DECORAZIONI FAI DA TE

Come realizzare una Corona dell'Avvento

Di Giorgia Fanari
corona3.600
17 novembre 2016
Ideata nell'Ottocento da un pastore protestante, la Corona dell'Avvento è oggi una decorazione immancabile sulle tavole natalizie: le 4 candele vengono accese nelle domeniche dell'Avvento, scandendo i giorni che ci separano dal Natale. Realizzarla in casa è semplice, grazie ai consigli di Pamela Tata, del negozio di bricolage Il Faro nel Bosco di Roma

Per scandire i giorni che ci separano al Natale, non può mancare in casa una Corona dell’Avvento: a forma circolare e costituita da rami di piante sempreverdi, la corona è caratterizzata dalla presenza di 4 candele che vanno accese ciascuna in ogni domenica d'Avvento. L’eventuale quinta candela, da porre al centro, va accesa proprio il giorno del 25 dicembre. Grazie all’aiuto di Pamela Tata del negozio di bricolage Il Faro nel Bosco, vi spieghiamo come realizzare una Corona dell’Avvento da mettere in tavola a dicembre.

 

 

La base della Corona dell’Avvento

 

«Bisogna ovviamente partire dalla base della corona e il procedimento è simile a quello della realizzazione di una ghirlanda da appendere alla porta.
Le opzioni sono varie:

 

base corona fil di ferro
Base per ghirlande in fil di ferro: è circolare e ha delle punte pieghevoli per tenere ferme le decorazioni della ghirlanda.

 

Materiali per decorare la Corona dell’Avvento

 

  • 4 candele
  • pigne
  • ramoscelli di conifere (ad esempio di abete o pino) veri o finti
  • nastro colorato
  • glitter
  • rametti con bacche
  • forbici
  • colla a caldo e fil di ferro per fissare le decorazioni

 

 

Decorare la corona

 


«Decorare la ghirlanda è senza dubbio il momento più divertente. Se si è scelto di procedere utilizzando una base in fil di ferro, bisognerà come prima cosa coprirla con dei rametti di conifere, freschi (così che sia più facile piegharli) oppure finti. Basterà intrecciarli e fissarli man mano alla base aiutandovi con piccoli pezzetti di fil di ferro oppure del nastro colorato. Una volta creato il “tappeto” erboso, potrete dare il via libera alla vostra fantasia: pignette, palline di Natale, fiorellini, nastri colorati». Scegliete quello che più vi piace per rendere unica la vostra corona. «Le pignette potete trovarle in commercio già colorate e pronte per il bricolage. Altrimenti, basterà raccoglierle in natura, pulirle e colorarle con un pennello “sporcato” con tempere acriliche oppure con la vernice spray. Per fissare le decorazioni potrete utilizzare la colla a caldo oppure dei piccoli pezzetti di fil di ferro».

 

pignet
Le pignette si trovano in commercio già pronte, altrimenti basterà colorarle con tempere acriliche.


 

 

Le candele

 

candele

 

la cera non può essere incollata direttamente con la colla a caldo

 

sottocandela

 

fissare con uno spillo corto un pezzetto di stoffa

 

scegliere candele di buona qualità

 

lavoro

 

corona avvento
Scegliete candele di buona qualità che si consumano verso l'interno.


 

 

La storia della Corona dell’Avvento

 

La corona dell'Avvento fu ideata dal pastore protestante Johann Hinrich Wichern (1808-1881): ora le candele sono soltanto quattro, ma originariamente ne prevedeva molte di più, possibilmente una per ogni giorno d’Avvento. La corona si diffuse principalmente nelle città protestanti della Germania del Nord, nei ritrovi ecclesiali, negli orfanotrofi, nelle scuole. Nelle famiglie cominciarono ad essere realizzate delle corone più piccole, con 4 candele, una per ogni domenica d’Avvento. Nel resto dell’Europa, si diffuse dopo la Seconda Guerra Mondiale. Tutti gli elementi che la compongono hanno un valore simbolico: candele, corone e rami verdi erano già prima conosciuti come simboli invernali. La corona rappresenta l'eternità o è simbolo per il sole, la terra o Dio, mentre le candele sono la luce che è donata a Natale a tutti gli uomini.