Storie dal forum

Lettera a mio figlio

manina-bimbo
29 Agosto 2012
'Ora so che un figlio non è un capriccio, non è solo la gioia di un attimo, di un test positivo.. non è togliersi lo sfizio di mostrare una bella pancia, non è un bambolotto che posso decidere di comprare. Dopo tutto questo cammino (in cui ti sento già al mio fianco) sono riuscita a vederti nella tua totalità di individuo. Sono convinta di non dover chiedere alla vita "ma perchè io no?"...'
Facebook Twitter More

Il mio sogno standard prefeconfezionato l'ho smontato completamente ed ho imparato la lezione.

Ora riparto da zero, a desiderarti semplicempente per quello che sarà, perché la nostra storia sarà divesra da tutte le altre.

T'immaginavo facilmente accessibile, invece sei un fiore sulla montagna più alta ed il cammino verso di te è faticoso ed è prima di tutto una prova per e con me stessa. Non so in che parte del mio cammino mi trovi, perché non so quando arriverò da te. Potrei essere ancora all'inizio, a metà, alla fine.. l'unica cosa che so con certezza e che in questo cammino ho imparato moltissime cose che altrimenti avrei ignorato.

In questa distanza che mi separa da te, ho riflettuto profondamente sul significato e sul senso di questo desiderio di maternità. Ti ho restituito la serietà e l'importanza che ti spettano, prima di ogni cosa.

Ho visto parti del mio cuore, nel profondo, che senza sofferenza non avrei saputo scorgere.

Ho capito di essere molto più forte di quello che pensavo e di essere capace di un amore puro che va oltre la fretta di sentirti dentro di me e di stringerti.

Ora so che un figlio non è un capriccio, non è solo la gioia di un attimo, di un test positivo.. non è togliersi lo sfizio di mostrare una bella pancia, non è un bambolotto che posso decidere di comprare. Dopo tutto questo cammino (in cui ti sento già al mio fianco) sono riuscita a vederti nella tua totalità di individuo. Sono convinta di non dover chiedere alla vita "ma perchè io no?", ma al contrario di dover dire alla vita un sincero "grazie": per avermi reso forte come una roccia, per aver profondamente incinso nel mio cuore il senso di te, per aver lavato il mio animo, per avermi messo alla prova.

Ci sono traguardi interiori moto difficili, che non si possono raggiungere senza sofferenza. Tu ancora non ci sei, ma m'hai insegnato le cose più preziose che proteggo nel mio cuore come un tesoro.

Credo che quando saremo insieme, questo tesoro che custodisco dentro di me mi insegnarà ad amarti dell'amore più puro che esista.

(Storia di amelie87 tratta dal forum di Nostrofiglio.it)

Leggi anche la storia di giacoma "Lettera a mio figlio"

"Io ho un'idea: tu che sei cosi vicino agli angeli, conoscerai il luogo dove ci sono gli angeli che scenderanno giù dal cielo. Perché tu e il nonno non scegliete un fratellino o una sorellina :-) da mandare giù da mamma che tu sai non è abituata ad avere così tanta pazienza? Non credi che dopo questa attesa abbia bisogno di un bel premio?"

> Leggi la storia completa

Leggi anche la storia di sorriso35 "Lettera a mio figlio"

"Quando il mese si veste di rosso (pensa è il mio colore preferito) divento triste, il tuo papà mi guarda e mi dice: "Arriverà". Ma questo mese non ha dato questa risposta. Ha detto: "Amore basta, io... sono stanco". Allora la mamma ha capito che anche papà soffre forse più di me. Adesso che facciamo cucciolo?"> Leggi la storia

In più: