Scienza e salute

Giornata mondiale della paralisi cerebrale infantile Domani un evento a Milano

cellule-staminali
01 Ottobre 2013
Domani 2 ottobre, si terrà nel capoluogo meneghino una conferenza, aperta a tutti, per fare il punto sulla ricerca per l’utilizzo delle cellule staminali nella cura della patologia neurologica
Facebook Twitter More

Domani ricorre la Giornata mondiale della paralisi cerebrale infantile. Per l’occasione la Swiss Stem Cell Bank di Lugano, banca dedicata alla conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale, ha organizzato a Milano un evento, aperto a tutti, per fare il punto sulla ricerca per l’uso delle cellule staminali nella cura di questa patologia. Ne dà notizia un comunicato della stessa Swiss Stem Cell.

“Abbiamo organizzato questa giornata di approfondimento, e abbiamo voluto che non fosse riservata solo agli addetti ai lavori, perché ci sembra molto importante, in un momento caratterizzato dalle polemiche e dal clamore sollevati intorno al caso Stamina, dare visibilità e voce a studi clinici, a ricercatori, a medici che portano avanti con passione un lavoro serio e impegnativo, nel rispetto delle regole fissate dalla comunità scientifica internazionale – dice Veronica Albertini, direttrice scientifica della Swiss Stem Cell Bank di Lugano .- Siamo convinti che le cellule staminali e le terapie cellulari possano dare risposte importanti nella cura e nel miglioramento della qualità di vita di tanti ammalati”.

Che cos’è la paralisi cerebrale infantile

La paralisi cerebrale infantile è la denominazione sotto cui vengono raggruppate diverse sindromi cliniche caratterizzate da un disturbo non progressivo della postura e del movimento. Tale disturbo è generalmente associato a una lesione del cervello in fase di maturazione ed è la causa più frequente di disabilità motoria nell’infanzia. L’incidenza delle paralisi cerebrali infantili è di 2-3 casi ogni 1000 nati vivi. In anni recenti, accanto al trattamento classico della patologia, ha preso corpo la possibilità di affrontare la malattia con un approccio innovativo, basato sull’utilizzo delle cellule staminali. Numerosi sono gli studi clinici che, nel mondo, stanno seguendo questa strada e la conferenza farà il punto sui risultati e sulle aspettative in essi riposte.

L’evento che si tiene a Milano

L’evento di domani 2 ottobre, dalle 10 e terminerà alle 16,30 presso il Circolo della stampa di Milano, in Corso Venezia 48, aderisce al World Cerebral Palsy Day (progetto internazionale che promuove la giornata mondiale di sensibilizzazione) e ha il sostegno dell’ Afpci (Associazione italiana famiglie con Paralisi Cerebrale).. Particolarmente attesi sono gli interventi di Consuelo Mancias Guerra dell’Ospedale Universitario di Monterrey, Messico, e di Jessica Sun della Duke University di Durham (USA), responsabili di due tra i più promettenti trial clinici in corso finalizzati al trattamento della paralisi cerebrale infantile con le cellule staminali del cordone ombelicale. A introdurre le relazioni sui trial clinici sarà Yvan Torrente, cofondatore del Centro Interdipartimentale per la ricerca con Cellule Staminali (UNISTEM) dell’Università di Milano, che illustrerà il meccanismo terapeutico delle cellule staminali nel trattamento della Paralisi Cerebrale Infantile. Il Prof. Angelo Vescovi, infine, in veste di direttore del Centro Europeo di Ricerca sulle cellule staminali di Terni, parlerà dei primi risultati del trial clinico in corso con le cellule staminali nel trattamento della SLA.

Info: http://www.worldcpday.it/