Psicologia

Mamme: i 10 comandamenti che ci fanno stare bene

Di Angela Bisceglia
25 giugno 2018 | Aggiornato il 21 novembre 2018
Siamo sempre programmate, vogliamo avere il controllo su ogni cosa: famiglia, lavoro e tutto il ménage che ruota intorno alla casa… prenderci una vacanza dai nostri doveri è impossibile, però pensare ogni tanto anche a noi è un nostro diritto. La psicologa e psicoterapeuta Sara Piattino ci suggerisce 10 comandamenti, che ogni mamma dovrebbe fare propri per riprendere contatto con se stessa e ricaricarsi di energie 
32.1500x1000

1 Il comandamento dell’incontro
Prenditi uno spazio per stare solo con te stessa, per conoscerti meglio e incontrare i tuoi bisogni profondi. Ossia dedicarti del tempo in cui non pensare sempre a “qualcosa”, ma cercare di entrare in contatto con te, lasciando tutto il mondo fuori, almeno per un po’. Al tempo d’oggi, in cui si vive col timing alla mano, si ha quasi paura di restare sole con i propri pensieri, perché non si è più abituate a farlo, perché sarebbe l’unica attività in cui non c’è programmazione e non c’è qualcosa di concreto da fare. Ma è solo quando si libera la mente da “cose” esterne che si riesce a far emergere i propri bisogni più veri

1.1500x1000

2 Il comandamento del presente
Quante volte rimandi perché non hai tempo e alla fine ti ritrovi una montagna di cose da completare? Le mamme spesso dicono che non hanno neanche il tempo per trovare il tempo, tanto sono immerse tra i pensieri di ieri, le preoccupazioni di domani o il presente di qualcun altro. Vivi nel qui e ora. Completa un'attività per volta e vinci sulla procrastinazione: ti sentirai a posto. Finalmente non sommersa. E motivata a crearti un altro obiettivo

2.1500x1000

3 Il comandamento psico- detox
Ovvero disintossicati da tutto quello che ti appesantisce, ti fa star male, reputi essere nocivo per te. Coccola invece il tuo tempo, standoci bene dentro, non pensando agli imperativi che la società impone, come il dover essere sempre bella, a posto, al top, in competizione rispetto agli altri. Questo non significa trascurarti, ma porti come obiettivi le tue priorità, prenderti uno spazio che sia bello per te, che sia il tuo posto senza competizione, dove disintossicarti dalla routine quotidiana, dagli impegni, dagli obblighi che automatizzano la vita. In altri termini: mi prendo cura di me perché mi voglio bene, non per soddisfare le aspettative che altri hanno su di me

4.1500x1000

4 Il comandamento my passion
Individua un hobby da praticare, ma inizia da sola: allargherai la cerchia delle tue conoscenze e sentirai la tua vita non ferma in un unico ruolo o in pochi ruoli che in esclusiva rischiano di snaturare la tua identità, perché ti fanno soltanto sentire una sommatoria di pezzi di madre, moglie, professionista. Esci, una volta ogni tanto, da questi ruoli e ritrovati in una passione che sia solo tua, dove senti di poter esprimere al meglio te stessa

5.1500x1000

5 Il comandamento del terzo occhio
Esci per un'ora almeno una volta la settimana col cellulare in mano ma stacca la connessione (non finirà il mondo proprio in quell’ora!) e utilizza lo smartphone per scattare alcune foto, senza riflettere troppo su quel che stai immortalando. Al ritorno a casa, riguarda i tuoi scatti: ti diranno che cosa ti agita, cosa ti piace, cosa ti infastidisce e cosa ti incuriosisce; saranno spunti per capire da dove vuoi andare via e dove vuoi arrivare o meglio come puoi cambiare e come vuoi cambiare. Come un terzo occhio che ti aiuta a guardarti dentro

6.1500x1000

6 Il comandamento dell’allenamento
Almeno due o tre volte alla settimana pratica uno sport: non un allenamento estenuante per raggiungere un modello utopistico di bellezza estetica (per fortuna abbiamo superato la ricerca maniacale della perfezione esteriore tipica delle teenager!), ma un’attività che ti fa piacere fare, che ti fa sentire bene, che ti permetta di entrare in contatto col tuo corpo e prenderti cura di lui mentre lui si prende cura della tua mente. Un gioco di squadra che ha come unico obiettivo il benessere totale

7.1500x1000

7 Il comandamento deluxe
Regalati una coccola alla settimana: che sia un trattamento dal parrucchiere, un massaggio o un'ora di shopping per acquistare una cosa che desideri da tanto tempo e che abbia un valore più simbolico che economico: qualcosa che ti puoi permettere sempre, senza attivare i sensi di colpa per il tempo dedicato a te stessa o il denaro speso. Oppure nutri la tua cultura attraverso la lettura, il teatro o il cinema. Coltiva questi piccoli lussi: non sei soltanto madre o moglie, sei innanzitutto donna e non disconoscere la tua identità. In fin dei conti quello che hai ottenuto l'hai ottenuto per come eri: non perderlo!

8.1500x1000

8 Il comandamento del NO che diventa SI’
Non sappiamo dire di no: perché le esigenze degli altri ci sembrano sempre più importanti delle nostre; perché se diciamo di no ci sembra di non essere buone madri, buone compagne, nuore, cognate... E invece impara ad ascoltare anche le tue richieste e abbi il coraggio di dire ogni tanto un NO a un dovere che ti pesa, al quale “obbedisci” solo per sentirti a posto con gli altri, nell'errore di crederti in difetto. Contano anche le tue esigenze, non solo quelle degli altri, per questo non sentirti in colpa se non stai sempre dietro a tutti. Quel tuo NO lascerà spazio per un SI’ a te stessa

9.1500x1000

9 Il comandamento del relax
Ossia trova un angolo relax tutto tuo dentro casa, in cui rifugiarti nei momenti di pausa che scegli di dedicare a te stessa per ascoltare una musica melodiosa senza testo (che potrebbe distrarre), circondata da luci soffuse e colori neutri, come tortora, champagne, violetto, sandalo, e da diffusori di essenze come lavanda, melissa, tiglio, basilico che, oltre ad avere un effetto rilassante, purificano l'ambiente e danno energia positiva. Sarà il tuo angolo energetico personale!

10.1500x1000

10 Il comandamento della gratitudine
Non vedere sempre tutto negativo: nella tua vita ci saranno senz’altro impegni, problemi, preoccupazioni, ma ci sono anche tanti aspetti positivi. Essere grati per ciò che abbiamo e per ciò che riceviamo ci aiuta ad essere più felici. Ogni sera, per esempio, prima di addormentarti, pensa o, ancor meglio, scrivi tre cose per cui essere grata: è una buona abitudine che sviluppa il pensiero positivo, fa dormire più serenamente e… ci fa risvegliare in pace con il mondo!

1 Il comandamento dell’incontro
Prenditi uno spazio per stare solo con te stessa, per conoscerti meglio e incontrare i tuoi bisogni profondi. Ossia dedicarti del tempo in cui non pensare sempre a “qualcosa”, ma cercare di entrare in contatto con te, lasciando tutto il mondo fuori, almeno per un po’. Al tempo d’oggi, in cui si vive col timing alla mano, si ha quasi paura di restare sole con i propri pensieri, perché non si è più abituate a farlo, perché sarebbe l’unica attività in cui non c’è programmazione e non c’è qualcosa di concreto da fare. Ma è solo quando si libera la mente da “cose” esterne che si riesce a far emergere i propri bisogni più veri | Foto: Pixabay