crema per il viso

Creme per il viso: come scegliere quella giusta

cremaviso
22 Ottobre 2018
Si fa presto a dire che bisogna usare la crema per il viso: in commercio ce ne sono talmente tante che non è facile individuare quella adatta per la propria pelle. La dermatologa Angela Giuliano, esperta in dermatologia estetica, ci aiuta a districarci nel mondo delle creme per il viso e a fare la scelta giusta
Facebook Twitter More

La crema per il viso è un cosmetico che garantisce alla pelle i giusti livelli di idratazione, la aiuta a mantenere uno stato di benessere, a prevenire alterazioni cutanee come secchezza, irritazione o eccessiva produzione di sebo, e ritardare l’invecchiamento della pelle. Ecco come scegliere la crema giusta per le proprie esigenze.

 

"La scelta di una crema per il viso deve essere fatta rispettando principalmente tre fattori: il tipo di pelle, l'età, il momento del giorno in cui si applica" premette la dermatologa.

 

Le crema giusta in base al tipo di pelle…


- pelle secca: se la pelle è secca, desquamata o dà una sensazione di 'pelle che tira’, la crema dovrà essere idratante e nutriente, arricchita da ingredienti come olio di argan, jojoba o avocado, burro di karité, miele, che le forniscono le sostanze lipidiche di cui ha bisogno e mantengono in equilibrio il pH della pelle;

- pelle grassa e impura: in tal caso servirà una crema astringente, cioè in grado di richiudere i pori dilatati tipici delle pelli seborroiche, ed opacizzante, che aiuta cioè a ridurre l’effetto lucido. Sono in genere creme su base acquosa, dalla texture più leggera e con una bassa quota di sostane lipidiche, che hanno lo scopo di idratare senza occludere i pori e favorire la microesfoliazione. Contengono ingredienti come olio di cocco, germe di grano, pompelmo, lavanda, salvia, tre tree oil, vitamina A e C;

- pelle macchiata: se ci sono macchie cutanee, la crema dovrà contenere principi attivi schiarenti e antiossidanti, come la vitamina C o l’acido ferulico, ingredienti che inibiscono la pigmentazione come la vitamina PP, più sostanze dall’azione esfoliante come gli alfa e i beta idrossiacidi, che aiutano a rimuovere lo strato superficiale ‘macchiato’. Spesso contengono filtri solari elevati per prevenire la pigmentazione indotta dai raggi solari;

- pelle sensibile: è una condizione che richiede preparati protettivi e addolcenti, a base ad esempio di camomilla, calendula, fiordaliso, gingko biloba, acque termali; è bene che siano privi di profumazione e con il numero più ridotto possibile di additivi chimici.

 

… La crema giusta in base all’età


- pelli giovani: una crema per pelle giovane, se non soffre di particolari problematiche, come ad esempio l’acne, è caratterizzata da una texture molto leggera che ha il compito di proteggere la pelle dagli agenti atmosferici, regolare il tasso di idratazione, stimolare il rinnovamento cellulare e prevenire  l’invecchiamento indotto dai radicali liberi;

pelli mature: dopo i 40 anni circa il criterio di scelta della crema dipenderà essenzialmente dal tipo specifico di problematica (dopo una certa età ad esempio la pelle tende a macchiarsi più facilmente), ma in genere si tratta di creme più corpose e nutrienti, con acido ialuronico che mira ad aumentare il turgore cutaneo, vitamina A che esercita azione antiossidante, vitamina C che stimola la produzione del collagene, vitamina E o coenzima Q10 dall’azione antiradicali liberi e antinfiammatoria. I filtri solari sono sempre presenti e di solito hanno un SPF pari almeno a 30

 

… e in base all’azione svolta nell’arco della giornata

L’azione e la funzione svolte da una crema variano di molto a seconda che le si applichi di giorno o di notte.


Crema da giorno: una crema da giorno ha una formulazione mediamente più leggera, perché deve idratare lasciando però il viso non untuoso, in modo da fornire una base ottimale per il trucco ed assicurare una buona tenuta per tutto il giorno, inoltre deve proteggere la pelle dagli agenti atmosferici, come sole, smog, umidità, vento, svolgendo un’efficace azione barriera;


crema da notte: le creme da notte hanno invece la funzione di rigenerare la pelle e per questo sono più dense e corpose, contengono più principi attivi in concentrazioni più elevate, che creano un effetto leggermente occlusivo che aumenta la penetrazione delle sostanze. Si può dire inoltre che una crema da notte riesce ad ‘agire di più’ perché non ha le interferenze esterne tipiche del giorno, come l’esposizione agli agenti atmosferici, il sudore, la mimica facciale o lo stesso sfregamento delle mani sul viso, ma si trova nelle condizioni ideali perché possa agire al meglio e regalare al risveglio una pelle più levigata e distesa.