giocattoli

Giocattoli: il trend del 2017

Di Niccolò De Rosa
barbie-ologramma
23 Febbraio 2017
Come giocano i nostri figli? Le tendenze arrivano direttamente dalla Fiera del Giocattolo di New York: vanno forte i pezzi da collezioni, la tecnologia e i giochi d'attività
Facebook Twitter Google Plus More

L'annuale Fiera del Giocattolo di New York è sempre un evento capace di far tornare bambini anche il più razionale degli investitori e anche nel 2017 chi ha avuto la possibilità di parteciparvi non è rimasto deluso.

 

Nuovi e strabilianti giochi per tutte le età sono infatti stati presentati nella quattro giorni (dal 18 al 21 febbraio) della Toy Fair, con i nuovi ritrovati della tecnologia a farla da padroni: da macchine telecomandate all'ultimo grido a bambole olografiche che sembrano giungere direttamente da Star Trek, le sorprese non sono proprio mancate.

 

I trend del 2017: collezionismo e tecnologie al top

Gli organizzatori hanno poi diffuso le tendenze dell'anno che ci aspetta, con sei categorie principali che si contenderanno le preferenze dei bambini (ma non solo!)

 

  1.  COLLEZIONISMO: I giocattoli non sono una cosa da bambini. Lo dimostra il fatto che la categoria di sempre maggior appeal è quella dedicata ai pezzi da collezione (crescita del 33%), dove i protagonisti sono perlopiù adulti fatti e finiti. I piccoli non sono però tagliati fuori, ma anzi secondo gli esperti l'iniziare una collezione già in tenera età aiuta i bambini a dare il giusto valore alle cose e imparare a relazionarsi col prossimo: anche uno scambio di figurine necessità di una buona dose d'empatia.
  2. GIOCHI DI ATTIVITÀ (UP & ACTIVE): I giochi che incoraggiano i bambini a muoversi sono in ascesa, soprattutto grazie l'incoraggiamento dei molti genitori che si stanno accorgendo della troppa sedentarietà della vita moderna. Anche i giochi tecnologici che prevedono la simulazione di mosse o il ballo rientrano in questa categoria.
  3. GIOCHI TECH: L'innovazione passa dal gioco e la tecnologia è ormai una componente essenziale nel gioco moderno. Ciò non è per forza un male perché oltre ad aumentare la godibilità del prodotto (alcuni giocattoli sanno fare cose impensabili fino a qualche anno fa) aiutano i più piccoli ad approcciare un mondo di cui, volente o nolente, dovranno entrare a far parte. Ben vengano perciò droni, animali robot e simili: se ben utilizzati, possono incanalare nel giusto modo la fantasia dei nostri bambini
  4. GIOCHI VINTAGE: rivistati, re-inventati, ma anche mantenuti nella forma e nel materiale originario. Anche se il futuro incalza, i giocattoli di ieri vanno sempre forte, soprattutto quelli che hanno segnato intere generazioni e continuano ad affascinare i nuovi "giocatori": un bel puzzle è sempre di moda!
  5.  FILM E GIOCHI ASSOCIATI: il cinema, soprattutto quello d'animazione, è un bel traino   per un settore industriale che non muore mai e anzi continua a rinnovarsi e ad investire. Le action-figure dei personaggi dei film sono al Top.
  6. GIOCATTOLI EDUCATIVI: Last but no least, i giochi istruttivi della cosiddetta STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts and Math) sono comunque una colonna portante e un punto di riferimento per molte famiglie che integrano al divertimento una bella spruzzata di apprendimento. Il settore sta vedendo una grande ascesa dei robot didattici, tanto che si comincia a parlare di STREAM, con l'aggiunta di ella "R" di robot.