Sport

Il trampolino elastico: 6 cose da sapere prima di cominciare

trampolinoelastico
27 Marzo 2017
Tappeto elastico rimbalzante, rebound, rebounding, super jump: tanti nomi per indicare un'attività che sta impazzando nelle palestre. Questa attività allena apparato cardiovascolare e respiratorio. Ecco perché fa bene e i consigli prima di cominciare
Facebook Twitter Google Plus More

Non c’è che dire: è divertente, non fosse altro perché ci dà la possibilità di salire su un attrezzo simile a quelli (ahimè, interdetti a noi ‘grandi’!), dove saltano i bambini al parco giochi e forse per questo ci dà una sensazione di leggerezza che poche altre attività sportive sanno regalare. Reminiscenze fanciullesche a parte, ecco quali sono i benefici del trampolino elastico e quali le cose da sapere prima di salirci su.

 

1. Saltare sul tappeto elastico fa bene perché allena apparato cardiovascolare e respiratorio, dal momento che è un’attività di tipo aerobico, come la corsa, lo step o il tapirulan, con il vantaggio  di essere un po’ meno stancante, proprio grazie al rimbalzo offerto dalla superficie elastica.

2.  Migliora la coordinazione motoria. “Il fatto di dover adattare di continuo la propria posizione su una superficie instabile consente di migliorare la coordinazione motoria e la reattività neuromuscolare ed allena ad essere più pronti e reattivi anche nella vita di tutti i giorni” osserva il  professor Paolo Zeppilli, direttore del centro di medicina dello sport del Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma.

3.  Tonifica i muscoli, anche quelli di solito meno sollecitati nella quotidianità o durante altre attività sportive, perché durante l’esecuzione degli esercizi bisogna adattare di continuo la propria posizione per restare in equilibrio, adattamento che non viene richiesto quando si lavora con i piedi per terra.

4.  E’ meno traumatico per le articolazioni, poiché la superficie elastica attutisce l’impatto del salto.


LEGGI ANCHE CORSA: I CONSIGLI PRIMA DI COMINCIARE 

 

5. Favorisce la circolazione, perché saltando si schiaccia il cuscinetto plantare posto sotto il piede e di conseguenza si favorisce il ritorno venoso e linfatico, migliorano la circolazione ed aiutando a smaltire i liquidi in eccesso che si accumulano soprattutto a livello delle cosce.

 

LEGGI ANCHE LA CAMMINATA VELOCE: 5 CONSIGLI PER TRARNE I MASSIMI BENEFICI 

 

6. Il consiglio dell'esperto: meglio allenarsi con un istruttore. “Soprattutto se non si pratica attività sportiva da tempo o non si è mai saliti su un trampolino elastico, meglio farsi seguire da un istruttore, perché si potrebbero avere problemi a stare in equilibrio, inoltre si tratta di un’attività che richiede una certa dose di forza muscolare e un buon controllo del proprio corpo e la guida dell’istruttore consente di fare un allenamento graduale e su misura” consiglia il prof. Zeppilli.

 

(Credit per la foto - flick: Pawel Loj)