Lettera

Lettera a un bimbo nel pancione

Di mammenellarete
fetogravidanza
05 Dicembre 2016
"Caro fagiolino, Scrivo a te. Ti parlo ogni giorno, sai? Puoi sentirmi? Ci facciamo di quelle chiacchierate ogni giorno!" La dolce lettera di una mamma di attesa del suo bambino....
Facebook Twitter More

Caro fagiolino,
Scrivo a te. Ti parlo ogni giorno, sai? Puoi sentirmi? Ci facciamo di quelle chiacchierate ogni giorno! La mattina, appena mi sveglio, ti do il buongiorno. Aspetto il tuo saluto, mi basta un calcetto e so che sei lì, a dirmi che tutto va bene e che stai bene.


Il tuo papà invece mi appoggia il telefonino sulla pancia e... Via di musica! Rock, heavy metal: ma chi lo dice che bisogna ascoltare la musica classica? Tu, con il ritmo, ti scateni proprio!!!:) e anche noi improvvisiamo un balletto in attesa che ti unirai a noi.


Poi ti parla tanto anche lui. Ti coccola, ti accarezza. Ti aspettavamo da tanto, sai? Un anno alla ricerca di te. Un anno fatto di attese, pianti, visite, speranze, paure e poi gioia, tanta, immensa gioia.


Chissà come sarai... Ti immagino già da grande, quando ci sfiderai per tornare tardi a casa la sera e mi presenterai la tua fidanzata... A tuo padre verrà un colpo, quando c'è la porterai in casa! E i tuoi gusti? Ti piacerà la musica come alla mamma o sarai uno sfegatato di calcio come il papà? E a chi assomiglierai? Ai nonni?


Quest'anno devo proprio dire che tutto sta andando per il meglio: papà ha trovato un nuovo lavoro, tu tra poco sarai qui con noi, abbiamo fatto pace con gli zii con i quali non parlavamo da tanto tempo e io ho deciso di iscrivermi all'università. Tutto questo per te. Perché tu possa avere un futuro migliore, perché non ci siano pensieri quando finalmente ti abbracceremo, perché la famiglia sia unita intono a te. Non ci devono essere ombre scuro intorno a noi, ti proteggeremo in tutto e per tutto, per quanto ci sarà possibile.
Oggi abbiamo montato il tuo lettino... Che fatica e che emozione!

 

Anche il tuo papà si è commosso dopo averlo visto. Ancora non possiamo crederci che tra poco ti abbracceremo.


Come finiscono le mie giornate? Ti sembrerà stupido, ma ti leggo già le fiabe della buonanotte. Appoggio una mano sul pancione, mi rilasso, metto un po' di musica di sottofondo e... Leggo. Leggo ad alta voce, mi sembra di fare allenamento per quando sarai nel tuo lettino. Non so se le senti, non so se servono a qualcosa, ma in cuor mio so che quando le ascolterai di nuovo, ti ricorderai di quando intorno a te tutto era ovattato e una voce lontana ti raccontava fiabe classiche con voce emozionata.


Non avere fretta di vederci, fagiolino, aspetta il momento giusto. E quando finalmente ti potrò stringere a me, sarà un abbraccio senza fine.


di mamma Lucia


(messaggio arrivato sulla nostra pagina Facebook)