambini e anche gli adulti amano da sempre nei cartoni animati Disney in un hub di speranza e rinascita. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli