Home Famiglia Matrimonio

Matrimonio egualitario, tutto quello che c'è da sapere

di Francesca Demirgian - 11.09.2023 - Scrivici

matrimonio-egualitario
Fonte: Shutterstock
Cosa si intende quando si parla di matrimonio egualitario? Che differenza c'è con le unioni civili e in quali Paesi già esiste?

In questo articolo

Matrimonio egualitario, cos'è

Il matrimonio egualitario indica la possibilità di sposarsi per due persone delle stesso sesso. In Italia ancora non è legge e, attorno all'argomento c'è ancora molta confusione.

Quali sono le differenze tra Matrimonio Egualitario e Unioni Civili e quali sono i Paesi dove il matrimonio egualitario già esiste? Proviamo a rispondere a chi ha ancora dubbi sull'argomento in questo articolo. 

La definizione di matrimonio egualitario

Con il termine matrimonio egualitario s'intende il matrimonio tra due uomini o tra due donne, uguale e con gli stessi diritti e doveri del matrimonio tra un uomo e una donna. In molti paesi (anche europei), il matrimonio egualitario già si celebra, in altri - come in Italia - sono al momento in vigore altre forme di unione che, però, non danno alle coppie omosessuali gli stessi diritti e doveri delle coppie eterosessuali.

In Italia, ad esempio, le coppie omosessuali possono unirsi civilmente. Le Unioni Civili sono state introdotte della Legge Cirinnà nel 2016.

Differenza tra matrimonio egualitario e unioni civili

C'è ancora confusione tra matrimonio egualitario e unioni civili ma le due cose sono ben diverse. Da un punto di vista fiscale, economico e previdenziale, effettivamente, non ci sono differenze, ma sotto altri aspetti la distinzione è sostanziale.

L'Art. 29 della Costituzione dice che "la Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio". Il matrimonio egualitario, dunque, riconosce le famiglie arcobaleno effettivamente come "famiglia" e dunque:

  • permette di adottare un bambino
  • riconosce i nati come figli di entrambi i genitori, a differenza di quanto succede con le unioni civili, dove sono riconosciuti solo come figli del genitore biologico
  • permette di ricorrere alla procreazione assistita
  • obbliga alla fedeltà verso il coniuge, dovere non è previsto dalle unioni civili
  • inserisce l'obbligo di rispettare un periodo di separazione prima del divorzio

In quali Paesi esiste il matrimonio egualitario

Il matrimonio egualitario si celebra già in 34 Paesi del mondo.

I primi ad inserirlo sono stati i Paesi Bassi il 1 aprile 2001. L'ultimo ad approvare il matrimonio egualitario è stato l'Andorra.

I Paesi europei dove il matrimonio egualitario è già in vigore sono: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Islanda, Isole Faroe, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Slovenia, Spagna, Svezia e Svizzera.

Uscendo dall'Europa sono: Andorra, Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, Cuba, Groenlandia, Guam, Isole Marianne Settentrionali, Isole Vergini Americane, Messico, Nuova Zelanda, Porto Rico, Stati Uniti, Sudafrica, Taiwan, Uruguay.

Fonte: www.marriage.com; www.matrimonioegualitario.it

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli