Bellezza

Combatti i segni della gravidanza

pancione_primopiano
27 Gennaio 2011
Come evitare la formazione di smagliature e di vene varicose, mantenere il seno sodo ed eliminare foruncoli e punti neri dal decolleté. Ecco i consigli.
Facebook Twitter Google Plus More

  • Pancia senza smagliature Durante la gravidanza la pelle della pancia viene sollecitata dall’enorme dilatazione. Se la pelle sulla pancia tira e prude, fanno bene i massaggi con la spazzola. Stimolano infatti l’irrorazione sanguigna e rafforzano il tessuto connettivo.

Quando la pancia cresce in fretta o quando si ha ha un tessuto connettivo debole, si possono formare le smagliature. Si tratta di striature color violetto, a forma di riga, nei tessuti del collagene e dell’elastina della pelle, che poi si ridurranno ma non scompariranno.

Per prevenire (almeno in parte) le smagliature, massaggia la pancia con un guanto e con movimenti circolari. Inoltre stendi sulla pancia due volte al giorno una crema ad hoc oppure un olio per corpo. Associa alla crema un massaggio a pizzicotti, perfetto per stimolare l’irrorazione: prendi delicatamente la pelle tra il pollice e l’indice, sollevala leggermente, rotola avanti e indietro e poi rilasciala.

  • Stop al prurito dovuto alla pelle secca Con una superficie di 1,5 – 2 metri quadrati la pelle di un adulto è il più grande organo del corpo umano. Che può ritrovarsi sottosopra durante la gravidanza. A causa dei cambiamenti ormonali la pelle diventa più secca e prude soprattutto sulla pancia. Oli per doccia contenenti oli grassi o burro di karitè hanno un effetto curativo per la pelle anche al momento di lavarsi.

Chi preferisce fare il bagno, dovrebbe rinunciare a montagne di schiuma, perché tolgono idratazione alla pelle. Meglio usare oli per bagno e quindi una crema o un olio per il corpo sulla pelle ancora umida. Molte ostetriche consigliano gel all’aloe (si acquista in farmacia) da applicare sulla pancia più volte al giorno. Il gel che viene prodotto da questa pianta del deserto mitiga il prurito e rinfresca.

  • Un seno mozzafiato Alle donne incinta viene di solito decolleté mozzafiato. Il seno inizia a ingrossarsi visibilmente già nelle prime settimane. Alla fine della gravidanza ogni seno può arrivare a pesare fino a 400 grammi in più del normale.

È magnifico, certo, però ciò significa anche un carico extra per la pelle. Alcune donne soffrono in questo periodo di una sensazione di tensione al seno. Sono ideali i massaggi delicati con un olio di lavanda e olio di jojoba.

Importante: non passare l’olio sui capezzoli perché il corpo ha già il suo programma di protezione per la gravidanza: sul capezzolo i tubercoli di Montgomery si ingrossano e secernono olio curativo.

Docce alternate caldo-freddo, frizioni giornaliere con un asciugamano di spugna umido o un massaggio con uno spazzolino morbido aiutano a mantenere il seno sodo. Dopo un trattamento con acqua o un massaggio, applica una crema rassodante o olio di calendula sul seno. Per aiutare il tessuto connettivo indossa sempre un reggiseno comodo!

  • Via i foruncoli dal decolleté La delicata pelle del decolleté ha bisogno di un trattamento particolare, soprattutto se compaiono brufoli e punti neri. L’ideale è un impacco di fango (si acquista in erboristeria o in farmacia). I microcristalli di quarzo assorbono eliminandoli batteri, sporco e sudore.

Mescola tre cucchiai di fango con camomilla tiepida fino a formare una poltiglia, quindi distribuiscila sul decolleté e una volta seccata risciacqua con acqua tiepida. Applica poi delicatamente una crema con effetto rassodante.

  • Vene varicose, proprio no Durante la gravidanza le vene delle gambe devono trasportare circa 1,5 litri in più di sangue in direzione opposta alla forza di gravità. Nello stesso tempo il pancione sempre più grande e con il suo peso può fare pressione sui vasi e pregiudicare il flusso sanguigno dalle gambe al cuore.

Inoltre, il progesterone rende le pareti delle vene più deboli, che così si stirano. La conseguenza per molte donne incinta è la comparsa di venuzze allargate (chiamate varici) che sulle gambe sono visibili come una linea rosso-blu. Il più delle volte queste varici sono innocue, facilmente sclerotizzabili o eliminabili dopo il parto con il laser.

La migliore prevenzione? Docce alternate caldo-freddo, per allenare i vasi a stringersi e ad allargarsi. Importante: termina sempre con una doccia fredda. Inoltre cerca di fare più cose possibili da seduta, senza accavallare le gambe. Aiuta anche indossare calze contenitive.