Home Famiglia

La magia del Natale, in diretta con l'esperta

di Valentina Murelli - 05.12.2019 - Scrivici

magia_del_natale.600
Fonte: Shutterstock
Come spiegare ai bambini il senso profondo del Natale? E come organizzarsi al meglio per le feste, per limitare stress e confusione e creare davvero un’atmosfera gioiosa e serena? Ne parliamo martedì 10 dicembre alle 15 con la pedagogista Monica Castagnetti

La notte più magica dell'anno si avvicina: crescono la voglia di addobbare la casa, di fare festa, di stare insieme, ma a volte crescono anche alcuni dubbi e preoccupazioni.

Come spiegare ai bambini, anche piccoli, il senso profondo di questa festività? Ed è giusto o meno raccontare la storia di Babbo Natale, con il rischio di essere accusati, dopo qualche anno, di avere tradito la loro fiducia raccontando qualcosa di falso? E ancora: come organizzarsi per evitare che la festa per eccellenza dei bambini si trasformi in uno stress proprio per loro? Quali giochi e attività prediligere in famiglia? Come comportarsi se i piccoli ricevono regali che no, proprio non ci piacciono?

Di tutto questo, e di tutto quanto potrà venirvi in mente sull'argomento, parleremo nella prossima diretta social di nostrofiglio.it: martedì 10 dicembre 2019 alle ore 15, con la pedagogista Monica Castagnetti. Potete già cominciare a mandare le vostre domande all'indirizzo redazione@nostrofiglio.it e non dimenticate di seguirci sulla nostra pagina Facebook e sui canali social di PianetaMamma.

Segui online la nostra diretta

Monica Castagnetti

è pedagogista e lavora per la Fondazione Giovanni e Irene Cova di Milano (dove si occupa soprattutto di adolescenti) e al Centro di pedagogia Dine sempre a Milano. Collabora inoltre con il Centro per la Salute del Bambino di Trieste.

 

Si descrive così: "Mi occupo in particolare dei bisogni fuori dagli schemi, di quelle difficoltà che non si riescono a definire o che sono in attesa di una loro definizione. Aiuto i bambini, i genitori e anche gli insegnanti e gli educatori a trovare il modo di superare le difficoltà che possono incontrare, per esempio in campo cognitivo, dell'apprendimento, ma anche relazionale o emotivo. La mia vita si completa con una bella famiglia (ho una bambina di 10 anni e un piccolo di quasi quattro anni) che cerco di 'far girare' come posso, non sempre come voglio".

 

Aggiornato il 10.12.2019

Leggi articoli su

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli