Home Famiglia

Cosa significa quando le mestruazioni hanno dei coaguli

di Elena Berti - 26.01.2022 - Scrivici

mestruazioni-con-coaguli
Fonte: Shutterstock
Le mestruazioni con coaguli possono essere un fenomeno passeggero o verificarsi in periodi particolari come la pre-menopasa.

Mestruazioni con coaguli

Essere donne è un'avventura bellissima che però ci mette di fronte a non poche difficoltà fisiche: già la gravidanza di per sé può rappresentare un percorso a ostacoli, ma anche al di fuori dei nove mesi si è spesso in allerta per i segnali che manda il corpo, in particolare quelli relativi al ciclo mestruale. Per esempio, cosa si fa quando ci si accorge di avere le mestruazioni con coaguli di sangue?

In questo articolo

Cosa sono i coaguli

I coaguli di sangue, in genere, sono fenomeni che impediscono le emorragie. Quando il corpo è a rischio emorragia, infatti, scatta una maggiore coagulazione affinché la perdita ematica si arresti. Nel caso delle mestruazioni, coaguli sono grumi di sangue che escono insieme o al posto della normale perdita ematica che avviene nei primi giorni del ciclo. 

Coaguli durante le mestruazioni: bisogna preoccuparsi?

Il più delle volte, i coaguli durante il ciclo mestruale sono eventi normali di cui non bisogna preoccuparsi. Alcune donne ne sono infatti soggette spesso, altre lo sperimentano sporadicamente. Quando sono innocui, solitamente i grumi sono accompagnati da mestruazioni abbondanti, un aspetto del tutto fisiologico per molte donne. Durante tutto il periodo del ciclo, che dura in media un mese circa, il corpo lavora per ispessire le pareti dell'utero, cioè l'endometrio: quando non c'è concepimento, gli ormoni lo fanno sfaldare e quindi c'è la mestruazione. La coagulazione è un fattore normale dell'organismo, limitata da un anti-coagulante prodotto normalmente dall'organismo. Se il flusso è troppo abbondante, però, questo non basta ed ecco che insieme al sangue liquido appaiono i grumi. 

Quando però i coaguli non sono regolari e accompagnati da una mestruazione abbondante, ci si potrebbe trovare davanti a uno squilibrio ormonale. In particolare sono tre i periodi della vita in cui questo può avvenire: 

Coaguli nelle mestruazioni e menopausa

Come dicevamo, uno dei motivi per cui si formano i coaguli è un possibile squilibrio ormonale, quindi tra estrogeni e progesterone. Questo si verifica per un periodo prolungato in vista della menopausa, in un momento della vita della donna chiamato pre-menopausa. I coaguli, quindi, possono essere un campanello d'allarme di fronte ad altri sintomi e indicatori che la menopausa si sta avvicinando. Oltre all'età anagrafica, che varia però da donna a donna, ci sono altri aspetti da tenere in considerazione: 

  • l'irregolarità del ciclo: mesi di amenorrea, cicli più brevi o più lunghi
  • l'assenza completa di mestruazioni anche per un anno, in cui comunque è bene fare attenzione se non si cerca una gravidanza
  • altri sintomi come sudorazione aumentata, le famose vampate di calore, sonno disturbato, aumento di peso, difficoltà di concentrazione e, non ultima, la secchezza vaginale che colpisce purtroppo molte donne in menopausa 

Questo periodo prima della menopausa definitiva, il momento in cui la donna non produce più ovociti, può durare anche molto a lungo, per questo nel caso di coaguli improvvisi, in presenza o meno di altri sintomi, è bene consultare il proprio ginecologo, che potrebbe quindi prescrivere degli esami del sangue per valutare lo stato degli ormoni. 

I coaguli di sangue nelle mestruazioni sono grumi provenienti dall'endometrio che si sfalda: non devono preoccupare quando sono frequenti e accompagnati da flusso abbondante, ma qualora si fossero passati i quarant'anni e apparissero all'improvviso potrebbero presagire l'arrivo della menopausa. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli